Tudor Pelagos Fxd Chrono “Cycling Edition”Tudor

Tudor Pelagos Fxd Chrono “Cycling Edition”

Image 1 of 3

Poiché siamo nel pieno della stagione ciclistica professionistica (da pochi giorni è iniziato il Giro d’Italia) oggi vi presento il Tudor Pelagos Fxd Chrono “Cycling Edition”, sviluppato per i ciclisti del TUDOR Pro Cycling Team che partecipano al Giro, per offrire leggerezza e funzionalità. Come i ciclisti sanno, le biciclette che offrono le migliori prestazioni in termini di velocità sono realizzate in fibra di carbonio: per questo TUDOR ha optato per un composito di carbonio per la cassa di questo nuovo cronografo, arricchito di elementi in titanio per dargli maggiore robustezza (imprescindibile per un ciclista). Ma la robustezza, nelle fasi di progettazione, non è stata l’unica priorità: la sfida era anche fare in modo che il ciclista potesse contare su uno strumento utile. La scala tachimetrica di un cronografo è generalmente calibrata sulle velocità raggiunte da un’automobile. Il modello “Cycling Edition”, invece, presenta una scala tachimetrica ricalibrata per adattarsi alle Continua a leggere

Eberhard Chronographe 1887: un viaggio attraverso il tempo

Eberhard Chronographe 1887 Automatique

Image 1 of 6

In occasione di Watches and Wonders Geneva 2024, Eberhard & Co. ha presentato due nuovi cronografi: il “Chronographe 1887 Édition Limitée” in edizione limitata a 250 esemplari, e il “Chronographe 1887 Automatique”, che vanno ad arricchire la collezione “1887” inaugurata nel 2019 per rendere omaggio alla data di fondazione della Manifattura svizzera. Ogni elemento tecnico ed estetico dei due cronografi nasce dalla volontà di reinterpretare le particolarità distintive dei cronografi che hanno fatto la storia di Eberhard. Particolare attenzione, ad esempio, è stata rivolta allo Scudo: l’emblema del Bouclier Pointu, originariamente depositato come poinçon de maîtres nel 1892, rappresenta un elemento cruciale nelle collezioni della Marca. I due segnatempo sono animati da due calibri esclusivi sviluppati in collaborazione con Continua a leggere

Swatch per Verdy

Visty by Verdy

Image 1 of 7

Swatch ha iniziato una collaborazione con l’artista grafico giapponese VERDY, presentando la collezione Swatch x VERDY, con i personaggi e i progetti più iconici di uno degli artisti giapponesi più riconosciuti che ha lavorato con alcuni dei nomi più importanti del mondo del cinema, dello sport e della moda. L’approccio di VERDY ci incoraggia a essere noi stessi e a connetterci con il nostro bambino interiore. vediamo i vari pezzi più nel dettaglio. VICK BY VERDY ha come protagonista il personaggio panda-coniglio immediatamente riconoscibile di VERDY. Sul cinturino di questo orologio Vick appare con il suo atteggiamento ribelle e pieno di energia nella sua classica e tradizionale rappresentazione in bianco e nero. La famosa “A” che appare sulla sua pancia è il punto focale del quadrante e sottolinea l’amore di Vick per la musica punk. Il modello della famiglia NEW GENT BIOSOURCED è abbastanza elegante da poter essere inserito sotto un polsino pur mostrando il tuo lato ribelle. VISTY BY VERDY mostra il lato vibrante dell’arte di VERDY con un altro personaggio iconico appositamente progettato per incoraggiare le persone nei momenti difficili, in un modello NEW GENT BIOSOURCED da 41 mm. GIRLS DON’T CRY BY VERDY celebra l’iconico progetto creato da VERDY come regalo a sua Continua a leggere

