Il nuovo Centro di Assistenza Rolex di Cassetti

Cassetti Boutique Rolex Ponte Vecchio Firenze

Immagine 9 di 9

  

Tra pietre preziose, argenti ed orologi esclusivi. La storia di Cassetti ebbe inizio nel 1926. Renzo Cassetti, erede della tradizione dei Maestri incisori orafi ed argentieri fiorentini, iniziò a Firenze in un minuto laboratorio sulla Costa dei Magnoli dove dava vita ad oggetti in argento lavorati e cesellati a mano poi venduti nei negozi di Ponte Vecchio. Man mano, complice anche il grande successo riscosso negli Anni 50, la piccola manifattura arrivò, negli Anni 80, ad essere consacrata come una delle prime industrie italiane nel suo settore. Nel 1976 venne inaugurato su Ponte Vecchio, al civico 54r, il loro primo negozio dedicato al pubblico. In pochi anni aprirono altri tre punti vendita specializzati in gioielleria d’élite. La creatività, lo spirito d’impresa, la passione e la lungimiranza della Famiglia Cassetti li portò, nel 2008, ad affiancare ai propri preziosi i segnatempo di alcuni dei marchi di orologi di alta orologeria svizzera più importanti come, ad esempio, Rolex, Tudor, Vacheron Constantin, Cartier, Iwc, Jaeger le Coutre e Chopard. Come preme a sottolineare Andrea Cassetti: “…siamo stati i primi ad presentare accanto alle pietre preziose i segnatempo più esclusivi”.

L’attenzione al prodotto e, conseguentemente, al cliente, ha ultimamente portato la Famiglia Cassetti, giunta alla terza generazione, a realizzare, davanti al corridoio vasariano e all’Arno in uno dei suoi punti più scenografici di Firenze, un laboratorio di revisione degli orologi acquistati nei propri punti vendita nonchè Centro Assistenza Rolex. Afferma Andrea Cassetti: “…Ci siamo impegnati ad assistere il cliente informandolo sulle caratteristiche e peculiarità dell’orologio al fine di garantirne l’uso per il suo perfetto funzionamento ed invitandolo a prendersene cura con revisioni periodiche. I danni più gravi riscontrati sugli orologi sono causati da interventi realizzati da personale non autorizzato e pertanto non provvisto di parti di ricambio ufficiali e di conoscenza di tecniche di lubrificazione idonee che le Case Madri forniscono solo ai centri di assistenza autorizzati”. Il nuovo laboratorio si avvale di personale specializzato che partecipa periodicamente a corsi di aggiornamento ed è dotato di  strumentazione all’avanguardia: dalle macchine automatizzate per il lavaggio dei movimenti ai crono comparatori di ultima generazione che rilevano i battiti dell’orologio e li confrontano con il segnale orario interno di riferimento fornendo in un grafico lo scarto giornaliero medio dell’orologio. Questo luogo, studiato nei minimi particolari, è davvero un’oasi di pace dove regna il silenzio ed un’aria depurata grazie alla presenza di rigogliose piante verdi. Cassetti ha infatti creato il primo laboratorio di orologeria al mondo con una soluzione tecnica innovativa chiamata “La Fabbrica dell’aria” che ha richiesto anni di studio e che ha visto la sua realizzazione nella collaborazione fra Cassetti, da sempre impegnata sul tema innovazione e sostenibilità, e l’Università degli Studi di Firenze, sotto la direzione del Prof. Stefano Mancuso, scienziato, professore ordinario presso la facoltà di Firenze e direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale (LINV). “La Fabbrica dell’aria” è un sistema di filtrazione botanica che utilizza le piante per la depurazione dell’aria dagli inquinanti. Grazie a questo sistema innovativo, l’aria da depurare viene fatta passare attraverso un’intercapedine sotto al piano di calpestio, fluisce attraverso i moduli filtranti dove vengono messe a dimore le piante per poi tornare, depurata, nell’ambiente. Tutto il sistema viene costantemente monitorato tramite un computer che mostra la qualità dell’aria in entrata e in uscita. Questo luogo vuole proporsi anche come spazio polifunzionale dove organizzare conferenze e seminari sull’orologeria perché, ne sono convinti loro come io, il vero cultore dell’orologio desidera andare oltre alle sue specificità estetiche andando alla scoperta delle beltà tecniche che si celano dietro di esso.

Silvia Bonfanti
The Classy Wrist

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *