HUBLOT BIG BANG INTEGRAL 40 MM

 

HUBLOT BIG BANG INTEGRAL 40 MM YELLOW GOLD

Immagine 1 di 6

 

HUBLOT, per la prima volta, ha presentato il BIG BANG INTEGRAL in una versione inedita di soli 40 mm. Mai prima d’ora, infatti, l’iconica creazione di Hublot era stata prodotta in una misura così contenuta, perfettamente adattato alla nuova cassa realizzata in oro giallo, titanio o ceramica “All Black”. Chiamata sobriamente “Time Only”, questa nuova collezione si concentra su ore, minuti, secondi e data pur mantenendo l’identità del suo fratello maggiore. Ritroviamo quindi il cinturino integrato che costituisce il punto forte del Big Bang Integral. Questo cinturino emblematico a tre maglie riprende gli spigoli vivi della cassa. Ogni maglia è lucidata e satinata, angolata e smussata singolarmente, e l’insieme offre una Continua a leggere

Audemars Piguet presenta il nuovo ROYAL OAK “JUMBO” extra-piatto

 

Royal Oak "Jumbo" extra-piatto

Immagine 1 di 8

 

Per celebrare il 50° anniversario del Royal Oak, Audemars Piguet ha presentato ieri la nuova generazione di uno degli orologi che in assoluto io amo di più: ill Royal Oak “Jumbo” Extra-Piatto da 39 mm, che ora monta il nuovo movimento automatico ultra-sottile della Manifattura, il Calibro 7121. Stiamo parlando, come gli appassionati sanno, di uno degli orologi più iconici almeno degli ultimi 50 anni. Anzi, stiamo parlando di un orologio (nato dalla matita di quel genio che era Gérald Genta) oramai leggendario, il Royal Oak e di un modello in particolare che a sua volta è diventato leggenda nella leggenda: il Jumbo extra-piatto. La nuova collezione che vi presento oggi comprende quattro modelli in acciaio, platino, oro rosa e oro giallo 18 carati. I quattro segnatempo sono inoltre dotati della massa oscillante “50-years” realizzata per l’anniversario del Royal Oak, coordinata alla tonalità della cassa. Per la prima volta dal 1972, il Royal Oak “Jumbo” Extra-Piatto accoglie un nuovo movimento automatico con ore, minuti e data, il Calibro 7121, che segna il debutto della nuova referenza “Jumbo” 16202. Questo meccanismo sostituisce il Calibro 2121, il movimento automatico più sottile con rotore centrale e indicazione della data della sua epoca (3,05 mm), introdotto per la prima volta sul Royal Oak nel 1972 e andato “in pensione” alla fine del 2021. Il nuovo movimento, che misura 3,2 mm di spessore, è stato specificamente concepito e prodotto dagli ingegneri e dagli orologiai di Audemars Piguet per adattarsi alla cassa “Jumbo” extra-piatta da 8,1 mm senza alterarne l’estetica e lo spessore. Inoltre, l’albero di regolazione è ora dotato di un correttore di data rapido. Sono stati necessari cinque anni di sviluppo per realizzare il nuovo Calibro 7121, che, grazie alla sua nuova struttura, è dotato di più energia rispetto al suo predecessore. Il bariletto più ampio conferisce maggiore potenza, rendendolo più preciso per un periodo di tempo più lungo. È inoltre dotato di una massa oscillante centrale contemporanea, montata su cuscinetti a sfera, che utilizza due invertitori, sviluppata in-house per garantire l’avvolgimento bidirezionale. Il suo bilanciere è dotato di blocchi inerziali che sono stati inseriti direttamente al suo interno per evitare gli attriti superflui. Inoltre, il Calibro 7121 è dotato di un meccanismo brevettato di impostazione della data extra-piatto e a basso consumo energetico. Tutto ciò garantisce all’orologio una riserva di carica di almeno 55 ore. I nuovi modelli del segnatempo “Jumbo” Extra-Piatto presentano la massa oscillante scheletrata appositamente realizzata per l’anniversario del Royal Oak in oro 22 carati, con il logo “50-years” e l’incisione della Continua a leggere

TAG Heuer presenta il nuovo Aquaracer Professional 200

 

TAG Heuer Aquaracer Professional 200

Immagine 1 di 4

 