Omega Speedmaster 38mm: novità brillanti

Omega Speedmaster 38mm Moonshine

Image 1 of 10

Ieri OMEGA ha presentato a Milano i nuovi modelli in oro e acciaio della collezione Speedmaster 38 mm, caratterizzati da una lunetta tempestata da 52 diamanti e da una corona lucida impreziosita con un diamante. La collezione Speedmaster 38 mm fu lanciata 7 anni fa per offrire una versione più preziosa dell’iconico cronografo: basti pensare allo Speedmaster 38 mm “Cappuccino” in oro Sedna™ 18K, con contatori marroni ovali orizzontali (ispirati ai primi orologi De Ville) e un datario a finestrella verticale ovale a ore 6. Ora OMEGA amplia la collezione con otto nuovi modelli: due in oro Sedna™ 18K, due in oro Moonshine™ 18K e quattro in acciaio inossidabile, con la possibilità di scegliere tra due tonalità per il quadrante. Oltre alla lunetta tempestata di diamanti di circa 1,5 carati, ogni orologio è dotato di tre contatori circondati da diamanti. I due modelli con cassa in oro Sedna™ 18K sono caratterizzati da un quadrante in PVD marrone e da contatori ovali orizzontali con rivestimento argentato. Le lancette di ore e minuti, diamantate in oro Sedna™ 18K, sono riempite di Super-LumiNova bianca che emette una luminescenza verde. Il primo modello presenta un Continua a leggere

Rolex Oyster Perpetual Day-Date: l’orologio dei Presidenti

Rolex Oyster Perpetual Day-Date 36

Image 1 of 8

In occasione di Watches & Wonders, il Salone dell’Orologeria tenutosi la settimana scorsa a Ginevra, Rolex ha presentato nuove declinazioni dell’Oyster Perpetual Day-Date 40 e dell’Oyster Perpetual Day-Date 36. Premetto che da sempre considero il Day-Date uno degli orologi più eleganti mai prodotti. E le versioni viste una quindicina di giorni fa non fanno che confermare il mio giudizio. Iniziamo dal Day-Date 40 realizzato in oro Everose 18 ct con quadrante ardesia ombré, colore che non era mai stato utilizzato prima su questi quadranti la cui superficie, colorata al centro, passa al nero più denso sul bordo, e per i numeri romani slegati sfaccettati e gli indici sfaccettati in oro rosa 18 ct. Fino a oggi, i quadranti ombré di Rolex erano riservati al Day-Date 36 con diamanti incastonati a mo’ di indicatori delle ore. La fabbricazione di questi quadranti con dégradé concentrico richiede l’applicazione di una lacca nera. La seconda nuova declinazione del Day-Date 40, realizzata in oro bianco 18 ct, invece, presenta per la prima volta un quadrante in madreperla bianca perlata, estratta dalla parte più antica e più̀ nobile della conchiglia dell’ostrica. Nella declinazione presentata, la lucentezza della madreperla è sottolineata dai dieci diamanti taglio baguette incastonati sul quadrante a mo’ di indici. La nuova declinazione in oro giallo 18 ct del Day-Date 36 esibisce un quadrante laccato bianco che accoglie i numeri romani slegati sfaccettati e gli indici sfaccettati che fino a oggi erano proposti solo sul Day-Date 40. Il Day-Date 36 in oro Everose 18 ct adotta per la prima volta un quadrante blu-verde, un colore introdotto l’anno scorso sullo Sky-Dweller e oggi impreziosito da dieci diamanti taglio baguette. Questo quadrante, a mio giudizio pazzesco, è disponibile, in particolare, su una declinazione che risalta anche per la lunetta con sessanta diamanti taglio trapezio incastonati. Fino a oggi, solo il Day-Date 36 in platino 950 e il Day-Date 40 in oro 18 ct o in platino 950 erano proposti con diamanti taglio trapezio sulla lunetta. Sia il Day-Date 40 sia il Day-Date 36 sono dotati del calibro 3255, un movimento presentato nel 2015, che integra lo scappamento Chronergy brevettato realizzato in nichel-fosforo e che resiste ai campi magnetici elevati. Il movimento comprende anche la Continua a leggere

