Breguet Reine de Naples Cœur

Breguet Reine de Naples Cœur

Immagine 1 di 4

 

Ode alla femminilità più delicata, all’amore ed alla poesia. Il Breguet Reine de Naples, con la sua elegante raffinatezza racchiusa in una cassa di forma ovoidale, è certamente uno tra gli orologi gioiello che più m’incantano. Era il 2002 quando Breguet presentò questa collezione che, declinata esclusivamente al femminile, adotta movimenti meccanici di manifattura con componenti in silicio. Ammirando il nuovo Reine De Naples Coeur, realizzato in una serie limitata di soli 28 pezzi numerati, mi viene in mente il testo della canzone o meglio, della poesia in musica “C’è tempo” di Ivano Fossati: “… Io dico che c’era un tempo sognato che bisognava sognare”. Ecco sognare… Soprattutto in un momento complicato come l’attuale perché non rifugiarsi per qualche minuto nel sogno di un segnatempo che rimanda ai fasti del passato? Tra le clienti illustri sedotte dall’arte di Breguet spiccano Maria Antonietta Regina di Francia, la Marchesa di Condorcet, l’Imperatrice Giuseppina Bonaparte e Carolina Murat, sorella minore di Napoleone e Regina di Napoli. Proprio per quest’ultima, A.L. Breguet creò uno dei primi orologi da polso, il primo per una Regina. Commissionato nel 1810 e consegnato due anni dopo, quella creazione avanguardistica sfoggiava una cassa dalla forma oblunga, un quadrante d’argento guilloché e diverse complicazioni: una ripetizione, le fasi lunari e persino un termometro. Suddetta creazione (N°2639) era assicurata al polso con un bracciale di capelli intrecciati con fili d’oro.

Continua a leggere

Eberhard & Co. Rêve

Eberhard & Co Rêve

Immagine 1 di 4

 

“Tout commence par un Rêve” (Tutto parte da un sogno). I più conosceranno “Gilda”, il modello femminile per eccellenza di Eberhard & Co caratterizzato da una cassa ellittica perfetta per abbracciare il polso femminile. In realtà, fin dagli inizi del secolo scorso, la Casa orologiera incassava movimenti minuscoli in piccoli orologi gioiello decorati con pietre preziose e smalti colorati che le gentildonne dell’epoca indossavano o custodivano gelosamente nelle loro pochette. Eberhard & Co ritorna ad omaggiare le donne celebrandone la femminilità presentando il nuovo orologio Rêve. Il solo nome ti invita a “volare oltre le nuvole”. Quest’orologio, disponibile anche nella versione gioiello con lunetta in acciaio arricchita con 50 brillanti per un totale di 0,55 carati, è un quarzo solo tempo con datario a ore 6.

Continua a leggere

Glashütte Original SeaQ

Glashütte Original SeaQ

Immagine 1 di 7

 

Un anno dopo aver presentato l’orologio subacqueo SeaQ, Glashütte Original propone ora una nuova variante in acciaio impreziosita, nella versione da donna, con una lunetta girevole con incastonati 47 diamanti taglio brillante ed uno zaffiro a ore 12 che assume la funzione dell’indicatore triangolare utilizzato negli orologi subacquei per indicare il tempo di inizio di un’immersione. E’ doveroso segnalare che questa declinazione, avendo lo zaffiro in sostituzione dell’indicatore luminoso, non è conforme alle norme DIN e ISO che richiedono che la lunetta girevole sia dotata di un triangolo rivestito di materiale luminescente. Tutti gli altri criteri sono invece conformi agli standard per gli orologi subacquei e scrupolosamente testati internamente. 

Continua a leggere

Time For Planet: orologi dal lusso sostenibile ed accessibile

Time For Planet Windrose

Immagine 1 di 18

 

