Blancpain Fifty Fathoms Automatique 42 mm

Blancpain Fifty Fathoms Automatique 42 mm titanio

Image 1 of 4

L’anno scorso Blancpain aveva già presentato la sua prima cassa di 42 mm sul modello in acciaio ed edizione limitata Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 1. Oggi propone il Blancpain Fifty Fathoms Automatique 42 mm in oro rosso e in titanio e non più come edizione limitata: bravi!  Nato nel 1953, il Fifty Fathoms è il primo vero orologio subacqueo: la robustezza, l’impermeabilità, il sistema di lunetta girevole sicura, l’antimagnetismo e l’estrema leggibilità di questo segnatempo sono tutte caratteristiche progettate appositamente per l’immersione sottomarina. Il Fifty Fathoms rivede la luce nel 2003, grazie a Marc A. Hayek, Presidente e CEO di Blancpain e appassionato di immersioni. E nel 2007 viene presentato il Fifty Fathoms Automatique da 45 mm, dotato del calibro 1315 appositamente sviluppato, con riserva di carica di 5 giorni (grazie ai 3 bariletti montati in serie). Questo movimento troverà posto anche sul Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 1, il primo segnatempo (in edizione limitata) a celebrare il settantesimo anniversario del Continua a leggere

Bell & Ross BR 03-92 Diver Black & Green Bronze 

BR 03-92 DIVER BLACK & GREEN BRONZE

Image 1 of 3

Bell & Ross ha presentato una nuova versione dell’iconico BR 03 Diver, combinando una cassa in bronzo di 42 mm con un bel quadrante verde brillante; il risultato è il BR 03-92 Diver Black & Green Bronze in edizione limitata di 999 esemplari. Lega durevole fatta di rame e stagno, il bronzo è stato scoperto e usato dopo l’Età della Pietra a prima dell’Età del Ferro, tra il 3000 e il 1000 a.C. Nell’orologeria, a parte alcuni tentativi per gli orologi militari negli anni ’30 e ’40, è apparso veramente solo alla fine degli anni ’70 e negli ultimi anni sta vivendo una vera e propria “età d’oro”, più per una questione estetica che tecnica, grazie alla patina che con il tempo si ossida, conferendo agli orologi in bronzo un quid in più. Il primo orologio diver di Bell & Ross fu l’Hydromax, lanciato nel 1997 e che stabilì un record mondiale di impermeabilità fino a 11.100 metri, record ottenuto grazie al riempimento della cassa con un olio fluorurato trasparente brevettato. Nel 2007 fu la volta di un secondo orologio subacqueo apparso con la collezione BR 02, impermeabile fino a 1.000 metri. In termini tecnici, il BR 02 è dotato di una valvola di decompressione a elio e di un vetro zaffiro bombato ultraresistente, essenziali per le immersioni in saturazione. Dal 2017, con l’arrivo del BR 03-92 Diver, all’interno della famiglia degli orologi strumento, Bell & Ross ha adottato un nuovo approccio estetico grazie alla caratteristica cassa che prevede un “tondo nel quadrato”. Nel 2022, Bell & Ross ha aggiunto una notevole e sorprendente variante, intagliando la cassa quadrata da 42 x 42mm nel bronzo. E oggi il nuovo BR 03-92 Diver Black & Green Bronze assume un fascino neoretrò. Il quadrante verde è altamente leggibile e i Continua a leggere

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 3

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 3

Image 1 of 4

Pochi giorni fa, Blancpain ha presentato il terzo atto del settantesimo anniversario del suo iconico orologio subacqueo, il Fifty Fathoms. Battezzato “Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 3“, il modello è ispirato al MIL-SPEC, orologio che fu adottato dai principali eserciti della sua epoca e reinterpretato con indicatore dell’impermeabilità in un’edizione limitata in 555 esemplari. Pur fedele all’estetica e ai 41,30 mm di diametro originali, il Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 3 è realizzato in bronzo dorato da 9 carati. Durante un’immersione nel mare di fronte a Cannes all’inizio degli anni Cinquanta, Jean-Jacques Fiechter, all’epoca condirettore di Blancpain e appassionato subacqueo, si ritrovò all’improvviso a corto di ossigeno; un’esperienza gli fece capire quanto fosse fondamentale per i subacquei disporre di uno strumento di misurazione del tempo adatto alle esigenze delle immersioni sottomarine, spingendolo a creare, nel 1953, il Fifty Fathoms, il primo vero orologio subacqueo al mondo. Tra le caratteristiche più significative di quell’orologio, non si possono non menzionare il meccanismo a carica automatica (per ridurre l’usura delle guarnizioni della corona rispetto a un movimento a carica manuale), la resistenza al magnetismo (problema esistente anche in ambito subacqueo), l’impermeabilità minima di Continua a leggere