SEIKO e la nuova edizione del Power Design Project

Seiko Hide and Seek

Image 1 of 10

Anche quest’anno, in occasione della Milan Design Week 2024 torna il Power Design Project di Seiko, progetto sperimentale che invita i designer della Manifattura a esprimersi attraverso la loro creatività, per andare oltre le classiche funzioni e concezioni dei segnatempo. La mostra è stata allestita all’interno della Seiko Boutique Milano in Via della Spiga 52 e resterà aperta al pubblico fino a fine aprile 2024. Seiko ha introdotto una vasta gamma di modelli “specializzati” nel corso dei suoi oltre 140 anni di storia: gli orologi subacquei, i cronometri per le competizioni sportive e gli orologi da tasca per le ferrovie per citarne alcuni. Il tema di questa nuova edizione è “incredibly specialized watches”, e presenta sette orologi inediti che raccontano altrettante storie, proponendo destinazioni di utilizzo inusuali e divertenti.  In occasione della mostra si potrà indossare i prototipi e sperimentarne personalmente il peso, la dimensione e le funzionalità insolite e originali. Tra le proposte l’orologio Hide & Seek, letteralmente ispirato al gioco del nascondino interpretato in termini orologieri; il modello Patternmaker’s che propone un segnatempo “adibito” a puntaspilli, il modello Sukiyaki, che celebra un Continua a leggere

Piaget Altiplano Ultimate Concept Tourbillon

Piaget Altiplano Ultimate Concept Tourbillon

Image 1 of 4

A 6 anni dalla creazione dell’Altiplano Ultimate Concept, (il segnatempo più sottile al mondo), Piaget stupisce ancora inserendoci un tourbillon mantenendo lo spessore di 2 mm. Questa meraviglia orologiera ha un diametro di 41,5 mm, un’impermeabilità garantita fino a 20 metri e la cassa in lega di cobalto trattata con PVD blu. Fatta ruotare dal ponte che la circonda, la gabbia dell’Altiplano Ultimate Concept Tourbillon rappresenta il sovvertimento dei principi tecnici conosciuti; e la firma incisa sul fondello, di fianco al vetro zaffiro posto sotto il tourbillon, riassume l’approccio che ha guidato Piaget sin dalle sue origini: «Fare sempre meglio del necessario». Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, Piaget ha dovuto sviluppare il 90% di nuovi componenti rispetto all’Altiplano Ultimate Concept originale, oltre a nuove macchine per far funzionare un orologio più sottile del più sottile dei movimenti: nonostante le dimensioni, il segnatempo sopporta il 25% di energia in più richiesta dal tourbillon. Grazie a un principio testato sin dall’ideazione del calibro 900P, non c’è differenza tra il Continua a leggere

Panerai Submersible Luna Rossa PAM 01579

Panerai Submersible Luna Rossa PAM 01579

Image 1 of 4

La relazione di Panerai con l’America’s Cup inizia nel 2017, quando la Manifattura diventa partner ufficiale della competizione velica e sponsor dell’Oracle Team USA e del Softbank Team Japan. Nel 2019 diventa sponsor Ufficiale di Luna Rossa Prada Pirelli. Il nuovo segnatempo, progettato dal Laboratorio di Idee della Manifattura Panerai a Neuchâtel, ha fatto il suo debutto nella nuova Casa Panerai e nel pop-up Panerai a Milano Rho Fiera durante la Design Week di Milano, con Panerai Cronometrista ufficiale. L’orologio sarà disponibile per il primo mese esclusivamente in boutique italiane con uscita mondiale da giugno. Il Submersible Luna Rossa PAM01579 è dotato di una cassa in acciaio spazzolato di 42 mm e ha una lunetta girevole unidirezionale in acciaio con disco in ceramica nera opaca, scelta per la sua resistenza ai graffi notevolmente superiore di quello metallico, indispensabile per resistere agli urti o ai contatti involontari vari oggetti ai quali la lunetta è solitamente esposta e dai quali potrebbe essere danneggiata. Resistente fino a 30 bar (circa 300 metri), questo orologio è stato Continua a leggere

