OMEGA e la Seamaster Olympic Games Gold Collection

OMEGA Seamaster Olympic Games Gold Collection

 

Con l’ormai prossimo inizio dei Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018 (in Corea del Sud), OMEGA, Cronometrista Ufficiale dei Giochi Olimpici dal 1932, omaggia le 3 medaglie del podio Olimpico presentando una speciale collezione di orologi: la Seamaster Olympic Games Gold Collection. Sono stati utilizzati diversi tipi di oro per realizzare i tre segnatempo di questa speciale collezione. Le casse da 39.5mm sono infatti in oro giallo 18K, in oro Sedna 18K e in oro Canopus™ 18k. L’ultimo è una novità per il marchio: il Canopus™ è un’esclusiva lega di oro bianco, che si distingue in particolare Continua a leggere

OMEGA Seamaster Planet Ocean “PyeongChang 2018”: parte il conto alla rovescia per i Giochi Olimpici Invernali 2018

OMEGA Seamaster Planet Ocean "PyeongChang 2018"

 

OMEGA ha svelato il suo countdown alle Olimpiadi Invernali con un orologio creato ad hoc, il Seamaster Planet Ocean “PyeongChang 2018”, durante una speciale cerimonia a Seoul. Il presidente e CEO di OMEGA Raynald Aeschlimann ha raccontato i traguardi raggiunti dal brand nel campo del cronometraggio: ”Siamo stati Official Timekeeper dei Giochi Olimpici per 27 edizioni. In tutti questi anni non abbiamo mai perso di vista il nostro ruolo, quello di essere al servizio dei migliori atleti al mondo, che si allenano duramente per gareggiare a questo livello”.

Ma veniamo all’orologio. Creato per celebrare i Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018, il Seamaster Planet Ocean “PyeongChang 2018”, in edizione limitata di 2018 pezzi, è caratterizzato dai colori blu e rosso, gli stessi della bandiera Coreana, che ne fanno per me un segnatempo esteticamente straordinario. Continua a leggere

OMEGA e gli orologi “Olimpici” di Rio

Seamaster Diver 300M Rio 2016

Le Olimpiadi estive di Rio si avvicinano, perciò oggi vi presento non una, bensì 3 novità che Omega, official timekeeper dei Giochi da ben 27 edizioni, ha presentato. Soprattutto la prima è una novità assoluta.

Rio de Janeiro è una città piena di vita ed è la prima volta in assoluto che una città del Sud America ospita i Giochi Olimpici. Prendendo ispirazione da questa magnifica città, OMEGA ha presentato il Seamaster Diver 300M “Rio 2016” limited edition: ispirandosi alle famose spiagge delle citta, è stato riprodotto sul quadrante smaltato nero il pattern tipico dei mosaici dei marciapiedi di Copacabana. La ghiera monodirezionale è nera, realizzata in ceramica. La vera differenza la fanno gli indici smaltati rispettivamente in rosso, verde, giallo e blu a rappresentare l’esuberanza di Rio e al tempo stesso i colori dei cinque cerchi Olimpici. Sul fondello a vite della cassa in acciaio inossidabile lucidata e spazzolata è impresso il logo “Rio 2016” inciso insieme al numero dell’edizione limitata. Sono stati prodotti solo 3016 pezzi di questo magnifico esemplare. Altre caratteristiche di questo segnatempo il datario a ore 3, la valvola di scappamento dell’elio a ore 10 e le lancette lucide sfaccettate, rodiate e ri-coperte di Super Luminosa. Il segnatempo presentato con un bracciale di acciaio inossidabile, è animato dall’esclusivo calibro OMEGA 2500 ed è impermeabile fino a 30 bar ( 300mt).

Il Seamaster Bullhead “Rio 2016” fa parte della Collezione Olimpica di OMEGA. Si tratta di un segnatempo immediatamente riconoscibile per il suo design e stile unico. Il cinturino blu richiama il logo dei Giochi Olimpici di Rio 2016, così come le cuciture colorate su ogni lato rispettivamente gialle, verdi, rosse e nere ricordano gli iconici cerchi Olimpici. I colori sono ripresi anche nella ghiera rotante interna dei 60 minuti, come promemoria dell’unità e dell’armonia che gli anelli Olimpici rappresentano. Continua a leggere

OMEGA presenta il Sochi Petrograd per celebrare i Giochi Olimpici Invernali 2014

omega-sochi-petrograd

Immagine 1 di 3

Omega Sochi Petrograd

 

L’OMEGA Sochi Petrograd, che ricorda un modelllo prodotto originariamente nel 1915 per un importante leader russo e riprende il design esclusivo di un orologio della Museum Collection OMEGA, è un omaggio al paese che ospiterà i Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 ed esibisce un design inconfondibile oggi come lo era quasi un secolo fa.

