Watches of Italy 2021: un successo di pubblico tra novità ed anteprime

W.O.I. Watches of Italy

Immagine 1 di 23

La seconda edizione della mostra/mercato nazionale dell’orologeria italiana, tenutasi sabato 25 e domenica 26 Settembre a Tortona (AL) presso il Museo delle macchine agricole “Orsi”, è giunta al termine. Ne parliamo con l’ing. Fabrizio Dellachà, creatore ed organizzatore di W.O.I. – Watches Of Italy, Silvia Bonfanti, giornalista e responsabile comunicazione della mostra ed il Sindaco di Tortona, Federico Chiodi.

Prima edizione svoltasi nel 2020, annus horribilis della pandemia globale e, nonostante questo, un buon riscontro di pubblico (ben 2.000 accessi unici). Quest’anno avete chiuso con un’affluenza pari a circa 3.000 visitatori. Soddisfatti?
Fabrizio Dellachà
: “Nonostante l’obbligatorietà del green pass che ha frenato non poche persone ad intervenire all’evento ed un pomeriggio di domenica disturbato da un forte temporale, registrare un +50% di affluenza ci fa ben sperare per il futuro”.

Abbiamo notato la presenza di marchi italiani ed esteri. Cosa li accomuna?
Fabrizio Dellachà
“Tutti gli orologi ed i marchi che espongono sono tutte aziende dirette e gestite da italiani; alcune operanti entro il nostro territorio, altre delocalizzate all’estero ma tutte accomunate da una mente Italiana dietro ogni prodotto. Con questo desideriamo evidenziare ai visitatori, e non solo, che la filiera Italiana c’è e si sta avviando. 

Continua a leggere

OMEGA Speedmaster Chronoscope

OMEGA Speedmaster Chronoscope

Immagine 1 di 7

Oggi vi illustro il nuovo Speedmaster Chronoscope, il nuovo modello che entra a far parte della collezione dei segnatempo maschili di OMEGA. Il termine ‘Chronoscope’ fonde due espressioni greche tradizionali. ‘Chronos’ che significa tempo e ‘scope’ che significa invece osservare. Lo strumento misura infatti la durata tra due punti o due eventi. E il nuovo Chronoscope da 43 mm di OMEGA svolge questo compito magistralmente e a molteplici livelli. Notevoli innanzitutto gli straordinari quadranti con la stampa di tre scale cronometriche. Vediamoli nel dettaglio.

Il tachimetro misura la velocità in rapporto alla distanza (il Chronoscope può calcolare la velocità in base alla distanza percorsa. Poiché la scala misura il tempo medio di percorrenza fra due punti specifici, il viaggio può essere espresso indifferentemente in miglia o chilometri.

Il telemetro misura la distanza in rapporto alla velocità del suono. Grazie ad una semplice procedura in due fasi, questo strumento di precisione OMEGA può calcolare esattamente la distanza da un fenomeno visibile e udibile, come una tempesta.

Il pulsometro, infine, misura il battito cardiaco. Grazie alla scala a 30 pulsazioni al minuto, è possibile calcolare il battito cardiaco.

Gli attuali modelli Chronoscope omaggiano il passato di OMEGA con quadranti che recano il dettagliato motivo spiraliforme che contraddistingueva gli orologi da polso degli anni Quaranta e il presente con un’ispirazione al XX secolo nelle lancette a foglia di ogni esemplare oltre al motivo a spirale tracciato elegantemente sui quadranti sotto i numeri arabi. Visibile attraverso il vetro zaffiro sul fondello, batte il calibro a carica manuale OMEGA Co-Axial Master Chronometer 9908. Un’ulteriore caratteristica distintiva è il Continua a leggere

Czapek & Cie Antarctique Rattrapante

Czapek & Cie Antarctique Rattrapante

Immagine 1 di 4

Fin dal suo lancio nel 2015, Czapek & Cie mi colpì per il suo intento di raggiungere un delicato equilibrio tra meccanica di alto livello ed un’estetica raffinata. Il nuovissimo Antarctique Rattrapante che vi presento oggi, un cronografo rattrapante monopulsante con un meccanismo unico, visibile sul lato del quadrante, incarna questi ideali. L’Antarctique Rattrapante è il primo cronografo sdoppiante il cui affascinante meccanismo è visibile dal lato del quadrante. Un cronografo rattrapante è un meccanismo molto complesso. L’elemento più evidente è il morsetto, che immobilizza istantaneamente una delle ruote del cronografo quando il pulsante del rattrapante viene attivato. Nel frattempo, l’altra lancetta del cronografo continua a misurare il tempo indisturbata. Quando il morsetto viene rilasciato, la lancetta immobilizzata raggiunge (“rattraper” in francese) la sua compagna. Il movimento SHX6 è un calibro proprietario di Czapek creato in collaborazione con Chronode. Per prima cosa, è stato necessario ridurre il numero e lo spessore dei componenti principali per fare in modo che il segnatempo mantenesse il suo aspetto snello e si adattasse bene alla cassa da 42,5 millimetri. Il fulcro del Continua a leggere

Vacheron Constantin e la mostra a Milano

Vacheron Constantin - Cronografo da polso in oro rosa

Immagine 1 di 5

Fondata nel 1755, Vacheron Constantin è la più antica Manifattura orologiera al mondo, con ben 266 anni di attività ininterrotta. Nel corso della sua lunghissima storia, la Maison ha creato dei segnatempo che riflettono le capacità innovative della sua Manifattura, la maestria tecnica dei suoi orologiai, la creatività dei suoi designer e artigiani di talento. Per illustrare questa ricca eredità Vacheron Constantin presenta una selezione di modelli emblematici che hanno contraddistinto diversi periodi della storia della Maison. I segnatempo selezionati – provenienti dalla collezione privata di Vacheron Constantin – sono esposti nella boutique di Milano in Via Verri 9 a Milano fino al 28 ottobre. La selezione degli orologi esposti nella boutique di Milano rappresenta un invito a scoprire il mondo di Vacheron Constantin. Ognuno incarna il motto della Maison: “Fare meglio se possibile, ed è sempre possibile”. Grazie a un insieme di archivi e a una collezione privata che comprende circa 1300 segnatempo – entrambi gestiti dagli specialisti del patrimonio della Maison – oggi Vacheron Constantin è in grado di offrire un viaggio introspettivo ai confini della storia.

Ecco la selezione di orologi presente.

Orologio da tasca in argento – 1755. Una caratteristica distintiva di Vacheron Constantin è la straordinaria longevità e questo segnatempo da tasca in argento ne rappresenta una testimonianza preziosa. Risalente esattamente al 1755, è il pezzo più antico della collezione privata di Vacheron Constantin, composta da circa 1300 orologi. È l’unico segnatempo che riporta il nome completo del fondatore della Maison, inciso sul movimento, comprese le iniziali del nome di battesimo. La creazione, firmata “J.M. Vacheron A GENEVE”, indica le ore e i minuti mediante sottili lancette d’oro finemente lavorate. Dotato di uno scappamento a verga e di un ponte del bilanciere ornato da delicati motivi arabescati, questo orologio avrebbe forgiato il destino di Vacheron Constantin per l’abilità tecnica e l’eleganza.

Orologio da tasca in oro giallo – creato nel 1825. Il 1819 va ricordato come cruciale nella storia di Vacheron Constantin. Quell’anno, Jacques Barthélémy Vacheron (1788-1854), nipote del fondatore, firma un accordo con François Constantin, responsabile dello sviluppo commerciale della Maison. È proprio a François Constantin che si deve il motto della Maison, giunto fino ai giorni nostri. Viaggiatore instancabile, il 5 luglio 1819 scrive una lettera al suo nuovo socio, incoraggiandolo a “fare meglio se possibile, ed è sempre possibile”. Il quadrante di questo orologio da tasca in oro giallo realizzato nel 1825 reca l’iscrizione “Vacheron & Constantin.

