OMEGA celebra i 60 anni di 007 con due nuovi orologi

Seamaster Diver 300M 60° anniversario di James Bond Canopus Gold

Immagine 1 di 6

   

“Il mio nome è Bond, James Bond” è sicuramente una delle frasi più celebri della storia del cinema e, perché no, anche della letteratura del XX secolo. Frase pronunciata dal mitico James Bond che fece il suo esordio cinematografico il 5 ottobre 1962. Sono passati 60 anni da quando fu pronunciata per la prima volta quella frase, e realizzati 25 film ispirati ai romanzi di Ian Fleming. Nel 1995 James Bond indossò, per la prima volta, un OMEGA nel film GoldenEye, segnando l’inizio di una collaborazione con la Manifattura che prosegue ancora oggi. Dopo James Bond interpretato da Pierce Brosnan nel 1995, è stato Daniel Craig a vestire i panni di 007 in cinque film. L’attore è stato ambasciatore OMEGA per tutto il periodo in cui ha ricoperto il ruolo ed è diventato pure un fan degli orologi della maison. Accanto a lui, anche Naomie Harris nel ruolo di Moneypenny è entrata a far parte della famiglia OMEGA,. Per chi non lo sapesse, fu la costumista premio Oscar Lindy Hemming, che lavorò a cinque film della serie di James Bond (da GoldenEye a Casino Royale), a proporre un OMEGA al polso di 007. Commentando la sua scelta del Seamaster affermò: «Ero convinta che il Comandante James Bond, uomo della marina, sommozzatore, distinto gentiluomo di mondo, dovesse indossare questo orologio». Del resto OMEGA aveva fornito più di 110’000 orologi a piloti, navigatori e soldati durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Seamaster 300, lanciato per la prima volta nel 1957, nel 1967 fu anche consegnato al Ministero della Difesa per essere distribuito ad alcune unità. E per celebrare il 60° anniversario del franchise di James Bond, OMEGA ha realizzato due nuovi orologi. Vediamoli!

Seamaster Diver 300M 60° anniversario di James Bond – acciaio inossidabile. Ispirato allo stesso Seamaster indossato da 007 in GoldenEye, l’orologio con cassa di 42 mm in acciaio inossidabile ha il fondello a tema che riproduce la famosa sequenza d’apertura di 007, con la silhouette di Bond e il design della canna della pistola che ruota. Questa scena la si può ammirare sotto il vetro zaffiro, decorato con una metallizzazione micro-strutturata. L’animazione dell’effetto definito “moiré”, in attesa di brevetto, è collegata al movimento della lancetta centrale dei secondi Lollipop, per cui l’azione non si ferma mai! L’orologio è animato dal Continua a leggere

OMEGA Seamaster Planet Ocean Ultra Deep

OMEGA Seamaster Planet Ocean Ultra Deep

Immagine 1 di 12

 

Ieri ho avuto modo di vedere alcune delle novità di OMEGA del 2022. E una più di tutte mi ha veramente affascinato. Ma andiamo con ordine. Nel 2019, i primissimi orologi OMEGA Ultra Deep hanno scritto un nuovo record avventurandosi nel punto più profondo del pianeta Terra: 3 orologi Ultra Deep, infatti, hanno accompagnato l’esploratore Victor Vescovo nella missione sul fondale della Fossa delle Marianne nell’Oceano Pacifico, il punto più profondo mai raggiunto da un essere umano (e da un orologio). Due di questi orologi erano fissati al braccio robotico del sommergibile, mentre il terzo a un’unità di raccolta dati chiamata Lander. Tutti e tre gli esemplari hanno portato a termine l’immersione durata 12 ore senza problemi.  E quest’anno la tecnologia che ha reso possibile quell’immersione è stata trasformata in una collezione impermeabile fino a 6000 metri, con modelli da 45,5 mm declinati in materiali dalle performance elevate e dai design con brevetto attualmente in corso di registrazione. La storia che lega OMEGA all’oceano inizia nel Continua a leggere

