Zenith Chronomaster Original: la nuova versione del più iconico El Primero

Zenith Chronomaster Original

Immagine 1 di 6

   

A mio modesto parere, pochi orologi sono stati così iconici come lo Zenith A386, presentato nel 1969 come uno dei primi orologi in acciaio dotato del rivoluzionario calibro El Primero. Questo calibro è stato in assoluto il primo movimento cronografico automatico integrato ad alta frequenza. Nel corso degli anni, Zenith ha reso omaggio a molti dei suoi modelli storici, incluse le versioni in oro dell’A386 nella collezione Chronomaster Revival presentata in occasione del 50° anniversario di El Primero. Con Chronomaster Original, Zenith non solo propone una moderna reinterpretazione di un cronografo classico, ma fa anche un ulteriore passo avanti: mantiene il design intramontabile ed emblematico dell’A386, offrendo le prestazioni di un modello El Primero del 21° secolo, con una precisione e una misurazione del tempo al 1/10 di secondo. Appena li ho visti, il Chronomaster Original e l’A386 al quale si ispira, mi Continua a leggere

Zenith ripropone il Chronomaster Revival A3817

Zenith Chronomaster Revival A3817

Immagine 1 di 3

   

Quando il calibro El Primero di Zenith fece il suo debutto nel lontano 1969, la Manifattura lo inserì in due categorie orologiere: quella con i modelli più sportivi con cassa in acciaio di forma tonneau, e quella con i modelli più classici con cassa rotonda in acciaio o oro. Lanciato 2 anni dopo, l’A3817 costituì la classica eccezione alla regola: univa infatti la più sportiva cassa in acciaio di forma tonneau delle prime referenze El Primero allo straordinario quadrante tricolore dell’A386. Prodotto in soli 1000 esemplari, l’A3817 rimane una delle referenze più celebri e ricercate tra i primi modelli El Primero. Il Chronomaster Revival A3817 che vi descrivo oggi, presenta la stessa cassa da Continua a leggere

Zenith presenta Chronomaster Sport con una versione evoluta del calibro El Primero

Zenith Chronomaster Sport

Immagine 1 di 5

 

La nuova collezione Chronomaster Sport che vi presento oggi, segna l’inizio di una nuova era per l’iconico cronografo Zenith. Ancora una volta, il Chronomaster Sport si spinge oltre i limiti della precisione ad alta frequenza ed è la massima espressione del cronografo sportivo unico nel suo genere per stile e funzionamento. La Manifattura Zenith ha attinto all’esperienza del calibro El Primero incrementandone fortemente le prestazioni: l’indicazione dell’ora con una precisione di lettura al 1/10 di secondo è direttamente impressa sulla lunetta in ceramica nera – una caratteristica unica di questo orologio. Degno discendente della collezione Chronomaster, questo cronografo presenta un quadrante più raffinato, un bracciale integrato in acciaio dal comfort ottimizzato, finiture enfatizzate al massimo e una lettura a un decimo di secondo estremamente precisa. Caratterizzato da una cassa elegante e robusta in acciaio del diametro di Continua a leggere

Zenith Chronomaster Revival A385: rivive il primo El Primero del 1969

Zenith Chronomaster Revival A385

Immagine 1 di 4

 

Zenith ripropone uno dei primi e più emblematici cronografi dotati del rivoluzionario calibro El Primero, sotto forma di modello Chronomaster Revival. Il 1969 è stato certamente un anno da ricordare per Zenith: quell’anno la Manifattura presentò El Primero, il primo cronografo automatico ad alta frequenza in assoluto. Il suo debutto avvenne con tre diversi modelli in acciaio inossidabile. Uno di questi era l’A385, un cronografo in acciaio di forma tonneau con un affascinante quadrante sfumato di colore marrone, il primo quadrante “fumé” mai realizzato nell’industria orologiera. L’anno dopo il modello A385 suscitò l’attenzione internazionale quando partecipò all’“Operation Sky” di Zenith. Questo test estremo consisteva nel fissare l’orologio all’apparecchiatura di atterraggio di un Boeing 707 dell’Air France durante un volo da Parigi a New York per testarne la resistenza alle aggressioni esterne, come le variazioni drastiche di temperatura, la forza dei venti e le variazioni della pressione atmosferica. All’atterraggio, l’orologio funzionava ancora perfettamente! Questa impresa dimostrò concretamente che un Continua a leggere

Zenith ripropone il Chronomaster Revival A3817

Zenith Chronomaster Revival A3817

Immagine 1 di 3

   

Quando il calibro El Primero di Zenith fece il suo debutto nel lontano 1969, la Manifattura lo inserì in due categorie orologiere: quella con i modelli più sportivi con cassa in acciaio di forma tonneau, e quella con i modelli più classici con cassa rotonda in acciaio o oro. Lanciato 2 anni dopo, l’A3817 costituì la classica eccezione alla regola: univa infatti la più sportiva cassa in acciaio di forma tonneau delle prime referenze El Primero allo straordinario quadrante tricolore dell’A386. Prodotto in soli 1000 esemplari, l’A3817 rimane una delle referenze più celebri e ricercate tra i primi modelli El Primero. Il Chronomaster Revival A3817 che vi descrivo oggi, presenta la stessa cassa da Continua a leggere

Zenith Chronomaster Revival “Shadow”: l’ultima interpretazione del Chronomaster Revival

Zenith Chronomaster Revival "Shadow"

Immagine 1 di 5

 

