Informazioni su Giorgione

Da sempre appassionato di orologi e di orologeria ho creato, con quattro amici, il forum Orologi & Passioni. Era il 2004 ed oggi è il sito italiano di orologi più seguito e più autorevole.

Rolex Air King Limited Edition Golf Club Milano: prova al polso

Air King Limited Edition

A volte mi ritrovo a provare orologi dei quali, per mia ignoranza, neppure conoscevo l’esistenza. Solitamente sono modelli nuovi o poco conosciuti di Case che non seguo bene. Questa volta è diverso. Un collezionista del forum Orologi & Passioni mi ha chiesto di provare un Rolex Air King nella sua nuova referenza 116900 (quella con la scritta verde per intenderci). Gli ho chiesto come mai avrei dovuto provare un Air King, orologio per altro piuttosto conosciuto. Perché è un’edizione limitata mi ha risposto. La cosa mi ha allora incuriosito e, per vederlo dal vivo, ho deciso di fare la prova al polso. Cosa ha di speciale questa versione? E’ stata creata per festeggiare i 90 anni del Golf Club Milano (che, a dispetto del nome, si trova a Monza). Per festeggiare questa ricorrenza, il Golf Club Milano, uno tra i più antichi golf club Italiani e sede di 3 edizioni consecutive dell’Open d’Italia, ha stretto una partnership con Rolex , che degli Open è stato Sponsor principale. Sono cosi stati creati 90 pezzi personalizzati da Continua a leggere

Nomos Glashutte Zürich Ore nel Mondo: prova al polso

Nomos Glashutte Zürich Ore nel Mondo

Strana casa questa Nomos Glashutte. Se ne parla poco in Italia, non ha una grossa produzione ed è da ormai diventata 100% manifattura. Eppure produce orologi interessanti ad un prezzo altrettanto interessante. Oggi, pur essendo una casa piccola, usa calibri di manifattura su tutti i prodotti, il che è un’ottima cosa. In un mondo dove tutti cercano di stupire con forme strane e complicazioni poco utili Nomos si distingue per le sue linee pulite e per il design molto curato. Questo Zürich Ore nel Mondo non fa eccezione: un orologio di aspetto molto bello, con un quadrante di un Continua a leggere

Nomos Tangente Update: elogio della Semplicità

NOMOS Tangente Neomatik 41 Update

Fra tutti gli orologi che ho provato negli anni, questo Nomos Tangente Update è di certo quello dalle linee più pulite ed essenziali. Un orologio molto di scuola Bauhaus con un design minimalista ma molto piacevole ed azzeccato.
Recentemente Nomos ha iniziato a produrre calibri di manifattura e lo ha fatto in maniera davvero notevole con un movimento ben rifinito e di ottima qualità. In questo Tangente Update troviamo il calibro DUW 6101. Un calibro interessante per molti aspetti. Innanzi tutto è un calibro molto largo (15 linee e mezzo, ovvero 35.2 mm). Questo fa si che, malgrado i 40.5mm. di cassa, il datario riesca ad essere nella parte più esterna del quadrante. E’ inoltre un calibro molto sottile: 3.6mm soltanto.
Ma torniamo all’orologio. La cosa che ho apprezzato molto, oltre al design minimalista, è la perfetta leggibilità dell’ora. Lo apprezzo sempre molto in Continua a leggere

Prova al Polso RdB M24

RdB M24

La prima volta che mi hanno parlato di questo orologio realizzato da un bullone sono rimasto un poco perplesso. Non capivo come ne potesse uscire un orologio interessante o di bell’aspetto. Come sapete però, se una casa mi chiede di fare una prova, la faccio a prescindere dal mio gusto personale.
Ed in questo caso devo dire che il mio gusto è un po’ più classico e poco apprezzo gli orologi di forma o troppo particolari. E in RdB il bullone ha davvero una parte predominante. Le anse sembrano quasi incollate su di esso e fanno una strana impressione. Nella scatola (carino il fatto che abbia dei magneti che la tengono assieme) a corredo dell’orologio vi è anche il bullone Continua a leggere