Omega Seamaster in Summer Blue

OMEGA Seamaster Ultra Deep

Image 1 of 13

Quest’anno OMEGA rende omaggio al modello lanciato 75 anni fa con una collezione di 7 modelli Seamaster (e 11 orologi in totale). Comune a tutti la tonalità OMEGA Summer Blue, che è presente con minore o maggiore intensità per indicare il livello di impermeabilità di ogni Seamaster. La storia del Seamaster ha inizio 16 anni prima della sua nascita, con il lancio nel 1932 dell’OMEGA “Marine”, il primo segnatempo subacqueo al mondo per uso civile, testato con successo a 73 metri di profondità nelle acque del Lago di Ginevra, ma impermeabile fino a 135 metri quando fu sottoposto a test di pressione presso il Laboratorio di ricerca orologiera di Neuchâtel. Lanciata nel 1948 in occasione del centenario di OMEGA, la collezione Seamaster univa la tecnologia a un’estetica elegante, permettendo a questa collezione di diventare il modello di riferimento per i subacquei. Vediamo più nel dettaglio i nuovi segnatempo.

All’epoca del lancio nel 2002, il sobrio quadrante del Seamaster Aqua Terra richiamava le linee essenziali del Seamaster 300 originale del 1957. Negli anni, OMEGA ha introdotto dettagli ispirati all’oceano, come i quadranti con motivo teak che ricordano i ponti degli yacht e gli indici a forma di scafo. La collezione OMEGA Aqua Terra include ora tre nuovi modelli con cassa simmetrica e corona in acciaio inossidabile. L’edizione da 38 mm, animata dal calibro OMEGA Co-Axial Master Chronometer 8800, presenta un bracciale lucido e spazzolato a maglie rotonde e indici a forma di scafo. Il modello da 41 mm, invece, offre la scelta tra un bracciale abbinato e un cinturino in caucciù blu. Il cuore pulsante è il calibro OMEGA Co-Axial Master Chronometer 8900. Tutti gli orologi dispongono di un nuovo quadrante con finitura spazzolata a raggi di sole nella tonalità Summer Blue, con una finitura sfumata che riflette il livello di impermeabilità (150 metri) del modello Aqua Terra.

Con la sua indicazione giorno-notte e il quadrante in cui sono riportate in modo circolare le destinazioni di tutto il mondo, l’Aqua Terra Worldtimer da 43 mm in acciaio inossidabile, con bracciale abbinato o cinturino in caucciù blu, presenta una vista a colori della Terra e un cerchio con le destinazioni mondiali stampate in argento. Congiungendo i display esterno e interno, il vetro esalite rivela un’indicazione delle Continua a leggere

Breil: la nuova collezione di cronografi Manta 1970 Solar

Breil Manta 1970 Solar

Image 1 of 3

Io sono Manta. Sportivo, robusto, affidabile, performante ed ora anche più sostenibile. Prima di raccontarvi il nuovo cronografo Breil Manta 1970 Solar, credo sia opportuno condividere con voi un po’ la sua storia. Breil, marchio italiano nato a Milano nel 1935, presentò la collezione Manta nel 1970. Inizialmente la collezione era composta da orologi pensati per essere i compagni d’avventura dei sub professionisti; brevetti e bollettini di collaudo accompagnavano infatti gli orologi a garanzia della resistenza alle elevate profondità dichiarate. Negli Anni 80, grazie ad una serie di orologi che non si rivolgevano più solo agli sportivi, Manta si affermò in modo massiccio sul mercato. Proposti come prettamente maschili, i modelli Manta divennero, al fine degli Anni 90, espressione di anticonformismo: è quasi impossibile non ricordarsi la pubblicità “Toglietemi tutto ma non il mio Breil” diventato successivamente “Don’t touch my Breil”. Allora, per la prima volta, una donna si appropriava di un oggetto tipicamente maschile e lo indossava con disinvolta intraprendenza. Negli anni, Breil ha presentato diverse varianti del Manta, tutte accumunate dal medesimo carattere sportivo ricco di personalità. Ora, anno 2023, Manta, che si conferma la collezione di orologi più iconica di Breil (non a caso viene anche definita come “brand nel brand”), si rinnova pur mantenendo le sue caratteristiche che la fanno apprezzare da sportivi e non. Continua a leggere

Tudor Black Bay 54

Tudor Black Bay 54

Image 1 of 7

  

