LANGE 1 FASE LUNARE «25th Anniversary» e Manifattura A. Lange & Sohne

LANGE 1 FASE LUNARE «25th Anniversary»

Immagine 1 di 5

Siamo giunti al sesto modello della collezione «25th Anniversary» di Lange, Il LANGE 1 FASE LUNARE «25th Anniversary» con indicazione delle fasi lunari e giorno/notte combinate. Il segnatempo è ora disponibile in edizione limitata (ovviamente a 25 esemplari come le precedenti) in oro bianco con lancette in acciaio brunite. Un particolare interessante: la luna, come sappiamo, mostra tutto il suo splendore di notte mentre di giorno viene perlopiù oscurata dal sole. Bene, il LANGE 1 FASE LUNARE la rende invece visibile. Di giorno la luna si presenta sullo sfondo di un cielo azzurro chiaro privo di stelle, mentre di notte spicca su un firmamento blu scuro costellato da 383 stelle scintillanti. La luna è pertanto sempre visibile su uno Continua a leggere

Girard-Perregaux 1966 Blue Moon

Girard-Perregaux 1966 Blue Moon

Immagine 1 di 3

E così, nel bel mezzo della notte, risplende la luce, bianca e altera, della luna. Astro per eccellenza del sogno, delle fantasie e del mistero, questa fiaccola solitaria, sovrana assoluta delle tenebre, regna incontrastata sull’impero del silenzio e della pace attraendo da sempre sguardi e pensieri. Questo, e molto altro, ci porta alla mente il nuovo Girard-Perregaux 1966 Blue Moon. Mesi dopo essere stati conquistati dal Girard-Perregaux 1966 “Earth to Sky Edition”, modello presentato a Ginevra in occasione del SIHH 2019, il nostro sguardo è ora rimasto affascinato da questo nuovo segnatempo dal Continua a leggere

Richard Mille e la sua boutique a Porto Cervo

Boutique Richard Mille a Porto Cervo

Immagine 1 di 9

Anche quest’anno, nella famosa Piazzetta di Porto Cervo in Sardegna, per la stagione estiva è aperta la boutique di Richard Mille. E’ indubbio che i designer della boutique si siano lasciati ispirare da questa splendida location conosciuta e ammirata in tutto il mondo. Lo spazio della boutique riesce al tempo stesso a distinguersi e ad armonizzarsi con la Piazzetta: il color crema delle pareti riflette la pietra locale, mentre la moquette beige  ricorda la spiaggia sabbiosa. Il tutto è completato dal vetro craquelet che, deflettendo la luce del sole, dona un senso di profondità alla boutique. All’ingresso, la prima cosa che si nota è indubbiamente un display tridimensionale, con incisione dell’orologio, Quest’estate poi, la boutique “ospita” dolci giganti, chiaro riferimento alla collezione Bonbon che ho potuto ammirare al SIHH di Ginevra dello scorso gennaio. Nella photogallery vi propongo anche alcuni dei meravigliosi pezzi presenti nella boutique.

 

 

Vacheron Constantin celebra l’avventura di Cory Richards sull’Everest

Vacheron Constantin Overseas Dual Time

Immagine 1 di 9

Cory Richards, fotografo professionista ed esploratore, che ha già conquistato due volte la cima più alta del mondo, ha appena portato a termine una nuova spedizione sull’Everest insieme all’ecuadoriano Esteban “Topo” Mena, questa volta attraverso una delle vie più difficili e senza ossigeno supplementare. Le condizioni meteorologiche avverse ed estenuanti non gli hanno permesso di completare il viaggio, costringendolo a rinviare la sfida. Vacheron Constantin desidera rendere omaggio al coraggio e alla forza di quest’uomo straordinario. Dal 29 maggio 1953, quando Edmund Hillary e lo sherpa Tensing Norgay conquistarono per primi l’Everest, è arrivato in cima meno di un terzo degli scalatori che ha tentato l’impresa. Tra loro, solo il 2% ci è riuscito senza l’ausilio delle bombole ad ossigeno: Cory Richards è fra questi. Le prime due ascese, nel 2012 e – senza ossigeno – nel 2016, gli hanno ispirato il gusto per l’avventura e per una nuova sfida che sapeva avrebbe richiesto ancora più coraggio: scalare l’Everest lungo la cresta nord-est situata in Tibet, considerata la più difficile e pericolosa. Vacheron Constantin celebra l’avventura di Continua a leggere

Glashütte Original presenta due nuovi modelli Pano

Glashütte Original PanoMaticLunar

Immagine 1 di 12

Glashütte Original, la Manifattura orologiera tedesca, ha presentato delle nuove versioni del PanoMaticLunar e del PanoReserve, con quadranti di un incredibile blu profondo realizzati a mano e racchiusi in una cassa in oro rosso lucido e satinato. Ovviamente rimane la caratteristica configurazione asimmetrica: i quadranti di ore/minuti e piccoli secondi sono allineati lungo un asse verticale sul lato sinistro, mentre la caratteristica Data Panoramica, con numeri bianchi su sfondo blu, è posta appena sotto le ore 4. Tocchi luminosi sulle lancette in oro di ore e minuti garantiscono una perfetta leggibilità in qualsiasi condizione di luce. L’indicatore della riserva di carica Auf/Ab (su/giù) a ventaglio del PanoReserve è posizionato a ore 2, mentre le Continua a leggere