Oggi vi racconto di un orologio “avvolto dal mistero”: si, perché per decenni la sua esistenza è sfuggita ai collezionisti come ai collaboratori di Zenith. La leggenda narra che nel 1970, non molto tempo dopo il lancio del rivoluzionario calibro El Primero, la manifattura produsse il prototipo di un cronografo a carica manuale racchiuso in una cassa in acciaio brunito (una vera rarità per i tempi!). Venne creato solo un numero ridotto di questo misterioso prototipo, ma il modello non fu mai commercializzato. Orologiai e dipendenti di lunga data di Zenith ne avevano sentito parlare e alcuni avevano persino visto uno dei rari prototipi. Ma niente di più. Fino all’anno scorso, quando Zenith per celebrare il 50° anniversario dell’iconico calibro cronografico, El Primero, ha iniziato a setacciare la soffitta segreta dove in passato Charles Vermot, storico maestro orologiaio di Zenith, aveva nascosto tutti i progetti e i componenti necessari alla produzione del movimento El Primero, trovando una scatola che racchiudeva il prototipo originale del cronografo nero che nessuno aveva più visto dai primi anni ‘70. Il tempismo era perfetto per completare il progetto del cronografo nero iniziato quasi cinquant’anni prima. Il Chronomaster Revival “Shadow”, piuttosto che riprodurre uno storico segnatempo Zenith, reinventa quello che avrebbe potuto essere. Largamente ispirato all’enigmatico prototipo del cronografo nero del 1970, lo “Shadow” è racchiuso in una cassa da Continua a leggere

Zenith DEFY Midnight

ZENITH_Defy Midnight

Immagine 1 di 2

 

E mi piace la notte ascoltare le stelle. Sono come cinquecento milioni di sonagli. Questa frase, tratta dal Piccolo Principe, l’opera più conosciuta di Antoine de Saint-Exupéry, potrebbe ben introdurre la nuova linea Zenith DEFY Midnight. Presentata a Dubai in occasione dell’edizione numero uno della LVMH Watch Week, è la prima volta che il marchio progetta un orologio da donna dalla A alla Z. Questa nuova collezione è dedicata alle donne dall’animo libero e fiero che, pur mantenendo i piedi ben ancorati per terra, non dimenticano di sognare rivolgendo il proprio sguardo verso il cielo perché, come si suol dire, bisogna sempre puntare alle stelle.

La cassa di questo orologio/gioiello (36 mm), impermeabile fino a 100 metri, è in acciaio inossidabile ed arricchita con diamanti taglio brillante (su lunetta e indici tranne al 3, carati 0,1). Al suo interno è custodito il calibro automatico di manifattura Elite 670 SK (28.800 A/ora, massa oscillante a forma di stella, datario a ore 3, riserva di carica di minimo 48 ore). Continua a leggere

Zenith El Primero A384 Revival

Zenith El Primero A384 Revival

Immagine 1 di 5

Quest’anno Zenith festeggia il 50° anniversario del calibro El Primero. Quando nel 1969 fu presentato per la prima volta, il calibro cronografico automatico El Primero riscosse subito un enorme successo. Era il primo movimento cronografico automatico ed esibiva una serie di caratteristiche uniche che gli hanno consentito di rimanere un movimento eccezionale per mezzo secolo: alta frequenza di 36.000 alt/ora, meccanismo cronografico con ruota a colonne e sistema di carica automatica che garantisce 50 ore di riserva di carica. In concomitanza con l’annuncio del movimento, nel 1969, venne annunciato anche il primo orologio che Continua a leggere

Zenith Defy Classic: una bella sorpresa

Zenith-Defy-Classic-Openworked

Immagine 1 di 9

Zenith è un marchio a cui sono affezionato per vari motivi. In primis l’amicizia che è nata con Paolo Cappiello (loro brand manager per diversi mercati) e poi per l’aver realizzato una Limited Edition per Orologi & Passioni. Eppure, devo dire, non avevo mai guardato per bene questo Zenith Defy Classic.E dire che aveva tutte le caratteristiche perché io lo notassi. E’ leggero (grazie alla cassa in titanio) e io amo molto questa caratteristica. Ha una cassa di ottime dimensioni (41mm), un bel quadrante scheletrato ed un prezzo consigliato al pubblico di 6.100 euro in linea con le sue peculiarità. Il movimento Elite è poi davvero interessante e molto ben realizzato. Quando mi è stato consegnato per la prova sono Continua a leggere

T Fondaco dei Tedeschi by DFS celebra il decimo anniversario di Masters of Time

Masters of Time - Jaquet Droz Petite Heure Minute

Immagine 1 di 21

 

Il Gruppo DFS, leader mondiale del travel retail di lusso, celebra nella sua sede veneziana, il bellissimo palazzo T Fondaco dei Tedeschi, il decimo anniversario di Masters of Time, evento mondiale dedicato agli orologi e ai gioielli più preziosi ed esclusivi, che mi vedrà presente. L’iniziativa, che si svolge ogni anno a dicembre a Macao, approda per la prima volta in Europa nel cinquecentesco edificio sul Canal Grande ristrutturato da Rem Koolhaas e sede, dal 2016, dell’esclusivo department store. Sono ben 75 i capolavori dell’alta orologeria e gioielleria selezionati da un team di esperti e firmati da 15 diversi marchi, esposti al pubblico all’interno di T Fondaco dei Tedeschi fino all’inizio di Continua a leggere