OMEGA e Pechino 2022

 

OMEGA Seamaster Diver 300M

Immagine 1 di 6

 

Le Olimpiadi Invernali di Pechino che inizieranno domani, segnano una pietra miliare per OMEGA: il marchio svizzero, infatti, celebrerà il suo trentesimo anniversario in veste di Cronometrista Ufficiale dei Giochi Olimpici. OMEGA ha iniziato il suo ruolo nel 1932, quando l’azienda svolse il suo compito con un solo orologiaio e 30 cronografi. Quest’anno a Pechino, sarà coinvolto un team di 300 cronometristi con 200 tonnellate di attrezzature, a dimostrazione di quanto sia cresciuto questo ruolo fondamentale. Inoltre il brand ha anche potuto maturare una preziosa esperienza a Pechino, dove nell’estate del 2008 è approdato in veste di Cronometrista Ufficiale. Il 1936 fu il primo anno in cui OMEGA cronometrò ufficialmente i Giochi Olimpici Invernali a Garmisch-Partenkirchen, cronometrando ogni singolo momento con un solo orologiaio e 27 cronometri. Il 1948 fu la prima volta che le cellule fotoelettriche OMEGA furono utilizzate ai Giochi Olimpici. Questa tecnologia rivoluzionaria arresta automaticamente il cronografo sulla linea del traguardo, sostituendo le inaffidabili capacità dell’occhio umano. Durante gli eventi estivi dello stesso anno, OMEGA ha anche presentato la sua prima fotocamera per i fotofinish ai Giochi Olimpici, rivoluzionando per sempre il cronometraggio sportivo. Ai Giochi Olimpici Invernali del 1956 OMEGA introdusse per la prima volta i cancelletti di partenza nello sci alpino. Fecero il loro debutto a Cortina d’Ampezzo, segnalando l’inizio di ogni gara. Non appena gli atleti passavano i cancelletti di partenza, il rilevatore al quarzo di OMEGA si attivava. Il 1964 fu il primo anno in cui OMEGA riuscì a rendere visibili in sovrimpressione i tempi delle prestazioni olimpiche nella parte inferiore degli schermi televisivi. Questo grazie a una nuova tecnologia nota con il nome di Omegascope. Mai prima di allora gli spettatori non presenti sul luogo dei Giochi erano stati informati così rapidamente e con tale precisione sugli eventi in corso. A Innsbruck era arrivato il concetto di cronaca sportiva in “tempo reale”. Il 1968 fu l’anno in cui OMEGA introdusse per la prima volta il sistema di “cronometraggio integrato” ai Giochi Olimpici. Per gli eventi che si svolsero a Grenoble, il brand fu in grado di fornire alla stampa, ai media, ai canali televisivi, ai giudici e al pubblico in generale informazioni supplementari sulle prestazioni atletiche nonché statistiche dettagliate. Ma non solo, grazie all’Omegascope aggiornato si potevano ora anche visualizzare in sovrimpressione sugli schermi televisivi i dettagli completi delle gare, compresi i nomi degli atleti, i tempi in diretta, i tempi finali, i tempi intermedi e le velocità. Nel 1980 OMEGA introdusse la sua tecnologia Game-O-Matic. Il sistema era in grado di calcolare e visualizzare immediatamente la classifica di un atleta non appena questi tagliava il traguardo nelle gare di sci alpino. Era dotato di una propria attrezzatura per l’elaborazione dei dati e fu in grado di soddisfare tutte le aspettative del Comitato Organizzatore a Lake Placid quell’anno. Il 1992 fu l’anno in cui OMEGA presentò il suo nuovo sistema Scan’O’Vision ad Albertville. OMEGA aveva già usato le camere per photofinish alle Olimpiadi in passato, ma ora questa tecnologia aggiornata era in grado di misurare digitalmente i tempi con un’approssimazione di 1/1000 di secondo. Il miglioramento nella precisione fu sorprendente e aprì un nuovo capitolo nella scienza del cronometraggio. Nel 2006 OMEGA introdusse degli Continua a leggere

