Heritage Tourbillon Skeleton di H. Moser & Cie.

Heritage Tourbillon Skeleton

Con il pezzo unico Heritage Tourbillon Skeleton che vi presento oggi, H. Moser & Cie.rende omaggio all’alta orologeria artigianale. L’Heritage Tourbillon Skeleton è un distillato dei 187 anni di competenza orologiera di H. Moser & Cie. e si ispira a un orologio da tasca H. Moser della fine del XIX secolo. La cassa di questo modello, in smalto inciso di uno straordinario blu e ornata di diamanti, ha ispirato gli orologieri della Manifattura di Sciaffusa a reinterpretare questo orologioi. La sua cassa è dotata di due copri-cassa ed è superbamente smaltata di viola, con lavorazione guilloché e diamanti incastonati, abbinata al moderno calibro di manifattura automatico scheletrato con tourbillon minuti. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Hublot: 10 anni di All Black. Ne parliamo con Augusto Capitanucci

Hublot All Black

Venerdì sera, in occasione di una piacevolissima serata organizzata da Pisa Orologeria a Milano per celebrare il 10° anniversario della collezione All Black di Hublot, ho avuto modo di intervistare Augusto Capitanucci che, oltre ad essere un amico, è il regional director di Hublot.

Iniziamo chiedendoti qualcosa su di te e sul tuo background…

Non penso mai per natura al passato ma alle sfide da affrontare quotidianamente e a quello che vorrei intraprendere. Sono da sempre un grande appassionato di auto e orologi, e la colpa (o la fortuna) è di mio nonno Augusto e di mio padre Carlo, con cui ho condiviso queste passioni e dai quali ho ereditato un’attrazione fortissima verso gli ottani e le alternanze ora. Il caso ha voluto che durante l’università, era scattata in me una gran voglia di scrivere di motori e orologi ed è così che sono entrato nel grande tourbillon del giornalismo orologiero, e non solo.

Passiamo a Hublot: raccontaci com’è nata…

Hublot è un vero e proprio caso. Nasce nel 1980 grazie all’intuizione di un imprenditore italiano, Carlo Crocco, su basi inconsuete, ovvero l’accostamento di materiali preziosi come l’oro a materiali tecnici come il caucciù. Elementi che poi resteranno i cromosomi fondamentali del DNA Hublot. Una crescita immediata e quasi incontrollabile che, come tutte le realtà di grande successo nel breve periodo, richiedono un supporto forte sia dal punto di vista del rinnovamento del prodotto e sia del marketing. Ed è qui che entra in gioco Jean-Claude Biver, nostro presidente, che nel 2005 lancia il Big Bang, orologio che decreta la svolta definitiva della storia recente di Hublot. A scrivere quella presente e futura, invece, ci sta pensando con notevole successo Ricardo Guadalupe, Ceo della manifattura, che sta sviluppando e moltiplicando i valori della marca, come la fusione dei materiali, il design unico e in continua evoluzione, partnership con cui condividere i propri valori e la comunicazione tramite serie limitate immediatamente riconoscibili e distintive.

Quali sono le cose più significative che ha fatto nel recente passato Hublot?

Ha cambiato il modo di vedere e percepire l’orologeria. Ci sono gli orologi nella più classica delle sue accezioni e poi c’è Hublot. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Bell & Ross BR-X1 Tourbillon Sapphire

Bell & Ross BR-X1 Tourbillon Sapphire

Con il lancio del BR-X1 CHRONOGRAPH TOURBILLON SAPPHIRE si apre un capitolo inedito della saga Bell & Ross. Ispirato alla strumentazione aeronautica, fedele ai valori e alle tradizioni Bell & Ross, ma con un design totalmente rivoluzionario, il BR-X1 è stato presentato nel 2015 in una spettacolare versione Chronograph Tourbillon. Oggi, Bell & Ross si spinge oltre, creando l’eccezionale BR-X1 CHRONOGRAPH TOURBILLON SAPPHIRE. Un orologio completamente trasparente grazie alla sua cassa in zaffiro. Erede delle tecniche orologiere tradizionali, ma estremamente contemporanea nel design e nelle finiture, la sofisticata scheletratura del movimento permette di osservare un’autentica coreogra a meccanica con l’avvio, l’arresto e l’azzeramento della funzione crono. Sposando tourbillon e cronografo, rispettivamente simboli di alta orologeria e sportività, il calibro esclusivo di questo segnatempo unisce i due simboli. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Zenith El Primero Tourbillon Skeleton e El Primero Skeleton Nero intenso

