Officine Panerai Submersible S BRABUS Blue Shadow Edition – PAM 1241

Officine Panerai Submersible S BRABUS Blue Shadow Edition PAM 1241

Immagine 1 di 5

  

In occasione dell’inaugurazione del 2022 Palma International Boat Show che si terrà a partire da oggi fino al 1 maggio 2022 a Palma di Maiorca, Officine Panerai svela il nuovo Officine Panerai Submersible S BRABUS Blue Shadow Edition – PAM 1241 che debutta abbinato al luxury day-boat di BRABUS Shadow 900 Deep Blue. Realizzato in una serie limitata di 200 pezzi, quest’orologio è il secondo modello di Officine Panerai nato dalla collaborazione con Brabus, marchio tedesco di ingegneria di lusso specializzato in veicoli ad alte prestazioni. L’obiettivo di questa collaborazione, iniziata con la presentazione del modello Panerai Submersible S BRABUS Black Ops Edition (PAM 1240) ispirato al design della linea di yacht BRABUS “Shadow Black Ops”, è quello di incrementare la propria presenza e visibilità sia nel mondo dell’orologiera sia in quello della nautica. Dato che entrambi i marchi sono legati al mondo marino altro non si poteva proporre che un nuovo modello Submersible.

Continua a leggere

OMEGA Seamaster Planet Ocean Ultra Deep

OMEGA Seamaster Planet Ocean Ultra Deep

Immagine 1 di 12

 

Ieri ho avuto modo di vedere alcune delle novità di OMEGA del 2022. E una più di tutte mi ha veramente affascinato. Ma andiamo con ordine. Nel 2019, i primissimi orologi OMEGA Ultra Deep hanno scritto un nuovo record avventurandosi nel punto più profondo del pianeta Terra: 3 orologi Ultra Deep, infatti, hanno accompagnato l’esploratore Victor Vescovo nella missione sul fondale della Fossa delle Marianne nell’Oceano Pacifico, il punto più profondo mai raggiunto da un essere umano (e da un orologio). Due di questi orologi erano fissati al braccio robotico del sommergibile, mentre il terzo a un’unità di raccolta dati chiamata Lander. Tutti e tre gli esemplari hanno portato a termine l’immersione durata 12 ore senza problemi.  E quest’anno la tecnologia che ha reso possibile quell’immersione è stata trasformata in una collezione impermeabile fino a 6000 metri, con modelli da 45,5 mm declinati in materiali dalle performance elevate e dai design con brevetto attualmente in corso di registrazione. La storia che lega OMEGA all’oceano inizia nel Continua a leggere

TUDOR Pelagos FXD

TUDOR Pelagos FXD

Immagine 1 di 7

Sin dagli anni ’50, quando TUDOR creò uno dei primi orologi subacquei professionali moderni, il Marchio ha regolarmente fornito orologi alla Marina militare francese Nel 1956, infatti, il Groupe d’Étude et de Recherches Sous-Marines (G.E.R.S.), un organismo scientifico della Marina francese con sede a Tolone, prese in consegna alcuni orologi Oyster Prince Submariner per valutarne le prestazioni in situazioni di utilizzo reali. Si trattava delle referenze 7922 e 7923, entrambe impermeabili fino a 100 metri e animate, rispettivamente, da un movimento a carica automatica e uno manuale. L’impermeabilità di questi orologi fu giudicata “perfetta” e le loro prestazioni “completamente accurate”, consentendo a TUDOR di ottenere lo status di fornitore ufficiale della Marina francese nel 1961. Nei decenni successivi TUDOR continuò a sviluppare orologi subacquei adottati dalla Marina francese. Tra questi, il più famoso resta a tutt’oggi la referenza 9401, con l’iconico blu del quadrante e della lunetta. Caratterizzati dall’incisione sul fondello delle iniziali “M.N.” seguite dall’anno di emissione, gli orologi furono forniti in due configurazioni: con indici delle ore e lancette “Snowflake” e, più tardi, con indici delle ore triangolari. Questo modello fu presentato a metà degli anni ’70 e fu fornito alla Marina francese fino agli anni ’80. E oggi TUDOR torna a collaborare con la Marine Nationale: sviluppato in collaborazione con i loro uomini rana, il modello Pelagos FXD è basato su una serie di specifiche tecniche, includendo molte caratteristiche mai viste prima negli orologi TUDOR, come le barrette fisse per l’attacco del cinturino (da qui il nome Continua a leggere