Orologio ultra-piatto da tasca in platino – creato nel 1931. Dall’inizio del XX secolo Vacheron Constantin si è distinta nella creazione di orologi ultra-piatti espressione di competenza ed eleganza, come questo straordinario modello da tasca del diametro di Continua a leggere

Eberhard presenta il cronografo di Zagor

Cronografo Eberhard & Co. Zagor

Immagine 1 di 4

Il cronografo dedicato a Zagor, in edizione limitata a soli 120 esemplari numerati, celebra il 60° anniversario dello Spirito con la Scure. Un segnatempo unico con movimento meccanico a carica automatica che racchiude i tratti caratterizzanti del mitico personaggio. Il quadrante grigio è personalizzato con il suo simbolo, l’Uccello del Tuono, inserito all’interno del contatore dei secondi continui e con il logo celebrativo “Zagor 60”. La cassa del diametro di 42,8 mm è in acciaio con finiture lucide e satinate. Sul fondo è incisa la scure, l’inseparabile arma di Zagor, racchiusa nel cerchio presente sulla maglia indossata dall’eroe. Il cinturino è in pelle grigia dal Continua a leggere

W.O.I. -Watches of Italy 2: la mostra mercato nazionale dedicata all’Orologeria Italiana

locandina_W.O.I. -Watches of Italy 2021

Immagine 1 di 4

Mancano oramai pochi giorni alla seconda edizione di W.O.I. – Watches Of Italy, la prima mostra-mercato nazionale dedicata alla Produzione Orologiera Italiana. Organizzata dal collettivo W.O.I. – Watches Of Italy con il patrocinio del Comune di Tortona, si terrà nei giorni di sabato 25 e domenica 26 settembre 2021 presso il Museo delle Macchine Agricole “Orsi” a Tortona (ingresso gratuito, orario continuato 10:00/19:00). W.O.I. – Watches Of Italy è un libero collettivo che nasce a fine del 2019 con l’obiettivo di riunire realtà consolidate e microbrand in un unico gruppo coeso in modo da condividere le ingenti spese di promozione e marketing che a fatica sarebbero affrontabili da parte delle piccole realtà emergenti. Crediamo sia innegabile l’esigenza di poter visionare ed indossare l’orologio che ci interessa prima di procedere ad un eventuale acquisto ma, proprio per il problema di cui sopra, sappiamo che spesso molti microbrand sono costretti a rinunciarvi rimanendo relegati alla sola dimensione virtuale (sito web e social). Basti pensare alle grandi fiere di settore, il cui problema maggiore riguarda proprio gli oneri per parteciparvi come espositori. W.O.I. – Watches Of Italy desidera proprio questo: creare un network nazionale di produttori di orologi ed accessori legati all’orologeria dando vita, con una comunicazione mirata ed efficace, ad eventi di promozione collettiva accessibili a tutti dal punto di vista economico. Partner Ufficiale della mostra è La Clessidra 1945, l’unica rivista trade italiana con approfondimenti che investono l’universo orologiero a 360°, dalla compravendita ai focus sulle novità e le anteprime del mercato.

Ne parliamo con l’ing. Fabrizio Dellachà, creatore di W.O.I. – Watches Of Italy.

Mostrare e celebrare il talento degli italiani che lavorano nel mondo dell’orologeria. E’ questo il fine della mostra-mercato Watches of Italy?
Sicuramente. Gli italiani si distinguono storicamente per fantasia, creatività ed un innato talento visionario: lo vediamo nella cucina, nella moda, nel design, nell’architettura ed arredamento, nei motori e, ovviamente, anche nell’orologeria. Ci sono tantissimi italiani che, sia rimanendo in ambito nazionale sia operando oltreconfine, sono attivi e talentuosi produttori di idee ed oggetti molto validi ed interessanti sia tecnicamente sia esteticamente. Watches Of Italy è un catalizzatore di italianità che si rivolge direttamente ai collezionisti ed agli appassionati che non si accontentano di vedere gli orologi online ma che desiderano esaminarli, toccarli con mano ed eventualmente anche acquistarli direttamente in mostra.