El Primero Tourbillon Skeleton

Oggi vi presento due notevoli orologi Zenith che fanno il loro ingresso sulla scena e rivelano il loro leggendario meccanismo attraverso un design scheletrito: El Primero Tourbillon Skeleton ed El Primero Skeleton Nero Intenso. La cassa in ceramica nera di 45 mm e il quadrante scheletrato avvolgono il quadrante scheletrato mostrando il meccanismo El Primero. Sono modelli dal meccanismo indubbiamente complesso: il primo abbina il tourbillon ad un cronografo ad alta frequenza, mentre il secondo scheletrato esibisce l’energia di un classico cronografo “El Primero”. Una novità per Zenith è la ceramica, appena entrata in collezione e che già “equipaggia” il movimento tourbillon cronografo automatico El Primero Calibro 4035 e l’El Primero Calibro 400B, l’erede del cronografo sviluppato da Zenith nel 1969.

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Breitling Chronospace Evo Night Mission

Breitling Chronospace Evo Night Mission

Adottando una cassa robusta e leggera in titanio nero, associata a un quadrante blu dai contatori ton-sur-ton, il cronografo elettronico Chronospace di Breitling assume un volto nuovo col modello appena uscito: il Chronospace Evo Night Mission.

La vocazione a scandire le grandi imprese salta all’occhio con la forza espressa dalla cassa in titanio satinato nero, ottenuto con un rivestimento ad alta resistenza a base di carbonio, e dalla nota inedita di un quadrante blu intenso. Come in tutti i «cruscotti» di Breitling, le indicazioni spiccano per la loro leggibilità ottimale, grazie anche alle grandi cifre quadrate e alle lancette luminescenti. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Hublot Big Bang Ferrari

Hublot Big Bang Ferrari

Hublot ha sempre creato modelli dal design inconfondibile e questo vale anche per la sua collaborazione con Ferrari, iniziata nel 2011. Collaborazione che prosegue con Il nuovo design che coniuga le idee all’avanguardia di Hublot con il linguaggio progettuale di Ferrari. La silhouette e le proporzioni perfette esaltano l’estetica del Cronografo Big Bang Ferrari, che esibisce dettagli estremamente funzionali ed eleganti al tempo stesso. Il contatore dei minuti e il datario alle ore 3 sono disegnati come il contagiri di un’auto e lo stile della data si ispira al tachimetro di una Ferrari. Il logo del Cavallino Rampante compare con discrezione alle ore 6. Il contatore dei minuti alle ore 9 ha la forma di una ventola. Le lancette di ore e minuti, completamente ridisegnate, offrono una migliore leggibilità̀. Invece di essere posizionati orizzontalmente, i numeri sono ora in linea con gli indici che sembrano fluttuare sopra il quadrante conferendo un look tridimensionale all’orologio. Il profilo della lunetta è stato ridisegnato con tacche a filo per le 6 viti, dando vita a un perfetto e raffinato equilibrio tra volumi innovativi e forme slanciate e funzionali; una forma più ergonomica che protegge le viti e prende ispirazione dai cockpit Ferrari.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Mido Baroncelli Calibro 80 Cronometro Silicio

Baroncelli Calibro 80 Cronometro Silicio

Per celebrare il 40° anniversario della collezione Baroncelli, Mido ha presentato il suo primo cronometro Calibro 80 con molla del bilanciere in silicio. Il Baroncelli Calibro 80 Cronometro Silicio (questo il nome), è dotato del nuovo movimento cronometro certificato COSC con molla del bilanciere in silicio. Sempre alla ricerca della perfezione, Mido ha deciso di migliorare ulteriormente il suo movimento di punta dotandolo di molla del bilanciere in silicio. Oltre a presentare proprietà antimagnetiche, questo componente offre una precisione a lungo termine e una resistenza agli urti maggiori rispetto ad una molla del bilanciere standard. Grazie al Calibro 80, il Baroncelli gode anche di una eccezionale autonomia, con una riserva di carica fino a 80 ore. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Rado HyperChrome 1616: prova al polso