Eberhard & Co. Scafograf 300 Edizione MCMLIX: ora anche in blu

Eberhard & Co. Scafograf 300 MCMLIX

Immagine 1 di 4

Lo Scuba in blu. Eberhard & Co., complice il successo dell’edizione celebrativa SCAFOGRAF 300 Edizione “MCMLIX” presentata lo scorso anno in omaggio all’anno in cui Eberhard & Co. presentò la collezione SCAFOGRAF, si arricchisce di una nuova versione in blu, colore ufficiale del marchio. Novità che apprezzo e condivido dato che un orologio subacqueo non può non avere l’”esigenza” di vestirsi anche e, soprattutto, di blu. Ricordiamo che la collezione SCAFOGRAF, lanciata nel 1959 in pieno boom economico, desiderava andare incontro alle esigenze degli appassionati dell’affascinante quanto misterioso mondo sommerso. Lo Scafograf era all’epoca declinato in due versioni di cui uno impermeabile a 100 e l’altro a 200 metri. Oltre a rivelarsi con il tempo uno dei maggiori successi della Manifattura di La Chaux-de-Fonds, questo modello divenne ben presto uno degli orologi da immersione più ambiti dagli amanti del profondo blu. Nel tempo Eberhard & Co. propose altre versioni: dallo Scafograf 300 fino ad un vero e proprio strumento di lavoro subacqueo in grado di resistere fino a 1.000 metri di profondità.

Continua a leggere

Blancpain e i nuovi Fifty Fathoms Tourbillon 8 Jours

Blancpain Fifty Fathoms Tourbillon 8 Jours in titanio

Immagine 1 di 5

 

Il ben conosciuto e apprezzato orologio da immersione Fifty Fathoms Tourbillon 8 Jours di Blancpain, viene oggi proposto in 2 nuove versioni: quella in titanio, leggerissima, e quella in oro rosso. L’orologio è il perfetto connubio fra la grande complicazione e le alte prestazioni grazie anche al tourbillon volante che effettua il suo giro nell’apertura di un bellissimo quadrante blu. Il tourbillon venne introdotto sul questo modello nel 2007, in occasione del lancio della moderna collezione Fifty Fathoms. Le due nuove versioni di questo prestigioso orologio da immersione danno ampio spazio a questa grande complicazione attraverso un quadrante blu puro dotato di una finitura soleil. Il tourbillon, detto «volante» perché privo del ponte superiore per trainare la sua gabbia, sembra fluttuare in una grande apertura rotonda a ore 12. La complessità tecnica di questa costruzione orologiera contrasta con lo stile sportivo degli indici, delle lancette e della lunetta. Quest’ultima rimane un elemento chiave dell’orologio, con il suo Continua a leggere

OMEGA Seamaster Diver 300M Black Black

OMEGA Seamaster Diver 300 Black Black

Immagine 1 di 7

  

Il Seamaster Diver 300, è stato presentato per la prima volta da OMEGA nel 1993, diventando da subito uno degli orologi subacquei più apprezzati. E quest’anno la collezione si arricchisce di un nuovo modello completamente nero, per il quale OMEGA ha sfruttato la versatilità della ceramica per creare un orologio in tonalità contrastanti da un unico colore. E’ un orologio stupendo (io stesso ne sono rimasto folgorato appena l’ho visto in boutique), che va visto dal vivo per apprezzarlo ancora di più. Il Seamaster Diver 300M Black Black è inaspettatamente (viste le tonalità scure) facile da leggere, anche al buio: requisito fondamentale per un orologio subacqueo. La cassa lucida-spazzolata da 43,5 mm in ceramica nera è dotata di un cinturino in caucciù nero integrato con una fibbia in ceramica; credetemi, era da tanto tempo che non trovavo un orologio con dimensioni così importanti che comunque calzasse a pennello sul mio polso sottile! Una delle foto della galleria lo testimonia. Per non parlare del senso di Continua a leggere

TAG Heuer Aquaracer è tornato!