In occasione di Watches & Wonders di Ginevra, Tudor ha “attualizzato” il suo primo orologio subacqueo, inserendolo nella collezione Black Bay. Nel lontano 1954, infatti, Tudor presentava la referenza 7922, orologio in seguito adottato dalla Marina francese e da quella statunitense. La cassa di 37 mm del Tudor Black Bay 54 (ora impermeabile fino a 200 metri) riprende le proporzioni del segnatempo del ‘54, ma il movimento è il Calibro di Manifattura MT5400 che presenta la finitura caratteristica di tutti i Calibri di Manifattura TUDOR: il suo rotore in tungsteno monoblocco è a vista e satinato con dettagli sabbiati, mentre i ponti e la platina hanno superfici sabbiate e lucide alternate e decorazioni a laser. Grazie al bilanciere a inerzia variabile, mantenuto in posizione da un Continua a leggere

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 – Tech Gombessa

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 - Tech Gombessa

Image 1 of 5

   

Blancpain, per il 70mo anniversario del Fifty Fathoms, ha presentato il secondo orologio celebrativo concepito per rispondere alle esigenze attuali del settore dell’immersione tecnica. Dotato di un’innovazione co-sviluppata da Marc A. Hayek, Presidente & CEO di Blancpain, e Laurent Ballesta, fondatore del progetto Gombessa, questo strumento battezzato «Tech Gombessa» consente per la prima volta di misurare il tempo di immersione con un lasso di tempo fino a 3 ore! Da quegli anni ’50 che videro appunto la nascita del Fifty Fathoms, lo sport di immersione si è evoluto in maniera clamorosa, caratterizzato in particolare da un sensibile allungamento dei tempi di immersione sott’acqua. E l’ultimo nato della collezione Fifty Fathoms, il Tech Gombessa, è infatti destinato a misurare la durata delle lunghe immersioni tecniche o le immersioni con un insieme di saturazione che possono arrivare a 3 ore. Nel 2019, dopo un anno di studio, Blancpain ha avviato lo sviluppo del progetto, iniziando dai due elementi chiave, che sono il Continua a leggere

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 1

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 1

Image 1 of 3

   

Nel 1953 Blancpain presentò il primo orologio da immersione moderno, il Fifty Fathoms. Nel 2003, cinquant’anni dopo, la Manifattura lanciò un’edizione anniversario limitata a tre serie da 50 orologi. Oggi, a 70 anni dall’uscita del primo Fifty Fathoms, Blancpain presenta un nuovo modello con cassa dal diametro inedito di 42 mm (più avanti spiegherò meglio) e realizzato in tre serie da 70 esemplari; 3 serie perché ognuna è dedicata a una regione del mondo – EMEA, Asia-Pacifico, Americhe – e porta un numero da I a III sul quadrante.  Il successo di questo orologio risale a 20 anni fa, quando Marc A. Hayek, appena giunto al vertice di Blancpain, scoprì l’ormai dimenticato Fifty Fathoms analizzando gli archivi del Marchio e decise di riportarlo a nuova vita. La rinascita del Fifty Fathoms è uno dei primi progetti da lui intrapresi dopo il suo arrivo in Blancpain. Siccome la Manifattura era impegnata quasi esclusivamente con gli orologi classici, era intelligente «tastare il terreno», per vedere come la clientela avrebbe potuto accogliere questo orologio sportivo. Nel 2003, in occasione dei 50 anni del Fifty Fathoms, perciò, il Marchio lancia il primo Fifty Fathoms contemporaneo, un’edizione limitata di tre serie da 50 esemplari. Il quadrante nero e i numeri e indici XXL riportano all’orologio originale, caratteristiche riconoscibili a prima vista. Novità importante l’impermeabilità della sua cassa, che non si limita più ai 50 fathoms (quasi 91 metri) ma è a tenuta stagna fino a Continua a leggere

Rolex Deepsea Challenge Oyster Perpetual

Rolex Deepsea Challenge Oyster Perpetual

Image 1 of 5

  

Il 1° novembre, il regista ed esploratore James Cameron ha presentato il primo Rolex completamente in titanio: l’Oyster Perpetual Deepsea Challenge. L’orologio è ispirato a quello sperimentale che accompagnò il regista il 26 marzo 2012 durante la sua storica immersione nella fossa delle Marianne a 10.908 metri sotto il mare. Il segnatempo, garantito impermeabile fino a 11.000 metri di profondità, è (come ho accennato sopra) realizzato in titanio RLX e dotato della valvola per la fuoriuscita dell’elio e del sistema Ringlock. Mentre l’orologio sperimentale del 2012 era stato fissato al braccio articolato del sommergibile di James Cameron, il Deepsea Challenge è stato progettato per essere indossato al polso. L’orologio ha un diametro importante di 50 mm, ma la lega di Continua a leggere