Porsche Design presenta il 1919 Globetimer UTC All Black

1919 Globetimer UTC All Black

Immagine 1 di 4

   

Due anni fa, Porsche Design lanciò sul mercato il 1919 Globetimer UTC, un orologio GMT con un’ottima leggibilità ed un funzionamento davvero facile: il semplice utilizzo di un pulsante resetta la lancetta delle dodici ore e indica l’ora locale. Disponibile finora in tre differenti varianti di colore, questo cronometro certificato sarà disponibile dal prossimo mese nella sua veste All-Black. L’orologio presenta un caratteristico rivestimento in carburo di titanio nero e un cinturino realizzato con la pelle degli interni delle vetture. Derivato dalla gestione del cambio a doppia frizione Porsche, il quadrante delle 24 zone temporali nel mondo può essere regolato con l’incremento di un’ora – senza perdere l’ora corrente, ma semplicemente tramite la pressione del pulsante sagomato che è incorporato nella cassa. Ad ogni click questo pulsante fa avanzare di una posizione in senso orario la lancetta corta dell’ora locale. Quando si vola verso est, premendo il pulsante “+” si arriva nella seconda zona temporale con l’intervallo di un’ora, mentre andando verso Continua a leggere

Glashütte Original Sixties Chronograph Edizione 2021

Glashütte Original Sixties Chronograph Edizione 2021

Immagine 1 di 5

   

Oggi vi riporto ai favolosi Anni Sessanta. Glashütte Original, infatti, celebra lo stile di vita di quegli anni con una nuova edizione speciale: il nuovo Glashütte Original Sixties Chronograph Edizione 2021, che presenta un quadrante con effetto dégradé verde scuro e un movimento automatico realizzato a mano. Negli anni Sessanta il mondo cominciò a cambiare: i giovani lanciavano tendenze di moda da cui gli stilisti traevano avidamente ispirazione. Gli eventi ricchi di colore che animavano Carnaby Street a Londra furono testimoni del debutto di un nuovo dandismo.  Il nuovo cronografo è stato creato dai maestri orologiai di Glashütte con cura e attenzione: la cassa rotonda in acciaio da 42 mm cattura lo sguardo sul Continua a leggere

Grand Seiko GMT: una nuova serie di orologi celebra le stagioni

Grand Seiko GMT Kanro

Immagine 1 di 6

   

In Giappone, ciascuna delle quattro stagioni dell’anno viene vissuta in sei fasi e, ognuna, ha le proprie caratteristiche. I 4 segnatempo di Grand Seiko con funzione GMT che vi presento oggi, sono la celebrazione di una delle 24 fasi stagionali o “sekki”. I “sekki” selezionati da Grand Seiko sono Shunbun (primavera), Shōsho (estate), Kanro (autunno) e Tōji (inverno). Le versioni Shunbun e Shōsho montano il calibro Hi-Beat 36000 GMT 9S86, mentre il movimento Spring Drive GMT 9R66 valorizza le creazioni Kanro e Tōji. Vediamole più nel dettaglio.

È proprio a Shunbun, con l’equinozio di primavera, che si sente la stagione mite nell’aria. In montagna, i ciliegi cominciano a fiorire e i fiori sakura decorano il paesaggio. Il quadrante verde e gli inserti d’oro rosa descrivono perfettamente la promessa della primavera.

Si avvicina la piena estate e, finalmente, finisce la stagione delle piogge. A Shōsho, il vento caldo crea delicate increspature sulle superfici di laghi e stagni, che risplendono, all’inizio dell’estate, sotto il sole di tutto il Giappone. Il motivo sul quadrante rimanda alle onde e dà vita a Shōsho.

Le sere si accorciano e l’aria della mattina è sempre più fresca. Il movimento fluido della lancetta dei secondi è silenzioso come la luna di notte nel cielo. L’autunno, Kanro, è al suo culmine.