OMEGA Seamaster Aqua Terra Beijing 2022: ispirato al ghiaccio per Pechino 2022

Seamaster Aqua Terra Beijing 2022

Immagine 1 di 4

L’eco per le Olimpiadi non si è ancora spento, che già si pensa al 4 febbraio del prossimo anno, in Cina, quando inzieranno le Olimpiadi Invernali. E OMEGA ha già dato il via alle celebrazioni lanciando il Seamaster Aqua Terra Beijing 2022, un segnatempo molto speciale in omaggio al suo ruolo di Cronometrista Ufficiale per la trentesima volta nella storia. L’orologio ha una cassa dal diametro di 41 mm, realizzata in acciaio inossidabile con un bracciale abbinato. OMEGA si è ispirata al tema dell’inverno, realizzando il quadrante in ceramica bianca con motivo a finitura “ghiacciata”. Questo look effetto ghiaccio è un Continua a leggere

OMEGA Seamaster Diver 300M Black Black

OMEGA Seamaster Diver 300 Black Black

Immagine 1 di 7

  

Il Seamaster Diver 300, è stato presentato per la prima volta da OMEGA nel 1993, diventando da subito uno degli orologi subacquei più apprezzati. E quest’anno la collezione si arricchisce di un nuovo modello completamente nero, per il quale OMEGA ha sfruttato la versatilità della ceramica per creare un orologio in tonalità contrastanti da un unico colore. E’ un orologio stupendo (io stesso ne sono rimasto folgorato appena l’ho visto in boutique), che va visto dal vivo per apprezzarlo ancora di più. Il Seamaster Diver 300M Black Black è inaspettatamente (viste le tonalità scure) facile da leggere, anche al buio: requisito fondamentale per un orologio subacqueo. La cassa lucida-spazzolata da 43,5 mm in ceramica nera è dotata di un cinturino in caucciù nero integrato con una fibbia in ceramica; credetemi, era da tanto tempo che non trovavo un orologio con dimensioni così importanti che comunque calzasse a pennello sul mio polso sottile! Una delle foto della galleria lo testimonia. Per non parlare del senso di Continua a leggere

OMEGA Seamaster 300

OMEGA Seamaster 300

Immagine 1 di 5

 

Il Seamaster 300 fu presentato da OMEGA nel 1957. L’originale Seamaster 300 arrivò in un momento di grandi cambiamenti in tutto il mondo: la scienza e l’industria stavano progredendo rapidamente e OMEGA era determinata a rispondere con una serie di orologi interamente dedicati ai professionisti. Nel 1957 nacque così la collezione “Professional Trilogy”, che comprendeva lo Speedmaster, il Railmaster e il Seamaster 300II Seamaster 300, come parte di quella famiglia, fu lanciato come il primo orologio subacqueo professionale di OMEGA. Il design si distingueva per il quadrante nero, gli indici luminosi e le grandi lancette, che lo rendevano molto semplice da usare e di facile lettura in ogni condizione. L’orologio, oltre a offrire un ingegnoso sistema di impermeabilizzazione ad alta pressione, introdusse anche la prima lunetta subacquea di OMEGA, costruita con una speciale funzione di sicurezza per evitare che girasse accidentalmente durante le immersioni. Tutto ciò lo fece diventare uno degli orologi subacquei più famosi e apprezzati.  E oggi vi presento la nuova collezione. E’ migliorato il nuovo Seamaster 300? La risposta secondo me è si! Questi segnatempo sono non solo più sottili delle edizioni precedenti, grazie al Continua a leggere

OMEGA Seamaster Diver 300M Americas’ Cup: un cronografo per l’America’s Cup

OMEGA Seamaster Diver 300M Americas’ Cup

Immagine 1 di 7

 