TAG Heuer Aquaracer 300

Immagine 1 di 9

 

Il nuovo modello dello storico orologio subacqueo di TAG Heuer è stato chiamato Aquaracer Professional 300. Con la sua estetica d’impatto, immediatamente riconoscibile, incarnata dall’emblematica lunetta a 12 faccette, l’Aquaracer è stato pensato sia per il quotidiano sia per il tempo libero decisamente contemporaneo. Il primo Aquaracer fu lanciato nel 1978: l’Heuer Ref. 844, che si contraddistingueva per l’indimenticabile design del quadrante con scala 24 ore rossa, gli indici orari luminescenti ad alta visibilità e la lunetta da sub girevole con scala minuti trasparente per cronometrare le immersioni in tutta sicurezza. Definì gli standard di affidabilità per gli orologi da sub e fu adottato da professionisti e amatori della disciplina in tutto il mondo. Nei 40 anni successivi, TAG Heuer ha presentato celebri modelli quali il Night Diver e gli esemplari 1000 e 2000 Series. Per la collezione di debutto di Aquaracer Professional 300, i designer di TAG Heuer hanno voluto creare un segnatempo per immersioni audace, altamente performante ed ergonomico in pieno stile TAG Heuer. Inoltre, volevano rispettare la tradizione di orologi da sub dell’azienda e, al contempo, offrire materiali e design ricercati, all’altezza delle aspettative del cliente di oggi. Un compito che significava lavorare con le sei caratteristiche iconiche della collezione Aquaracer, rinnovarle e ottimizzarle. Sin dal 1983, la linea si distingue per la lunetta girevole unidirezionale, la corona a vite, l’impermeabilità fino ad almeno 200 metri, indicatori luminescenti, il vetro zaffiro e la fibbia con doppio sistema di sicurezza – funzioni pratiche sulle quali fanno affidamento i Continua a leggere

Officine Panerai Submersible eLAB-ID™ PAM01225

Officine Panerai Submersible eLAB-ID™ PAM01225

Immagine 1 di 5

 

L’ora della sostenibilità è scattata. Il concept watch Officine Panerai Submersible eLAB-ID™ PAM01225 è l’orologio realizzato con la più alta percentuale di materiale riciclato al mondo. Il 98,6% del suo peso totale proviene infatti da materiali che prevedono un alto tasso di elementi riciclati. La cassa, il quadrante sandwich ed i ponti sono in EcoTitanio™, una lega di titanio riciclato, metallo leggero di origine aerospaziale composto per oltre l’80% da puri elementi riciclati. Il PAM01225, dal peso di soli 98 grammi, è inoltre il primo orologio a utilizzare SuperLuminova™ riciclata al 100% sul quadrante e sulle lancette e silicio riciclato al 100% per la realizzazione dello scappamento del movimento. Anche la maggior parte dei componenti principali, dal vetro zaffiro alle lancette in oro bianco, é ottenuta da materiale riciclato.  All’interno della cassa (44 mm) in EcoTitanio™ spazzolato è alloggiato il calibro automatico P.900e che offre le funzioni di ore, minuti e piccoli secondi visibili a ore 9 (4,2 mm di spessore, 161 componenti, 17 rubini riciclati, 5 rubini, 28.800 alternanze/ora, dispositivo Incabloc™ anti-shock, un bariletto, tre giorni di riserva di marcia). Ad incorniciare il quadrante sandwich in EcoTitanio™ grigio, con indici e punti luminosi, vi è la lunetta girevole unidirezionale in EcoTitanio™ spazzolato con zigrinatura lucida ed incisione microsabbiata per il calcolo del tempo di immersione (fino a 30 bar). Immancabile il dispositivo di protezione della corona Safety Lock (protetto da marchio). La cassa, le platine di base ed i ponti del movimento, tutti in EcoTitanio™, sono stati lavorati interamente presso la Manifattura Panerai di Neuchâtel. Ogni aspetto del movimento dell’orologio, compreso l’assemblaggio, i test prodotto e il controllo di qualità, sono eseguiti in-houseCon il nobile progetto del modello Submersible eLAB-ID™ PAM01225, realizzato in un’edizione limitata di 30 esemplari, Officine Panerai desidera contribuire a promuovere un modello produttivo orologiero più responsabile dal punto di vista dell’impatto ambientale. Continua a leggere