D1 Milano Ultra Thin: piacevole prova al polso

D1 Milano - UT01 - 01 - Front

Quando ho iniziato a fare le prove al polso avevo fatto presente alle Manifatture che avrei provato qualsiasi orologio mi fosse stato mandato. Negli anni ho quindi provato orologi che andavano in un range da 1.000 a più di 100.000 euro. E tutti, o quasi, mi hanno regalato emozioni che non sempre erano correlate al loro costo. Provando orologi, e non comprandoli, il prezzo passa in secondo piano anche perché il valore non influenza le emozioni che si provano indossandoli.
Qualche mese fa sono stato contattato dalla D1 Milano, che per altro conoscevo solo di nome, per provare un loro orologio appena nato: l’Ultra Thin. Un orologio che ha un prezzo di listino di 275 euro. In assoluto l’orologio con il prezzo di listino più basso che avessi mai provato. 
Per prima cosa, ancor prima di riceverlo, mi sono messo a capire cosa producesse la casa e cosa fosse questo Ultra Thin. Guardando la foto mi ha dato l’idea di un orologio che ricordavo un po’ troppo le linee di un Royal Oak in alcuni particolari e Continua a leggere

Perseo: un orologio limited edition per Orologi & Passioni

Perseo per Orologi & Passioni

L’importanza di essere parte di un gruppo e di condividere emozioni ed esperienze. La nascita di un orologio creato appositamente da una Casa per il forum Orologi & Passioni è una delle cose più emozionanti che possano accadere. Sono risultati non facili da ottenere e che rendono onore ad una comunità virtuale che si è fatta conoscere per la propria preparazione e serietà. E’ arrivato adesso il momento di parlare dell’orologio voluto ed aspettato ed in particolare di un progetto e di un’idea cresciuta e sviluppatasi all’interno del forum. Il tutto con la partecipazione attiva degli iscritti (i  particolare di Giorgio Cigna) e con lo spirito di iniziativa e la forte collaborazione di chi ha creduto nella possibilità di realizzare qualcosa di “unico”. Unico non certo per il valore o per l’estrinseca bellezza dell’oggetto ma per quanto noi tutti (si, anche noi) abbiamo fatto per la migliore riuscita dell’iniziativa. Continua a leggere

Breguet Marine 5817: prova al polso

Breguet Marine 5817

Devo cominciare questa prova con delle scuse personali a Breguet. Scuse dovute e forse tardive. Non ha infatti tanto senso che un’amante degli orologi come me non abbia mai avuto al polso un Breguet. Eppure ho sempre amato il marchio per quel che rappresentava, per la sua storia, per la sua gloria. Fama di cui hanno parlato anche scrittori di fama mondiale. Ne cito due come esempio. Estrasse il più bell’orologio piatto che avesse mai fatto Breguet: “Guarda, sono le undici, sono stato mattiniero” (Balzac) Un Dandy che va sui boulevard vi ozia a suo piacere, finchè il vigile Breguet gli ricorda che è mezzogiorno. (Luskin)

Se devo dire il vero, avevo sempre avuto un pensiero tutto mio su Bregunet, e cioè che fosse rimasta troppo uguale a se stessa negli anni con le sue casse, le sue anse, le sue sfere….Mi sbagliavo! Avere al polso un Breguet, nel mio caso il Marine 5817 in oro giallo, è qualcosa davvero molto speciale. Mi ha dato subito l’impressione, malgrado il Marine sia abbastanza recente per gli standard Breguet, di avere al polso un pezzo di storia. Si perché Breguet ha scritto, come poche altre maison, la storia dei segnatempo. Fra tutti, sicuramente, il tourbillon è il più famoso ma tante altre sue invenzioni hanno contribuito a far si che gli orologi da polso siano quel che sono oggi. Il Marine è un orologio semplice; molto Bregunet, ma molto semplice. Con il suo cinturino in gomma, la deplo in oro massiccio, la sua cassa tonda da 39 mm, la sua gran data, il quadrante in parte inciso, le sfere Breguet…. La sua dimensione di 39mm in particolare: è ben bilanciato dal suo spessore e si accomoda benissimo anche su di un polso piccolo come il mio. Il cinturino in gomma è molto piacevole ed ha una bella lavorazione a rombi. Continua a leggere