Design Made in Italy, garanzia costruttiva Swiss Made. Poco più di un anno fa nasceva TIME FOR PLANET srl SB, la prima azienda Italiana del Lusso Sostenibile costituita come Società Benefit (SB), ossia come un’impresa che trae profitto rispettando l’ambiente. Da diverso tempo, il tema della sostenibilità non ruota più solo intorno all’ambito naturalistico bensì si è esteso a tutti i settori, tra cui quello imprenditoriale. Dal Rapporto Coop 2019 / Osservatorio LifeGate / Nielsen “Global survey of corporate social responsibility and sustainability”– Sinottica, sarebbero ben 34 milioni gli italiani interessati a questo tema. Di questi, il 78% preferirebbe acquistare prodotti con un imballaggio ridotto se non addirittura sprovvisto mentre il 76% è dell’idea che sia importante che le aziende operino con etica producendo in modo sicuro e nel pieno rispetto del nostro Pianeta. TFP ricerca ed impiega materiali riciclati, riciclabili ed eco-compatibili cercando di limitare al massimo l’uso di materiali nocivi quali, ad esempio, solventi e plastiche. Tutti i loro orologi montano movimenti meccanici e non al quarzo in quanto quest’ultimi prevedono l’uso di pile che, se rilasciate nell’ambiente, possono rivelarsi altamente dannose. Inoltre, TFP riserva parte delle proprie risorse ad iniziative legate a progetti sostenibili: per ogni orologio venduto, per contribuire a contrastare la CO2, fa piantare uno o più alberi (il cliente può seguirne la crescita sul web) o, in alternativa, supporta progetti in Africa per dotare di acqua potabile aree in cui manca. L’obiettivo di Time for Planet è quello di dar vita ad orologi “di nicchia”, dal design originale, dalle caratteristiche tipiche del lusso ma proposti ad un prezzo “accessibile”. Il design di ogni suo orologio è italiano, toscano per l’esattezza (Lucca e Firenze); cassa, corona, quadrante, lancette e fibbia sono state progettate da TFP. La produzione è Made in Swiss mentre tutte le fasi, dal reparto stile al Controllo Qualità, vengono pianificate e controllate “in house”. Anche il movimento meccanico a carica automatica che anima i loro segnatempo è svizzero: si tratta del calibro Landeron 24 (25 rubini, 28.800 a/h, circa 42 ore di riserva di carica).

Continua a leggere

Il nuovo Rolex Oyster Perpetual 36

Rolex Oyster Perpetual 36

Immagine 1 di 5

 

Essenza Oyster tra forma senza tempo e fancy colours. La gamma dei Rolex Oyster Perpetual, diretti discendenti dell’Oyster “numero uno”, il primo orologio da polso impermeabile al mondo che contribuì a rende il marchio della Corona famoso ovunque a partire dal 1926, si arricchisce di nuove declinazioni. L’Oyster Perpetual 36 ora sfoggia un quadrante laccato disponibile in una palette dai colori vivaci: giallo, rosa confetto, rosso corallo, turchese chiaro e verde. I colori fanno tornare alla mente alcuni modelli Day-Date che, a catalogo negli Anni 70 con la dicitura “lacquered Stella”, proponevano quadranti dai colori, allora insoliti, come l’arancio, il blu, il giallo, il pesca, il rosa, il rosso sangue di bue, il rosso corallo, il salmone ed il viola. Il nome Stella sembrerebbe provenire dall’azienda ginevrina Stella S.A. che era specializzata in vernici laccate. Al di là delle moda che ha visto in questi mesi molti marchi rincorrersi nel presentare un susseguirsi di quadranti verdi (un verde speranza?), mi piace pensare che Rolex, con questi orologi dal volto luminoso e, per alcuni, quasi “di rottura”, desideri suggerirci di cercare di “trovare ottimismo e colore” in un anno, il 2020, tuttora velato di non poche incertezze e grigiore. Di certo, indossare al proprio polso un po’ di colore non cambia le cose ma, e di questo ne sono certa, potrebbe contribuire a strapparci un, seppur velato, sorriso e un minimo di momentanea, leggerezza.

Continua a leggere

Ferragamo Double Gancini cuff

FERRAGAMO DOUBLE GANCINI CUFF

Immagine 1 di 10

 

Gusto e fascino. Sfoggiando l’inconfondibile simbolo Gancini, il nuovo orologio Double Gancini cuff, parte della collezione Pre-Spring 2021 di Salvatore Ferragamo, desidera venire incontro ai desideri di quelle donne che amano vestire il proprio polso con classe e stile. La “seconda giovinezza” del logo Gancini ebbe inizio quando Paul Andrew, direttore creativo Ferragamo dal 2017, iniziò,  traendo spunto dagli archivi della Maison, a riproporre l’iconico monogramma su abiti, accessori e calzature. Il logo, composto da due semicerchi uniti da una barretta, riprende la famosa fibbia a doppio gancio ispirata al battente in ferro di un ingresso di Palazzo Spini Feroni, sede fiorentina della storica casa di moda italiana.