Continua a leggere

Cyrus e il suo nuovo doppio cronografo monopulsante

Cyrus Klepcys DICE

Immagine 1 di 5

CYRUS Geneva è un brand indipendente svizzero che oggi arricchisce la collezione Klepcys di un nuovo modello battezzato “KLEPCYS DICE” e realizzato in due edizioni limitate di 50 esemplari ciascuna. Intanto il nome, “KLEPCYS DICE”, che è l’acronimo di Klepcys Double Independent Chronograph Evolution, un doppio cronografo capace di misurare due tempi brevi indipendenti l’uno dall’altro oppure in sincronia, mai realizzato sinora. Da non confondere quindi con la versione rattrapante, dove la doppia lancetta rileva il tempo di due fenomeni che hanno lo stesso inizio ma terminano in tempi diversi o indicano un intervallo di tempo intermedio. La prima volta che si parlò di doppio cronografo indipendente, era il lontano 1873, anno in cui l’orologiaio Arnold Frankfeld registrò lo sviluppo di questa tipologia di meccanismo presso l’ufficio brevetti di New York. Non risultano però tracce più recenti di questo genere di segnatempo. KLEPCYS DICE si presenta nella sua distintiva cassa a forma cuscino, composta da 26 parti, impermeabile fino a 10 ATM e con un diametro di 42 mm x 16.50 mm di spessore.  Proposta in titanio naturale lucido e titanio DLC nero, la cassa è sottoposta a svariati trattamenti di finitura che alternano elementi lucidi, satinati e sabbiati ed è chiusa sul fondello con viti personalizzate con il logo della Maison.  Le due corone gemelle, entrambe funzionali, sono dotate del pulsante per l’attivazione delle tre funzioni crono (start/stop/reset), impreziosite dal logo a forma di elica e da un anello in alluminio anodizzato rosso e blu per meglio identificare il cronografo da azionare.  Non manca inoltre il tradizionale anello in caucciù per garantire una miglior presa della Continua a leggere

Baume & Mercier Riviera: prova al polso

Baume & Mercier Riviera

Immagine 1 di 6

Questa estate ho potuto provare la quinta riedizione dell’iconico Riviera di Baume & Mercier. Orologio nato nel 1973, il modello attuale che ho avuto al polso tutto agosto (approfittando delle ferie estive, me lo sono goduto per un mese intero!) ha mantenuti intatti alcuni particolari, come la lunetta e le linee essenziali della cassa in acciaio (caratteristiche che al suo lancio lo resero un segnatempo in anticipo sui tempi). Ho menzionato la lunetta: come la prima versione, anche questa mantiene la forma dodecagonale, con 4 viti, con i 12 lati che sembrano “suggerire” le ore. L’orologio, proposto in 3 dimensioni (36 mm, 42 mm e 43 mm) è dotato di movimento sia automatico sia al quarzo, con bracciali intercambiabili in acciaio o cinturini in caucciù (orologio perciò perfetto per ogni stagione). Il modello che ho indossato ad agosto, invece, è la versione di alta gamma proposta con il calibro di Manifattura BAUMATIC; calibro ben noto e apprezzato da diversi anni anche grazie al successo ottenuto con la collezione Clifton. Il movimento BAUMATIC propone – tra le altre funzioni – una riserva di carica di cinque giorni, una Continua a leggere