Il solstizio d’inverno è a Tōji. Le giornate sono brevi, l’aria è pungente e la neve attutisce il rumore del vento. Il quadrante presenta la texture e il colore di un paesaggio invernale mentre il sole tramonta basso nel cielo.

Che il movimento sia Hi-Beat 36000 o Spring Drive, le lancette delle ore sono regolabili indipendentemente. La cassa dal profilo morbido presenta i classici bordi distintivi di Grand Seiko, affilati e spigolosi, con i lati lucidati con la tecnica Zaratsu per una finitura senza distorsioni. Entrambi i movimenti, meccanico e Spring Drive, sono chiaramente visibili attraverso il fondello in zaffiro. Ispirate a una serie presentata per la prima volta negli Stati Uniti, le creazioni Shunbun e Shōsho sono disponibili in tutto il mondo da maggio, mentre le creazioni Kanro e Tōji da settembre 2021 presso le boutique Grand Seiko e rivenditori selezionati.

Janvier68

Grand Seiko Elegance Collection

Calibro 9S86: Shōsho e Shunbun

Movimento: automatico

Frequenza: 36.000 alternanze/ora (10 oscillazioni al secondo)

Precisione: +5 e –3 secondi al giorno

Riserva di carica: 48 ore

Numero di rubini: 37

Tre sfere e lancetta GMT

 

Calibro 9R66: Kanro e Tōji

Movimento: Spring Drive

Precisione: +1 e –1 secondo al giorno (± 15 secondi al mese)

Riserva di carica: 72 ore

Numero di rubini: 30

Tre sfere e lancetta GMT

Specifiche

Caratteristiche: cassa e bracciale in acciaio

Tripla chiusura pieghevole con rilascio a pulsante

<p style=”text-align:

BOVET 1822 e ROLLS-ROYCE: un’autentica collaborazione

Bovet 1822

Immagine 1 di 9

   

Sin dalla nascita dei veicoli a motore, il tempo e le autovetture sono sempre stati indissolubilmente legati. I segnatempo hanno sempre avuto un loro spazio nel mondo automobilistico, che fosse per misurare la velocità sulla distanza oppure per offrire l’ora esatta al pilota. Oggi, per la prima volta, due modelli con tourbillon di BOVET 1822 sono stati studiati, progettati e sviluppati in parallelo con la produzione di una Rolls-Royce fuoriserie: la Rolls-Royce Boat Tail. Grazie al rivoluzionario sistema brevettato Amadéo, questi segnatempo possono trasformarsi da orologio da polso in modello da tasca/ciondolo oppure in orologio da tavolo o ancora… in orologio da cruscotto! Nato nella mente e nel cuore di un collezionista di Rolls-Royce e di BOVET 1822, il concetto consisteva nel progettare e realizzare una Rolls-Royce su misura e due esclusivi segnatempo BOVET 1822, di cui uno per sé e l’altro per la moglie, da indossare abbinati. I tre anni dedicati allo sviluppo hanno portato BOVET 1822 e Rolls-Royce a creare qualcosa che nessuno dei due settori aveva mai realizzato prima. Siccome i segnatempo con tourbillon meccanici erano destinati a essere montati nella vettura come orologi da cruscotto, la fase di sviluppo è stata cambiata completamente, visto che gli orologi dovevano essere considerati parte della vettura stessa. Pertanto, il supporto e il segnatempo (tutti i 51 componenti sono stati ideati e prodotti da Bovet) dovevano essere testati come qualunque altra parte della vettura per verificarne vibrazioni, sicurezza, protezione e molto altro. Nessun altro orologio è mai stato sottoposto a una tale serie di prove e collaudi, addirittura fino ai crash test. BOVET 1822 è stata sfidata a sviluppare segnatempo che potessero essere indossati al polso e trasformati istantaneamente in orologi da Continua a leggere

Patek Philippe e i suoi nuovi Aquanaut da uomo

Patek Philippe Aquanaut Chronograph

Immagine 1 di 2

   