Per celebrare il suo ruolo di Cronometrista Ufficiale dell’America’s Cup, OMEGA ha lanciato un segnatempo ideale per le gare, il cronografo OMEGA Seamaster Diver 300M Americas’ Cup, dotato del nuovo sistema di blocco del cronografo, del cinturino a cambio rapido e di pulsanti a prova d’acqua. Realizzato in acciaio inossidabile, il cronografo da 44 mm ha un quadrante in ceramica blu e un anello della lunetta che presenta una scala di immersione in smalto bianco. Per un miglior utilizzo dell’orologio, in caso di forti onde, OMEGA ha incluso dei pulsanti in gomma morbida progettati ergonomicamente per funzionare in modo efficiente anche col bagnato ed evidenziati in rosso e blu. Il suo quadrante con motivo a onde inciso a laser è caratterizzato da “un anello indicatore del conto alla rovescia della regata” in alluminio anodizzato rosso, che presenta un disco delle ore sotto il Continua a leggere

OMEGA celebra James Bond

 

OMEGA Seamaster Diver 300M James Bond

Immagine 1 di 6

 

Il mio nome è Bond, James Bond. Chi non si ricorda questa celebre frase, pronunciata per la prima volta da Sean Connery nel lontano 1962? Oggi, in omaggio al 50° anniversario del film Al Servizio Segreto di Sua Maestà (il sesto film con l’agente segreto più famoso della storia), OMEGA ha presenta un Seamaster Diver 300M ricco di dettagli che ricordano 007; orlogio che io ho avuto il piacere di vedere e provare appena è arrivato nella boutique OMEGA a Milano! Inizio intanto a dire che il nuovo segnatempo in acciaio da 42 mm è limitato a 7.007 esemplari e presenta un quadrante PVD nero su ceramica nera, con motivo a canna di pistola e pallottola da 9mm al centro (il calibro della pistola di James Bond). Sul lato della cassa, una piastra in oro giallo 18 carati riporta il Continua a leggere

OMEGA presenta il Seamaster Aqua Terra “Ultra Light”

 

OMEGA Seamaster Aqua Terra “Ultra Light”

Immagine 1 di 6

Nel mondo dello sport, gli atleti sono alla ricerca di quel vantaggio che possa permettere loro di ottenere prestazioni migliori. È questo l’approccio che ha guidato OMEGA nella creazione del nuovo Seamaster Aqua Terra “Ultra Light”. Come si può intuire dal nome, è un orologio sportivo leggerissimo progettato per offrire maggiore comfort durante il gioco: parliamo di soli 55 grammi9 di peso totale! Dietro alla progettazione dell’ultimo Master Chronometer di OMEGA, si “nasconde” uno dei migliori giocatori di golf: Rory McIlroy, attuale numero 2 del ranking mondiale e ambassador di OMEGA. La cassa, il fondello e la corona sono realizzati in

Continua a leggere

OMEGA Seamaster Planet Ocean Ultra Deep Professional: l’orologio più profondo al mondo!

OMEGA Seamaster Planet Ocean Ultra Deep Professional

Immagine 1 di 9

Questo weekend vi porto nel profondo degli abissi, grazie all’orologio presentato ieri al British Museum di Londra da OMEGA. Una premessa: all’inizio di quest’anno Victor Vescovo, amante delle esplorazioni e pilota di sottomarini, ha portato il suo sottomarino Limiting Factor sul fondo della Fossa delle Marianne a 10.928 metri, stabilendo un nuovo record mondiale: la prima spedizione con equipaggio in grado di giungere nei punti più profondi di ognuno dei cinque oceani. Bene, all’impresa ha partecipato anche il Seamaster Planet Ocean Ultra Deep Professional che OMEGA ha presentato appunto ieri. Nel 1932 OMEGA lanciò il primo orologio subacqueo, il “Marine”. L’orologio fu utilizzato da Charles William Beebe, l’esploratore americano creatore della “batisfera”, una navicella di immersione di forma sferica, in grado di trasportare persone nelle profondità oceaniche. Nel 1948 nacque il primo Seamaster, molto apprezzato da aviatori e marinai britannici per la sua impermeabilità e affidabilità durante le missioni. Nel ’57 OMEGA presentò il Seamaster 300, un orologio Continua a leggere