OMEGA Seamaster 300

OMEGA Seamaster 300

Immagine 1 di 5

 

Il Seamaster 300 fu presentato da OMEGA nel 1957. L’originale Seamaster 300 arrivò in un momento di grandi cambiamenti in tutto il mondo: la scienza e l’industria stavano progredendo rapidamente e OMEGA era determinata a rispondere con una serie di orologi interamente dedicati ai professionisti. Nel 1957 nacque così la collezione “Professional Trilogy”, che comprendeva lo Speedmaster, il Railmaster e il Seamaster 300II Seamaster 300, come parte di quella famiglia, fu lanciato come il primo orologio subacqueo professionale di OMEGA. Il design si distingueva per il quadrante nero, gli indici luminosi e le grandi lancette, che lo rendevano molto semplice da usare e di facile lettura in ogni condizione. L’orologio, oltre a offrire un ingegnoso sistema di impermeabilizzazione ad alta pressione, introdusse anche la prima lunetta subacquea di OMEGA, costruita con una speciale funzione di sicurezza per evitare che girasse accidentalmente durante le immersioni. Tutto ciò lo fece diventare uno degli orologi subacquei più famosi e apprezzati.  E oggi vi presento la nuova collezione. E’ migliorato il nuovo Seamaster 300? La risposta secondo me è si! Questi segnatempo sono non solo più sottili delle edizioni precedenti, grazie al Continua a leggere

Il nuovo SCAFOGRAF 300 Edizione “MCMLIX” di Eberhard & Co.

Eberhard & Co. SCAFOGRAF 300 Edizione “MCMLIX”

Immagine 1 di 12

 

Orologeria e diving. Eberhard & Co. presenta il nuovo SCAFOGRAF 300 Edizione “MCMLIX”. Quando penso ad un orologio subacqueo, lo SCAFOGRAF è tra i primi modelli che mi viene in mente. La collezione SCAFOGRAF, lanciata nel 1959 in pieno boom economico, desiderava andare incontro alle esigenze degli appassionati dell’affascinante mondo sommerso. Lo Scafograf era all’epoca declinato in due versioni di cui uno impermeabile a 100 e l’altro a 200 metri. Oltre a rivelarsi con il tempo uno dei maggiori successi della Manifattura di La Chaux-de-Fonds, questo modello divenne presto uno degli orologi da immersione più desiderati dagli amanti del profondo blu. Nel tempo Eberhard & Co. propose altre versioni: dallo Scafograf 300 fino ad un vero e proprio strumento di lavoro subacqueo in grado di resistere fino a 1.000 metri di profondità. Nei giorni passati ho avuto il piacere di ammirare ed indossare la sua edizione celebrativa chiamata “MCMLIX”, la nuova versione in numeri romani in omaggio all’anno in cui Eberhard & Co. presentò la collezione SCAFOGRAF. Quest’ultima referenza si affianca alla riedizione dell’automatico SCAFOGRAF 300 (cassa in acciaio di 43 mm, lunetta in ceramica girevole unidirezionale, vetro zaffiro bombato e valvola per la fuoriuscita dell’elio) che, nel 2016, vinse il Grand Prix d’Horlogerie de Genève nella categoria “orologio sportivo”.

Continua a leggere