Nel 1976, con il lancio del celebre Nautilus, Patek Philippe impose la sua visione di eleganza sportiva. Nel 1997, poi, presentò un altro segnatempo sportivo di alto livello, anch’esso oramai iconico: l’Aquanaut. La cassa e la lunetta ottagonale arrotondata sono ispirate al Nautilus pur mantenendo una loro originalità, grazie anche all’alternanza di finiture lucide e satinate. Il quadrante e il bracciale presentano colori coordinati e sono entrambi decorati con un motivo damier a rilievo. Un’altra caratteristica distintiva è data dal cinturino in materiale composito hi-tech, impermeabile, morbido, confortevole e piacevole al tatto, che si distingue per l’ottima resistenza alla trazione, all’usura, all’acqua salata e ai raggi UV. L’Aquanaut, presentato in un modello in acciaio con quadrante e cinturino di colore nero, conquistò subito il pubblico, soprattutto la clientela più giovane che finalmente aveva la possibilità di entrare nel mondo esclusivo di Patek Philippe. Nel corso degli anni, la collezione Aquanaut da uomo si è arricchita di numerose versioni: nel 2007, in occasione del decimo anniversario, Patek Philippe intervenne sul design del modello di base rivisitando i motivi a rilievo del quadrante e del bracciale, per dar loro ancora più slancio, e introducendo un nuovo cinturino integrato che segue la linea della cassa tra le anse. Questo Aquanaut (40,8 mm di diametro), dotato del calibro 324 S C a carica automatica, è disponibile in Continua a leggere

Breguet Marine: nuove varianti 2021

Breguet Marine 5517

Immagine 1 di 11

   

Breguet (storica Manifattura fondata nel 1775) presenta in questi giorni delle nuove varianti dei suoi splendidi Marine 5517, 5527 e 5547. La prima referenza punta su un aspetto “minimal”, con un’indicazione a tre lancette completa di datario. Il modello 5527, invece, ha la funzione cronografo con «flyback» e la misura del tempo è indicata da una grande lancetta centrale; tre contatori situati fra le ore 3 e le ore 9 indicano i minuti cronografici, le ore e i piccoli secondi. La referenza 5547, infine, offre una funzione sveglia e indica un secondo fuso orario. Tutti e tre i segnatempo hanno la data in un’apposita finestrella. I tre modelli che vi descrivo hanno i numeri romani e gli indici luminescenti, con le famose lancette Breguet «à pomme» in oro sfaccettato luminescenti e una lancetta centrale dai sottili dettagli marini. I cinturini proposti in abbinamento sono in pelle, caucciù o metallo. Con la presentazione delle prime versioni delle referenze 5517, 5527 e 5547 nel 2018, Breguet introdusse nella Continua a leggere

Girard-Perregaux Tourbillon con Tre Ponti Volanti Aston Martin Edition

Girard-Perregaux Tourbillon con Tre Ponti Volanti Aston Martin Edition

Immagine 1 di 6

   

Oggi è stato presentato il primo orologio nato dalla partnership tra Girard-Perregaux e Aston Martin: il Tourbillon con Tre Ponti Volanti Aston Martin Edition. Questo nuovo modello celebra l’iconico orologio da tasca Tre Ponti del XIX secolo in chiave più contemporanea fin nei minimi dettagli, cinturino compreso. Quest’ultimo infatti è una prima mondiale: proposto in pelle di vitello nera, presenta il Rubber Alloy di Girard-Perregaux, un innovativo inserto in caucciù con iniezione di oro bianco. Il design del cinturino ricorda le auto da corsa Aston Martin del passato. La cassa di 44 millimetri del Tourbillon con Tre Ponti Volanti – Aston Martin Edition è realizzata in titanio grado 5, una lega resistente e ipoallergenica selezionata da Aston Martin per le sue caratteristiche di leggerezza ed è rivestita di DLC nero. Una curiosità: il minerale di titanio fu scoperto in Gran Bretagna lo stesso anno in cui fu fondata Girard-Perregaux, il 1791. Un “box” in vetro zaffiro è posizionato sia sulla parte anteriore sia su quella posteriore, per far sì che la Continua a leggere