La forma “Tonneau” della cassa in oro lucido 18 carati è una delle caratteristiche più affascinanti del design di questo orologio e ripropone uno stile un tempo molto amato. Alla cassa è abbinato uno splendido cinturino in pelle bordeaux completato da una chiusura in oro 18 carati.

Sul quadrante bianco argento spiccano i colori rosso, bianco e blu della bandiera russa, con il giro delle 24 ore rosso su minuteria lucida e lancette centrali delle ore e dei minuti in acciaio azzurrato. Il quadrantino nero alle ore 6 presenta una lancetta dei secondi in acciaio azzurrato e si abbina al giro delle 12 ore in nero. Continua a leggere

Omega e le Olimpiadi Invernali di Sochi

Mosca

Il conto alla rovescia dei 365 giorni che mancano ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 è ufficialmente cominciato la scorsa settimana, con la presentazione dei nuovi countdown OMEGA in otto città della Federazione Russa. L’attesa per i prossimi Giochi Olimpici Invernali cresce con il passare dei giorni, delle ore, dei minuti e dei secondi che ci separano dal 7 febbraio 2014, giorno della Cerimonia di apertura. Continua a leggere

E’ tempo di…Olimpiadi!

Il 27 luglio il countdown OMEGA in Trafalgar Square ha scoccato ufficialmente l’inizio delle Olimpiadi, la manifestazione sportiva più prestigiosa di tutti i tempi; e per la venticinquesima volta dal 1932 e fino al 9 settembre, giorno di chiusura dei Giochi Paraolimpici, OMEGA si è aggiudicato il ruolo di cronometrista ufficiale e sarà al servizio di quegli atleti che con la loro energia e passione stanno emozionando gli amanti dello sport di ogni nazione.

E anche per questa Olimpiade, la Maison svizzera non è solo impegnata con la misurazione del tempo, ma svolge anche un ruolo decisivo nel campo dell’ingegneria sportiva: è infatti responsabile dell’evoluzione della tecnologia che consente rilevazioni sempre più precise in ogni sport, come i touch pad OMEGA implementati nel nuoto, pannelli di controllo che consentono ai nuotatori di arrestare il cronometro in prima persona. Continua a leggere

Una sciabola argentata

Medagli argento Olimpiadi Londra 2012

Pochi giorni fa avevamo intervistato per il Blog il campione di scherma Diego Occhiuzzi. E gli abbiamo portato decisamente fortuna, vista la medaglia d’argento conquistata ieri nel torneo di sciabola individuale maschile. L’azzurro, testimonial Zenith, dopo un percorso in cui aveva eliminato anche Aldo Montano, si è arreso solo in finale all’ungherese Aron Szilagyi.Punteggio finale 15-8.

“Lui è partito fortissimo non riuscivo a prenderlo, un po’ di amaro c’è, ma tra un secondo passerà”. Queste le prime considerazioni al termine dell’ultimo assalto di Occhiuzzi, che si rende conto di avere pagato l’empasse dei primi secondi: “Forse all’inizio potevo fare meglio, sapevo che partiva forte, ma è la mia prima medaglia e me la godo tutta”.

“Non sono più il gregario di nessuno, ora sono il vice campione olimpico – ha aggiunto il 31enne napoletano – E’ un sogno che in parte giunge inaspettato ed in parte no perché me lo sentivo da questa mattina. Mi sono messo a tirare e tutto è arrivato naturale: non mi sono mai divertito così, è stata la giornata perfetta, una figata”.

“In finale ho sofferto tatticamente Szilagyi – ha proseguito – Lui ha tirato benissimo e quando ho cercato di raddrizzare il match era ormai troppo tardi, avrei dovuto cominciare a farlo prima”. L’argento, però, è un traguardo importante: “Lo dedico alla mia famiglia ma soprattutto a me stesso. E’ stata una sofferenza da quando avevo sei anni, non è stato poi facile restare all’ombra di grandi campioni come Montano e Tarantino. Ora ci sono anch’io, ed è una grande soddisfazione”. Supportato dalla fidanzata Valeria, Occhiuzzi, che ai quarti ha eliminato Montano, darà il suo solito contributo nella gara a squadre: “Avremo la carica giusta, noi siamo molto amici e voglio fare bene anche per loro”.