Il Double Gancini cuff presenta una minuta cassa rettangolare (13 mm x 23 mm) con doppio Gancini ed è proposta in acciaio inox, acciaio inox IP placcato oro giallo oppure oro rosa.  La corona sfoggia un raffinato cabochon rosso centrale. Questo segnatempo, mosso da un movimento al quarzo Ronda 1032, offre le indicazione di ore e minuti. Il quadrante, in un raffinato color argento sunray, propone il logoFerragamo a ore 12. La cassa è adagiata su di un cinturino in pelle color cuoio, nero o visone con impunture chiare a contrasto ad evocare la tradizione italiana della pelletteria della quale Ferragamo è uno degli interpreti più conosciuti al mondo. L’orologio è assicurato al polso grazie ad una fibbia ad ardiglione con logo Double Gancini realizzata nello stesso materiale impiegato per la cassa. Trovo il Double Gancini cuff un orologio/bracciale gioiello versatile e dalla spiccata personalità perfetto per essere indossato con disinvoltura con un abbigliamento informale al quale è in grado di conferire un tocco di eleganza contemporanea e senza tempo.

Silvia Bonfanti
The Classy Wrist

Chopard Mille Miglia Race Edition 2020

Chopard Mille Miglia Race Edition 2020

Immagine 1 di 11

 

Dal 1988, Chopard è partner principale e cronometrista ufficiale della 1000 Miglia, la corsa su strada più famosa al mondo. La 1000 Miglia 2020, trentottesima edizione della rievocazione storica della corsa disputata dal 1927 al 1957, si svolgerà, con 400 equipaggi al via, dal 22 al 25 ottobre. Prima di schierarsi sulla linea di partenza, i team partecipanti alla competizione ricevono l’ultimo cronografo Chopard Mille Miglia Race Edition. L’edizione di quest’anno è proposta in due versioni: 1.000 esemplari con cassa “all black” in acciaio inox DLC (Diamond Like Carbon) microbillé e 250 esemplari con cassa in acciaio inox DLC microbillé e lunetta in oro rosa etico 18 carati. Il trattamento DLC, oltre ad ispirarsi alle finiture nero satinato e canna di fucile presenti sulle auto d’epoca, presenta proprietà antiscalfitture e anti-riflettenti. Credo sia anche opportuno evidenziare che, da luglio 2018, l’oro etico impiegato da Chopard per i propri orologi e gioielli proviene da miniere su piccola scala aderenti alla Swiss Better Gold Association (SBGA) secondo gli schemi Fairmined e Fairtrade oppure da oro conforme alla Chain of Custody dell’RJC attraverso la partnership con raffinerie certificate RJC. Queste fonti garantiscono il rispetto dei più elevati standard internazionali di pratiche ambientali e sociali. La completa tracciabilità della filiera di fornitura dell’oro è assicurata anche grazie al modello operativo di Chopard che, basato su di un sistema a circuito chiuso, consente di riciclare, nella propria fonderia interna, fino al 70% dei frammenti di oro pre-consumo o “scarto di produzione”.

La cassa del Mille Miglia Race Edition 2020 (42mm x 12,67mm) ospita il calibro automatico ETA 2894-2 (28.800 alt./ora, cronografo, certificato cronometro dal COSCdatario tra le 4 e le 5, riserva di carica di 42 ore). Il quadrante nero verniciato opaco, sul quale spicca ad ore 12 il logo Mille Miglia, è protetto da vetro zaffiro antiriflesso ed è ornato da minuteria “chemin de fer” e scala tachimetrica color giallo vintage. La stessa tonalità, a conferire un look retrò al segnatempo, è ripreso anche sui numeri arabi rivestiti con Super-LumiNova®. Impermeabile fino a 50 metri, questo cronografo con anse corte ad assicurare un migliore comfort all’indosso, dispone di un fondello avvitato con logo Mille Miglia e numero della serie limitata a cornice. L’oblò centrale in vetro zaffiro colorato consente una vista parziale sul movimento. Un chiaro richiamo al mondo delle corse si ritrova anche nel cinturino in pelle di vitello nera con impunture tono su tono: i trafori si ispirano ai guanti dei gentlemen driver mentre la fodera in caucciù riproduce il battistrada del pneumatico da gara Dunlop degli Anni 60. Il cinturino è assicurato al polso con una fibbia déployant in acciaio inox DLC microbillé.