TUDOR BLACK BAY CERAMIC

TUDOR BLACK BAY CERAMIC

Immagine 1 di 6

   

Oggi vi racconto in anteprima del nuovo TUDOR; mi riferisco al Black Bay Ceramic, uno splendido orologio caratterizzato da una cassa in ceramica nera opaca, un movimento di Manifattura e la certificazione Master Chronometer rilasciata dal METAS. La cassa ha un diametro di 41 mm di diametro (dimensione ottimale) e il quadrante è bombato color nero opaco, con indici delle ore applicati e lancette “Snowflake”, (caratteristica distintiva degli orologi subacquei TUDOR dal lontano 1969), con rivestimento fosforescente Swiss Super-LumiNova®. Il Black Bay Ceramic di TUDOR è stato sottoposto a una serie di test rigorosi al fine di conseguire lo status di Master Chronometer (primo orologio TUDOR a conseguirlo). La certificazione Master Chronometer del METAS è completa e riguarda tutte le principali caratteristiche funzionali di un orologio, tra cui la precisione, la resistenza ai campi magnetici (fino a 15.000 gauss), l’impermeabilità (200 metri) e Continua a leggere

Locman Montecristo Skeleton in Rose Gold

Locman Montecristo Skeleton Rose Gold

Immagine 1 di 2

   

Oggi vi presento una nuova versione del Locman Montecristo Skeleton, modello iconico del brand italiano: l’orologio, infatti, si arricchisce di dettagli in Rose Gold che lo rendono ancora più bello. Il Rose Gold è un cromatismo che impreziosisce questo orologio meccanico a carica automatica nella lunetta, nella corona e nelle sfere con rivestimento pvd dalle sfumature rosate. Il movimento a vista Swiss Made, frutto della collaborazione tra la Scuola Italiana di Orologeria e l’atelier svizzero Depa Swiss, ha una riserva di carica tra le 60 e le 72 ore, garantita da una massa oscillante bidirezionale in tungsteno personalizzata Locman. La cassa del Montecristo Skeleton Rose Gold, in acciaio AISI 316L e fondo in titanio, è composta da Continua a leggere

Bell & Ross BR 05 Skeleton Nightlum 500 Limited Edition

BR 05 SKELETON NIGHTLUM

Immagine 1 di 6

   

Lanciata 2 anni fa, la collezione BR 05 si arricchisce quest’anno di funzionalità particolarmente “luminose”: per Bell & Ross, infatti, la leggibilità è uno dei suoi principi guida fin dall’inizio. Il tema LUM è diventato una delle caratteristiche più autentiche del marchio; e forte del successo dei suoi predecessori (il BR 05 SKELETON presentato con movimento scheletrato grigio nel 2019 e blu nel 2020) il BR 05 SKELETON NIGHTLUM  si veste oggi di colore nero e punte di verde. Il BR 05 appartiene alla famiglia di orologi con bracciale integrato: il bracciale si fonde con la cassa per creare un pezzo unico. La caratteristica principale dei segnatempo BR 05 SKELETON, però, è il lavoro di scheletratura sul movimento e la valorizzazione della bellezza e della raffinatezza della meccanica fine. Tradizionalmente utilizzata nell’ambito dell’Alta Orologeria, la tecnica della scheletratura enfatizza il movimento, eliminando quanto più materiale possibile per rivelare l’essenziale. Il risultato è una combinazione di resistenza ed estrema leggerezza. Dotato del calibro BR-CAL.322, avvolto a 360° da una massa oscillante rivestita di PVD nero, il fondello svela con discrezione il movimento scheletrato di manifattura. Il quadrante scheletrato svela il movimento, anch’esso completamente ricoperto in Continua a leggere