Chopard Alpine Eagle XL Chrono e 41 XP TT

Alpine Eagle XL Chrono

Image 1 of 8

A Watches & Wonders, il Salone dell’Orologeria a Ginevra che mi ha visto presente anche quest’anno, Chopard ha presentato alcuni nuovi Alpine Eagle. Oggi vi presento i due che più mi hanno colpito. Inizio col nuovo Alpine Eagle XL Chrono con una cassa importante di 44 mm di diametro interamente realizzata in titanio grado 5. Finora il modello Alpine Eagle era stato proposto in versioni Lucent Steel™ (l’acciaio esclusivo di Chopard) e in oro etico. Leggermente più scuro dell’acciaio, il titanio dona al cronografo un’identità più sportiva e robusta, rendendolo al tempo stesso più leggero. Il titanio grado 5, inoltre, abbinato all’alluminio e al vanadio, presenta proprietà che lo rendono particolarmente resistente alla corrosione e all’acqua salata. Il segnatempo monta il movimento Chopard 03.05-C, sviluppato e assemblato dagli artigiani dei laboratori di orologeria della Maison. Con le sue 60 ore di autonomia, il calibro è stato oggetto di una progettazione elaborata per garantire regolazioni precise e un utilizzo ottimale delle funzioni di cronometraggio. È dotato di ruota a colonne e vanta diverse innovazioni tecniche sfociate nella registrazione di tre brevetti Chopard. In primo luogo, è dotato di un sistema di ingranaggio unidirezionale che evita le perdite di energia e garantisce contemporaneamente una carica automatica rapida, vista la fama di “energivori” dei cronografi. Inoltre, la modalità di innesto verticale garantisce un avvio preciso delle misurazioni dei tempi. Questo calibro cronografo è di tipo “flyback”, una funzione che permette il Continua a leggere

Cartier Santos e le sue novità 2024

Cartier Santos-Dumont Rewind

Image 1 of 7

Cartier presenta due nuove versioni dell’iconico Santos: da un lato, l’elegante orologio Santos-Dumont Rewind capace di invertire la lettura tradizionale del tempo e, dall’altro, il Santos de Cartier Dual Time che permette di misurare il tempo in due luoghi diversi allo stesso momento. Vediamoli nel dettaglio. Il Dual Time è dotato di un movimento meccanico a carica automatica che coniuga due fusi orari: è possibile leggere l’ora simultaneamente, ovunque ci si trovi, mantenendo le stesse caratteristiche di resistenza e affidabilità. I dettagli scelti per questa versione in acciaio sono le lancette a forma di gladio rodiate e rivestite di materiale luminescente, la corona ettagonale sfaccettata, il contatore grigio con un secondo fuso orario regolabile. Come per tutti i modelli della collezione Santos de Cartier, il bracciale assicura una straordinaria semplicità d’uso: che sia in acciaio o in pelle, tutte le versioni sono intercambiabili grazie al sistema brevettato QuickSwitch, costituito da un meccanismo invisibile che diventa un tutt’uno con l’architettura della cassa; inoltre, grazie al sistema SmartLink, anch’esso brevettato, è possibile regolare alla perfezione le maglie e quindi la misura del bracciale in metallo senza l’impiego di ulteriori strumenti.

Invertire il corso del tempo è la sfida tecnica ed estetica del nuovo orologio Santos-Dumont Rewind in edizione limitata a 200 pezzi numerati. Il quadrante è in corniola, con sottili sfumature che sottolineano il carattere unico di questa edizione limitata in platino. Le ore vengono lette attraverso i numeri romani posizionati in ordine antiorario. E perché non far tornare indietro le lancette a Continua a leggere