TAG Heuer ha presentato l’Aquaracer Professional 200, orologio disponibile con una cassa in acciaio da 40 o 30 mm. Ogni modello è dotato di lunetta girevole unidirezionale dodecagonale, impermeabilità fino a 200 metri e movimento meccanico automatico o al quarzo. Aquaracer Professional 200 è un orologio robusto, ma sofisticato che viene presentato un anno dopo l’Aquaracer Professional 300. Questa storia è cominciata nel 1978, quando Jack Heuer presentò la referenza Heuer 844. Il nome Aquaracer venne aggiunto nel 2004 e ha ripreso l’eredità dei sei codici del design di famiglia: lunetta girevole unidirezionale; corona a vite; impermeabilità fino ad almeno 200 metri; markers luminosi; vetro zaffiro e doppia chiusura di sicurezza. Il più grande dei due modelli che debuttano oggi ha un diametro di 40 mm e uno spessore di 11 mm; presenta così una linea più elegante e un profilo più sottile rispetto al modello uscente che va a sostituire, quello con 41 mm di diametro e 12 mm di spessore.  Sia l’Aquaracer Professional 200 sia l’Aquaracer Professional 300 sono dotati della famosa e adesso rivisitata lunetta dodecagonale, introdotta per Continua a leggere

Zenith DEFY Skyline e Revival A3642

 

ZENITH DEFY SKYLINE

Immagine 1 di 9

 

Zenith ha presentato le sue nuove creazioni durante la LVMH Digital Watch Week 2022; creazioni incentrate sulla collezione DEFY. In prima linea troviamo la nuova collezione DEFY Skyline, basata sui principi di affidabilità e alte prestazioni che definiscono la linea sin dagli inizi del XX secolo con i primi orologi da tasca “Defi”, fino ad arrivare alle referenze più recenti. DEFY Skyline trae ispirazione dalla geometria ottagonale unica dei primi modelli DEFY, che includono la versione Defy A3642 recentemente rilanciata. DEFY Skyline mantiene lo stesso DNA affidabile e resistente dei suoi predecessori, mostrando però un’estetica più moderna. Fissata sulla cassa in acciaio inossidabile da 41 mm con bordi ben definiti, la lunetta sfaccettata riprende i primi modelli DEFY con dodici lati che ricordano gli indici delle ore. La corona a vite impreziosita dal logo a forma di stella dona al modello un’impermeabilità di 10 ATM (100 metri). Il DEFY Skyline presenta un quadrante stellato dalla struttura geometrica caratterizzato da un estro siderale, con finitura effetto “Soleil”; inoltre, è impreziosito da un motivo perfettamente allineato decorato da stelle a quattro punte incise, moderna reinterpretazione del logo Zenith “double Z” degli anni ‘60. Oltre alle lancette delle ore e dei minuti al centro e al datario a ore 3 nello stesso colore del quadrante, il modello DEFY Skyline propone un Continua a leggere

Bulgari e le sue novità 2022

 

Bulgari Octo Roma Blue Carillon Tourbillon

Immagine 1 di 8

 

I nuovi modelli Bulgari che vi presento oggi “inaugurano” il 2022, puntando all’eccellenza e alla preziosità. Il leggendario Serpenti, ad esempio, aggiunge alla collezione il Piccolissimo – vero gioiello di microtecnologia nonché uno dei movimenti meccanici più piccoli al mondo -, mentre Lvcea celebra il tema della luce grazie ai suoi nuovi quadranti in madreperla rosa e avventurina. Con il nuovo Octo Roma Grande Sonnerie e con l’Octo Roma Carillon Tourbillon, invece, Bulgari punta sia all’orologio gioiello, sia alle complicazioni (il Carillon tourbillon, infatti, vanta una doppia complicazione visibile dal quadrante scheletrato). Ma andiamo con ordine. I capolavori inediti realizzati da Bulgari sotto il nome di Serpenti Misteriosi rappresentano una nuova conquista nel campo della miniaturizzazione: queste creazioni, infatti, sono tutte dotate del nuovo movimento meccanico Piccolissimo, uno dei più piccoli al mondo, interamente concepito e prodotto nella manifattura Bulgari di Le Sentier in Svizzera. Il calibro BVL100 dà così nuova vita a quei piccolissimi movimenti meccanici che hanno Continua a leggere

Zenith Chronomaster Revival Lupin The Third – Final Edition

Zenith Lupin The Third - Final Edition

Immagine 1 di 2

 

Dopo 50 anni e due edizioni speciali, Zenith lancia la terza e ultima edizione limitata della trilogia, il Chronomaster Revival Lupin The Third – Final Edition. Nel 2019, Zenith è diventata la prima manifattura a produrre un orologio direttamente ispirato a una serie di manga e anime giapponesi. Nel primissimo episodio della serie animata Lupin III, Daisuke Jigen, il braccio destro e migliore amico di Arsenio Lupin III, viene raffigurato con un orologio basato sul modello A384, con quadrante nero, grigio e dorato che in realtà non è mai esistito. Nell’episodio finale della prima stagione, invece, Jigen viene di nuovo rappresentato con un cronografo Zenith al polso, ma stavolta con un quadrante “panda”, anch’esso inesistente. Quasi 50 anni dopo la prima messa in onda dell’anime, nel 2019 Zenith ha finalmente trasformato la fantasia in realtà grazie al Chronomaster Revival Lupin The Third, che presenta l’inconfondibile cassa A384 di forma tonneau e il particolare quadrante nero raffigurato nel primo episodio. L’anno successivo è stata lanciata la seconda versione con il quadrante “panda” bianco. Ora è arrivato il momento della terza e ultima edizione limitata di questa eccezionale collaborazione, e non poteva essere più inaspettata: due quadranti in uno! In edizione limitata di Continua a leggere