Hamilton Ventura: prova al polso dell’orologio ufficiale di “Men in Black™: International”

Hamilton Ventura

Immagine 1 di 8

L’Hamilton Ventura è stato il protagonista di ogni episodio della saga di Men in Black e, insieme al caratteristico abito nero, agli occhiali scuri e al neuralizzatore, ha caratterizzato in modo inconfondibile i personaggi. Il Ventura è diventato un modello iconico fin dalla sua presentazione nel 1957, entrando poi dal 1997 a far parte della leggendaria uniforme dei Men in Black. Ho avuto modo di provare la versione che l’Agente M, alla sua prima comparsa sulla scena del nuovo film in uscita il 25 luglio (Men In Black: International) , ha scelto di indossare; è un orologio al quarzo (come da tradizione), caratterizzato dal quadrante nero e Continua a leggere

CALVIN KLEIN #mycalvins

CALVIN KLEIN #mycalvins

Immagine 1 di 7

Sempre più spesso un orologio viene acquistato non tanto per leggere l’ora quanto per poter arricchire il proprio polso con un qualcosa che ci trasmette emozioni. Oltre ai segnatempo da ammirare pensando al fascino della meccanica che li anima, ci sono anche modelli che, come nel caso di questo Calvin Klein, ci invitano alla leggerezza e, perché no, anche al gioco. CALVIN KLEIN #mycalvins ha una cassa tonda in acciaio e offre le funzioni di ore e minuti (ETA F05.111). La sua particolarità è che è proposto con un bracciale che, a scelta, si può decidere di abbinare insieme all’orologio o Continua a leggere

Hublot Big Bang One Click: il cinturino si trasforma in accessorio moda per l’estate

Hublot Big Bang One Click

Immagine 1 di 7

Il caldo di questi giorni ci ha proiettati in un attimo verso l’estate; e, isnieme alle giornate più lunghe, la bella e caldissima stagione ci fanno aspirare a una maggiore leggerezza, anche al polso. Così i cinturini One Click di Hublot si rivestono di effetti olografici per esaltare l’abbronzatura. Con un solo clic, questi cinturini donano un’originalità estiva ai Big Bang e si aggiungono ad una collezione permanente di cinturini in vitello, alligatore o caucciù. Dalla tessitura etnica che ricorda i braccialetti brasiliani in giallo, arancio o Continua a leggere

Longines Legend Diver Watch 36mm

Longines Legend Diver Watch 36mm

Immagine 1 di 5

IO SONO LEGGENDA. In fondo, il The Longines Legend Diver Watch, l’ha scritto pure nel suo nome. Sicuramente è uno dei diver più apprezzati da chi ama immergersi nel profondo blu e non solo. Parte della linea Heritage del marchio della clessidra alata, questo segnatempo continua a confermare la longevità di un modello onorandone la storia con sportiva raffinatezza. Prima di addentrarci nelle specifiche dell’ultima sua versione, facciamo un salto indietro nel tempo. Era il 23 gennaio del 1960 quando, a bordo del batiscafo Trieste, appartenente alla Marina degli U.S.A., l’ingegnere svizzero Jacques Piccard insieme con l’oceanografo e tenente della Marina statunitense Donald Walsh raggiunse la depressione Challenger Deep, il punto più profondo della Terra che si trova nell’Oceano Pacifico, all’estremità sud della fossa delle Marianne. I due esploratori raggiunsero una profondità di 10.916 metri sotto il livello del mare e una pressione di 1086 Bar.  La loro discesa durò circa 5 ore e rimasero 20 minuti sul fondo dell’oceano prima di risalire in Continua a leggere

Breguet celebra oggi il “Tourbillon Day”

Breguet Classique Tourbillon Extra-Plat Automatique 5377

Immagine 1 di 9

Il 26 giugno 1801 il maestro orologiaio Abraham-Louis Breguet brevettava un nuovo tipo di regolatore: il tourbillon. E, come ogni anno, oggi la Maison Breguet invita appassionati e collezionisti a celebrare la «Giornata del Tourbillon». Abraham-Louis Breguet in tutta la sua vita vendette appena 35 orologi tourbillon (e fino a oggi di tourbillon ne sono stati venduti solo qualche centinaio). Basta questo per farci capire l’estrema difficoltà della realizzazione di questa complicazione. A quell’epoca i segnatempo si portavano in tasca, perciò in posizione verticale; ma Abraham-Louis Breguet studiò un modo per compensare la forza di gravità che inficiava il corretto funzionamento dell’oscillatore e pertanto alla precisione cronometrica del movimento. Gli venne quindi l’idea di installare il bilanciere e la rispettiva molla oltre all’insieme dello scappamento (àncora e ruota di scappamento) all’interno di una gabbia mobile che gira su se stessa. La doppia rotazione di questa gabbia e dei suoi organi ha ispirato Abraham-Louis Breguet a chiamarlo con il nome di «tourbillon», nella sua accezione spesso dimenticata di «sistema planetario». Pur rimanendo fedele alla sua missione, il tourbillon ha saputo svilupparsi grazie alle nuove invenzioni. L’orologio Classique Tourbillon Extra-Plat Automatique 5367 di Breguet è un Continua a leggere