Bell & Ross BR 05 GMT

BR05 GMT - bracciale acciaio

Immagine 1 di 3

Oggi Bell & Ross esce con il primo modello della collezione BR 05 con doppio fuso orario. La quasi impossibilità di spostarsi nei mesi scorsi, ha reso ancora più desiderabile la voglia di viaggiare in molti di noi (come spesso succede, una cosa ti manca di più quando all’improvviso te la tolgono). Il BR 05 GMT è un elegante ed ergonomico segnatempo in acciaio con un movimento impostato su due fusi orari. ll BR 05 ha il bracciale integrato e una cassa quadrata di 41 mm in acciaio con quadrante rotondo. Le sue maglie articolate vantano una flessibilità esemplare, come il cinturino in caucciù nero a coste; ne consegue un comfort ottimale. Dotato di un calibro automatico con funzione GMT, caricato da una massa oscillante a 360°, il nuovo modello rivela il cuore pulsante del suo movimento attraverso un fondello in vetro zaffiro. Il quadrante del BR 05, decorato da una sottile finitura soleil, offre una leggibilità ottimale (caratteristica costante, IMHO, dei Bell & Ross). Il suo colore nero contrasta con i grandi numeri, gli indici e le lancette rivestite di Super- LumiNova® bianco. Questa combinazione di colori è radicata nel DNA di Bell & Ross e richiama i colori utilizzati per gli strumenti di bordo aeronautici. I pannelli di controllo sono dominati dal colore nero, che riduce i riflessi e dal bianco che garantisce una lettura ottimale. Riprendendo i principi della segnaletica aeroportuale, le lancette delle Continua a leggere

IWC e i suoi nuovi cronografi in ceramica Squadron U.S. Navy

Pilot’s Watch Chronograph Edition “Blue Angels®”

Immagine 1 di 6

85 anni fa IWC progettò il suo primo Pilot’s Watch, e da allora porta avanti un approfondito dialogo con i piloti, in modo da capire con precisione quali sono le loro esigenze. Dialogo fondamentale per sviluppare orologi conformi alle specifiche militari, come il Mark 11 realizzato per la British Royal Air Force. Dal 2018, IWC ha la licenza per produrre orologi per tutte le unità aeree della U.S. Navy e del Corpo dei Marines, fra cui gli squadron Blue Angels®, i 247 attivi e i 100 inattivi. Da allora IWC ha collaborato con oltre una dozzina di squadron per creare edizioni speciali disponibili esclusivamente per i membri attuali e gli ex membri. E oggi presenta tre nuovi cronografi della sua collezione Pilot’s Watches, direttamente ispirati alla collaborazione del brand con gli squadron della U.S. Navy, rendendo disponibili per la prima volta questi modelli anche a chi non è un pilota. La produzione annuale di questi cronografi sarà limitata a 500 esemplari per edizione. Vediamoli più nel dettaglio.

Lo Strike Fighter Squadron 27, noto come “Royal Maces”, si trova presso la Marine Corps Air Station Iwakuni in Giappone. Il Pilot’s Watch Chronograph Edition “Royal Maces” si ispira all’edizione esclusivamente militare sviluppata da IWC per i membri dello squadron. Il cronografo presenta una cassa in ceramica di ossido di zirconio nera. Pulsanti e corona sono in Ceratanium®. Il quadrante presenta il logo “Maces” a ore 6 e l’indicazione del giorno e della data in giallo. Anche dettagli come l’impuntura del cinturino, la punta della lancetta dei secondi del cronografo e i piccoli secondi riprendono il colore giallo caratteristico dei “Maces”. Sul fondello in titanio grado 5, accanto a “VFA-27”, denominazione ufficiale dello squadron, compare l’incisione del suo jet F/A-18E Super Hornet.

La Naval Air Station Lemoore, in California, è la sede del The Strike Fighter Squadron 14, soprannominato “Tophatters”. Il VFA-14, nato nel 1919, è lo squadron della U.S. Navy più antico ancora in attività. Il Pilot’s Watch Chronograph Edition “Tophatters” ha una cassa in ceramica di ossido di zirconio nera. I pulsanti del Continua a leggere