Nautica e la sua collezione BFC

Quest’anno la collezione BFC di Nautica si arricchisce di un nuovo modello che unisce la lunga tradizione legata al mare del brand ad un design più moderno oltre che ad una maggiore attenzione alle performance dell’orologio. Orologio che si ispira all’ambiente oceanico e alla passione per la nautica. Il cronografo ha una cassa dal diametro importante di 46 mm in acciaio inossidabile, sovrastata da una ghiera che riporta indicazioni tachimetriche; il quadrante nero mostra i contatori con le funzioni del cronografo a ore 3, 6 e 9 dai contorni blu (ricordano le profondità dell’oceano). La stessa nuance caratterizza il cinturino di silicone. Gli indici che segnano le ore, accanto ai numeri arabi a ore 12, presentano un riempimento luminoso che assicura una perfetta leggibilità anche nelle profondità marine. Tra le ore 4 e le ore 5 è posta la finestrella con l’indicazione della data. Impermeabile fino a 100 metri di profondità, il nuovo segnatempo della linea BFC è animato da un movimento al quarzo con funzioni cronografiche e si caratterizza per il fondello e la corona oversized a vite. Il prezzo al pubblico lo trovo veramente interessante: 249 euro.

Janvier68

 

 

TUDOR Ranger

TUDOR Ranger

Immagine 1 di 4

  

Quest’anno, per celebrare il 70° anniversario della Spedizione scientifica britannica in Groenlandia, TUDOR ha presentato il modello Ranger, dotato del Calibro di Manifattura MT5402. Era l’8 luglio 1952 quando la Spedizione scientifica britannica salpò da Londra per una missione di due anni che aveva lo scopo di studiare la calotta glaciale della Groenlandia. Equipaggiati con il nuovissimo modello Oyster Prince, il primo orologio automatico e impermeabile di TUDOR, i membri della spedizione condussero ricerche approfondite in ambito glaciologico e sismico in diversi siti. TUDOR aveva chiesto loro di raccogliere anche dati sulle prestazioni dei 30 orologi Oyster Prince che avrebbero indossato in condizioni estreme. La storia del nome “Ranger” precede di molto quella della Spedizione scientifica britannica in Groenlandia. Sebbene gli orologi TUDOR usati dai membri della spedizione tra il 1952 e il 1954 non abbiano mai presentato questo nome sul Continua a leggere

TUDOR Ranger

TUDOR Ranger

Immagine 1 di 4

  

Quest’anno, per celebrare il 70° anniversario della Spedizione scientifica britannica in Groenlandia, TUDOR ha presentato il modello Ranger, dotato del Calibro di Manifattura MT5402. Era l’8 luglio 1952 quando la Spedizione scientifica britannica salpò da Londra per una missione di due anni che aveva lo scopo di studiare la calotta glaciale della Groenlandia. Equipaggiati con il nuovissimo modello Oyster Prince, il primo orologio automatico e impermeabile di TUDOR, i membri della spedizione condussero ricerche approfondite in ambito glaciologico e sismico in diversi siti. TUDOR aveva chiesto loro di raccogliere anche dati sulle prestazioni dei 30 orologi Oyster Prince che avrebbero indossato in condizioni estreme. La storia del nome “Ranger” precede di molto quella della Spedizione scientifica britannica in Groenlandia. Sebbene gli orologi TUDOR usati dai membri della spedizione tra il 1952 e il 1954 non abbiano mai presentato questo nome sul Continua a leggere

TUDOR Ranger

TUDOR Ranger

Immagine 1 di 4

  

Quest’anno, per celebrare il 70° anniversario della Spedizione scientifica britannica in Groenlandia, TUDOR ha presentato il modello Ranger, dotato del Calibro di Manifattura MT5402. Era l’8 luglio 1952 quando la Spedizione scientifica britannica salpò da Londra per una missione di due anni che aveva lo scopo di studiare la calotta glaciale della Groenlandia. Equipaggiati con il nuovissimo modello Oyster Prince, il primo orologio automatico e impermeabile di TUDOR, i membri della spedizione condussero ricerche approfondite in ambito glaciologico e sismico in diversi siti. TUDOR aveva chiesto loro di raccogliere anche dati sulle prestazioni dei 30 orologi Oyster Prince che avrebbero indossato in condizioni estreme. La storia del nome “Ranger” precede di molto quella della Spedizione scientifica britannica in Groenlandia. Sebbene gli orologi TUDOR usati dai membri della spedizione tra il 1952 e il 1954 non abbiano mai presentato questo nome sul Continua a leggere