Silvia Bonfanti
The Classy Wrist

Il cronografo Fumagazzi CentoCorse

Fumagazzi CentoCorse

Immagine 1 di 3

 

Fratelli Fumagazzi: l’orologeria “irriverente e scanzonata” a tempo di frequenze radio, quella di 105, e messaggi WhatsApp compie un anno. Spesso il mondo delle lancette è visto come un qualcosa di estremamente “serioso”; qualcuno potrebbe arrivare a paragonare alcuni marchi di orologi ad un anziano professore, severo ed accigliato pronto a “tenerti il tempo”. Meno spesso si riesce ad abbinare un brand orologiero a qualcosa di “preciso ma leggero”. Resto dell’idea che l’ironia sia una dote non molto comune, un’arte cerebrale, a volte di non facile interpretazione, che non tutti riescono ad esprimere con intelligenza o senza cadere nel volgare e nell’esagerazione. A questo proposito, oggi vi vorrei raccontare una “storia”. Da qualche tempo, nell’universo multimarca delle lancette, si sta facendo strada il marchio di orologi dei Fratelli Fumagazzi. Nato per gioco, con il passare dei mesi si è trasformato in un’impresa di successo “quasi seria”. Gli ascoltatori di Radio 105 o, meglio ancora, i fedeli seguaci dello Zoo di 105 hanno contribuito a dar linfa a questo esperimento sociale e di marketing con l’obiettivo, a quanto pare raggiunto, di “prendersi in giro senza scherzare troppo”. Per tutti quelli che non dovessero conoscere questa realtà, il marchio Fumagazzi è nato da un’idea dello Zoo di 105, di Paolo Noise e di Marco Mazzoli che, per fare una parodia delle vecchie pubblicità Anni 80, si inventarono gli “Orologi Fumagazzi, Solo per Bravi Ragazzi”. Continua a leggere

Watches Of Italy in mostra a Tortona il 26 e 27 settembre 2020

W.O.I. Watches of Italy

Immagine 1 di 1

 

Con il Comune di Tortona in qualità di ente patrocinante, sabato 26 e domenica 27 settembre 2020 si terrà, presso i locali del Museo “Orsi” a Tortona (AL), la prima mostra/raduno nazionale di W.O.I. Watches of Italy dedicata alla produzione orologiera italiana (www.watchesofitaly.com, ingresso gratuito, orario continuato h 10.00/19.00). W.O.I. – Watches Of Italy, nata lo scorso fine 2019, è una libera aggregazione di operatori italiani del settore dell’orologeria e dell’accessoristica legata al mondo degli orologi. Oltre a mettere in contatto sinergico tra loro gli aderenti, l’obiettivo del gruppo è quello è di dar vita ad un network sempre più ampio a livello nazionale organizzando, a cadenza fissa, appuntamenti di condivisione e promozione come mostre, raduni, presentazioni e lanci di nuovi modelli. Come ha sottolineato l’Ing. Fabrizio Dellachà, organizzatore della mostra: ”… il vantaggio di costituirsi in un collettivo flessibile è quello di consentire, anche alle startup ed ai microbrand, di proporsi direttamente agli appassionati ed ai media di settore senza dover sostenere unilateralmente gli ingenti costi di marketing e di affitto di spazi delle fiere di settore. Lavorando insieme con la giusta sinergia siamo convinti si possano ottenere molteplici vantaggi come ad esempio fare massa critica per effettuare ordini cumulativi e pensare ad una piattaforma comune di progettazione e sviluppo di una filiera di componenti Made in Italy a cui attingere tutti”. Attualmente il network nazionale di produttori di orologi ed accessori di W.O.I. – Watches Of Italy comprende una quarantina tra microbrand, marchi già noti e consolidati, artigiani che realizzano capolavori meccanici in micro-tirature, produttori di calibri 100% Made in Italy oltre ad uno specialista in complicazioni astronomiche.
Continua a leggere