Rado HyperChrome 1616

Ho avuto modo di provare un nuovo orologio di Rado, l’HyperChrome 1616; è proposto in titanio o in ceramica hi-tech lucida. Ed è proprio quest’ultima la versione che ho indossato per qualche giorno. È una reinterpretazione della collezione vintage Cape Horn di Rado, con la quale rende omaggio al quarto centenario della scoperta del promontorio sudamericano. Prima di descrivervi le sensazioni al polso, perciò, un po’ di storia! Nel 1616, due mercanti olandesi si spinsero oltre i limiti noti delle esplorazioni con la scoperta di Cape Horn, situato sulla punta estrema del Sud America, a conclusione di una tutt’altro che facile navigazione. Oggi Rado ripropone la Collezione presentata per la prima volta alla fine degli anni Sessanta, innovandola però per design e materiali. Iniziamo col descrivere la cassa: spigolosa e sicuramente inconfondibile, misura 46 mm (e come scrivevo sopra è disponibile in due colori, nero o metallico). Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Emporio Armani lancia un Hybrid Smartwatch

Emporio Armani Hybrid Smartwatch

Emporio Armani Hybrid Smartwatch

Emporio Armani entra oggi nel settore dei connected accessories presentando un hybrid smartwatch. “La tecnologia oggi influisce in modo determinante sulla nostra quotidianità. Esiste un’app per tutto, e trovo che in molti casi si tratti di invenzioni che migliorano concretamente la nostra vita. Sono felice di presentare un hybrid smartwatch, entrando con Emporio Armani nel mondo dei connected accessories. Questa linea di orologi coniuga ricerca stilistica, alto contenuto tecnologico, immediatezza e facilità d’uso”, ha dichiarato Giorgio Armani. Vediamoli più nel dettaglio. Emporio Armani Connected è una linea di orologi che unisce il design degli orologi Emporio Armani alla tecnologia mobile. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

GPHG (Grand Prix d’Horlogerie de Geneve): premiati i migliori orologi del 2016

MECHANICAL EXCEPTION AUDEMARS PIGUET – ROYAL OAK CONCEPT SUPERSONNERIE

Oggi più che alle parole scritte, vi lascio alle immagini con le quali sognare. Giovedì scorso infatti, al Théâtre du Léman di Ginevra, si è tenuta la cerimonia di premiazione del 16° Grand Prix d’Horlogerie de Genève (GPHG). Una giuria internazionale composta da ventisette esperti del campo ha annunciato gli Orologi dell’anno 2016, che si sono aggiudicati i 15 premi in palio oltre al più prestigioso trofeo del GPHG, l’Aiguile d’Or’, vinto quest’anno da Ferdinand Berthoud con il segnatempo Chronomètre Ferdinand Berthoud FB 1.

Di seguito l’elenco dei migliori Orologi dell’Anno 2016, che come scritto sopra potete ammirare nella photogallery che vi ho preparato!

Premio “Aiguille d’Or” Grand Prix 2016: Ferdinand Berthoud, Chronomètre Ferdinand Berthoud FB 1

Premio orologio dell’anno 2016 donna: Piaget, Limelight Gala Milanese Bracelet

Premio orologio dell’anno 2016 meccanico donna: Girard-Perregaux, Cat’s Eye Tourbillon with Gold Bridge

Premio orologio dell’anno 2016 uomo: Grönefeld, 1941 Remontoire [articolo]

Premio orologio dell’anno 2016 cronografo: Montblanc, 1858 Chronograph Tachymeter Limited Edition

Premio orologio dell’anno 2016 Tourbillon: Girard-Perregaux, La Esmeralda Tourbillon

Premio orologio dell’anno 2016 con Calendario: MB&F, Legacy Machine Perpetual

Premio orologio dell’anno 2016 da viaggio: Fabergé, Fabergé Visionnaire DTZ

Premio orologio dell’anno 2016 con meccanica eccezionale: Audemars Piguet, Royal Oak Concept Supersonnerie

Premio “Petite Aiguille” Prize 2016: Tudor, Heritage Black Bay Bronze [articolo]

Premio orologio dell’anno 2016 sportivo: Eberhard & Co, Scafograf 300

Premio orologio dell’anno 2016 gioiello: Chanel, Secret Watch “Signature Grenat”

Premio orologio dell’anno 2016 artistico: Piaget, Protocole XXL “Secrets & Lights” Venice Micro-Mosaic

Premio orologio dell’anno 2016 “Revival”: TAG Heuer, Heuer Monza Chronographe

Premio speciale assegnato dalla giuria orologio dell’anno 2016: The George Daniels Educational Trust

Infine il premio assegnato dal pubblico per l’orologio dell’anno 2016 è andato al Czapek Genève, 33 bis Quai des Bergues.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page