Patek Philippe 5230: le Nuove Ore del Mondo

Patek Philippe Nuovo Ore del Mondo

Fra gli orologi che hanno segnato la storia di Patek Philippe le ore del mondo hanno di sicuro un ruolo di spicco. Non di certo fra gli orologi più complicati o costosi della Casa,  hanno avuto, però,  sempre un posto speciale nel cuore dei collezionisti del marchio. Forse perché si tratta di una complicazione utile per chi viaggia o forse perché questa complicazione dona un fascino particolare al quadrante dell’orologio.
L’Ora Universale Patek Philippe (nota anche tra i collezionisti con il nome Worldtime) fa comunque parte da quasi ottant’anni degli orologi da polso complicati più ricercati della manifattura. Di recente l’indicazione uffici ale dei 24 luoghi che rappresentano i fusi orari ha subito importanti variazioni: il salone Baselworld 2016 diventa quindi il momento ideale per presentare il nuovo Patek Philippe Ora Universale Referenza 5230, che andrà a sostituire i modelli esistenti. E d è anche l’occasione di rivisitarne il design della cassa, del quadrante e delle lancette. La suddivisione del pianeta in 24 fusi orari che coprono ognuno 15 gradi di longitudine può sembrare facile sulla carta, ma la sua applicazione sul piano politico si rivela decisamente più complessa. Alcuni fusi orari sono definiti oggi da nuovi nomi di luoghi (Dubai sostituisce Riad e Brisbane sostituisce Nouméa, per citare solo due esempi). Dopo aver a lungo applicato l’ora UTC+4, Mosca si è avvicinata all’Europa occidentale adottando l’ora locale UTC+3. Continua a leggere

Eberhard Scafograf 300

Eberhard Scafograf 300

Chi di mestiere fa il giornalista, dovrebbe cercare di essere il più imparziale possibile e dare le notizie con professionale distacco. Io non sono un giornalista, ma un appassionato che scrive da anni di orologi spinto solo dall’amore che ho per i segnatempo. Ogni passione, come tale, fa vedere le cose con i propri occhi e, a volte, si finisce con l’essere poco imparziali. Come con Eberhard, ad esempio. Il rapporto che ho con la loro proprietà, con il presidente e con tante persone che lavorano da loro è davvero unico. In un mondo fatto di numeri, precisione e immagine non è facile trovare persone come loro, credetemi.
Premesso questo vediamo di parlare di un modello molto ben riuscito che hanno presentato a Basilea. Ad ispirare Eberhard & Co. per la presentazione di una delle principali novità del 2016, è stato un tuffo nel proprio passato… Erano gli anni ’50 quando la Maison svizzera, da sempre incline alla ricerca tecnica e all’innovazione, decise di affrontare una delle sfide che da sempre ha affascinato l’uomo di ogni tempo, quella con il mare e i suoi profondi e misteriosi abissi. Il mare, oggetto di imprese e leggende, dall’orizzonte infinito, un mondo sommerso che non si finisce mai di scoprire la cui superficie però si congiunge con la vita dell’uomo. Erano gli anni in cui veniva pubblicato uno dei grandi capolavori di Hemingway – “Il vecchio e il mare” – che affrontava temi quali il coraggio e la tenacia dell’uomo di fronte alla natura – all’immensa massa azzurra nello specifico – e la sua fusione con essa. Erano gli anni in cui veniva presentata la collezione Scafograf di Eberhard & Co., pensata per un polso avventuroso e sportivo che ama condurre la propria vita con spirito dinamico. La collezione, arricchita negli anni seguenti, era composta da modelli in acciaio, impermeabili a 100, 200, 300, 400, 750 e 1.000 metri, con o senza lunetta girevole ed ore luminescenti. Continua a leggere

Rolex Cosmography Daytona: Standing Ovation

Rolex Cosmograph Daytona

Amo gli orologi da cosi tanto tempo che neppure ricordo da quando; e ancora oggi rimango senza parole di fronte a certi segnatempo. Rolex è stato il mio primo amore ed ancora oggi mi emoziona. Negli anni è cambiata lentamente, rimanendo comunque fedele a se stessa. Ha da sempre prodotto orologi dalla linea semplice, robusti e da poter portare ogni giorno. Senza farne parola e senza farne pubblicità, ha anche migliorato ogni piccolo particolare tecnico: dai materiali usati alle chiusure sempre più sicure e precise, dai quadranti alle leghe di metallo. Una ricerca meticolosa che li rende sempre orologi eccezionali da usare ogni giorno.
Fra i vari modelli, il Daytona occupa un posto assolutamente di spicco. Un orologio iconico, un nome ormai leggendario, una forma conosciuta a tutti gli amanti degli orologi. E alla fiera di Baselworld, in atto in questi giorni, ha presentato una nuova versione che sta facendo parlare tutti gli appassionati.
Cosa c’è di cosi nuovo da far parlare cosi tanto? La referenza (116500LN), il quadrante e la ghiera che invece che essere in acciaio è in Cerachrom. Tutto qui? E la cassa? E’ la stessa. Ed il bracciale? Non cambia. Il movimento? Il medesimo. A questo punto vi starete chiedendo come mai allora io abbia usato un titolo cosi altisonante. Beh, è presto detto. Continua a leggere