A. Lange & Söhne SAXONIA THIN e SAXONIA GRANDE DATA

A. Lange & Söhne SAXONIA THIN

Immagine 7 di 8

 

Nel giorno del santo patrono milanese vi presento 2 novità di casa Lange: il SAXONIA THIN e il SAXONIA GRANDE DATA. Partiamo dal primo, che A. Lange & Söhne presenta in una versione speciale in oro bianco limitata a soli 50 pezzi. Il quadrante in argento massiccio è rivestito di avventurina nera, in cui si trovano minuscole particelle color rame che ne fanno brillare la superficie. L’orologio è inoltre impreziosito da un cinturino in pelle nera lucida con fibbia ad ardiglione in oro bianco 18 carati. È la prima volta che per un orologio A. Lange & Söhne viene utilizzata questa rara variante di avventurina nera, dopo che nel 2018 è stato presentato il SAXONIA THIN nella versione con quadrante blu. Il processo di fabbricazione dell’avventurina venne scoperto a Venezia nel XVII secolo: si tratta di un vetro con componenti in rame. Quando viene riscaldato, il rame forma cristalli microscopici. Per ottenere una superficie uniforme, deve essere fuso con estrema cura sul quadrante in argento. Il quadrante del SAXONIA THIN visualizza l’ora e i minuti con sottili lancette e indici a bastone. La lunetta della cassa rotonda in oro lascia spazio al quadrante per valorizzarne il particolare materiale. Grazie alla caratteristica curvatura delle anse del cinturino, l’elegante orologio si adatta perfettamente al polso: il diametro della cassa è di 40 millimetri e lo spessore di soli 6,2 millimetri. Il movimento del SAXONIA THIN, il calibro a carica manuale L093.1 sviluppato e prodotto in Manifattura, con un’altezza di soli 2,9 millimetri è il movimento più sottile mai realizzato da A. Lange & Söhne; e, nonostante il suo design compatto, offre una riserva di carica di ben tre giorni. Tra le caratteristiche qualitative tipiche del Brand vi sono la platina a tre quarti con levigatura a nastro di Glashütte e con angoli smussati e lucidati. Per ottenere una armonia visiva, la smussatura della piastrina di copertura lucidata a specchio è rifinita manualmente per uniformarsi alla platina a tre quarti. Il rocchetto e la ruota a corona sono decorati con lavorazione «à soleil» e integrati nella platina. Tre castoni d’oro avvitati e lucidati a mano fungono da cuscinetti per il ruotismo che trasmette l’energia dal bariletto alla sezione di marcia. Il bilanciere con viti a libera oscillazione con una frequenza di 21.600 alternanze/ora è posto sotto il ponte inciso a mano libera con molla a collo di cigno.

Il SAXONIA GRANDE DATA, invece, è disponibile ora con quadrante color argenté. La Grande Data Lange e i piccoli secondi sono disposti in modo simmetrico; l’orologio è disponibile in oro bianco e in oro rosa, che si aggiungono alle versioni con quadrante nero presentate nel 2018. Il nome SAXONIA rimanda alla straordinaria storia della Sassonia, regione sud-orientale della Germania, diventata presto pioniere dell’industrializzazione tedesca. Anche Ferdinand Adolph Lange, fondatore dell’industria orologeria di precisione sassone, ha contribuito alla reputazione della regione con i suoi esclusivi e innovativi orologi da tasca. Nel SAXONIA GRANDE DATA, il caratteristico stile Lange si riflette in numerosi dettagli di design, come gli indici a bastone in oro massiccio, smussati e lucidati. La Grande Data è un elemento tipico Lange già dal lancio della prima collezione del 1994 che includeva il primo modello SAXONIA. Sul quadrante dal disegno chiaro e minimalista con indici a bastone in oro, essa è posizionata a ore 12 e il contatore dei piccoli secondi a ore 6 ne controbilancia l’aspetto. Con un diametro di 38,5 millimetri e un’altezza di 9,6 millimetri, la cassa in oro bianco o rosa si presenta con proporzioni classiche. Ciò che accomuna tutti gli orologi Lange è l’amore per i dettagli che si esprime nella lavorazione e nella passione per la tecnologia, l’artigianato e i materiali. Il calibro di Manifattura automatico del SAXONIA GRANDE DATA, assemblato a mano due volte e basato sul calibro L086.1 del SAXONIA AUTOMATICO, ne è un significativo esempio. Il complesso meccanismo del datario aumenta il numero dei singoli componenti da 209 a 286. L’eccezionale costruzione è dotata di due elementi separati per l’indicazione delle unità e delle decine ed hanno una dimensione di almeno il doppio rispetto a orologi comparabili. Ciò rende la leggibilità decisamente agevolata. Un grande rotore centrale sostenuto da cuscinetti con una massa oscillante in platino assicura la carica effettiva del movimento automatico L086.8. Il bariletto fornisce una riserva di carica massima di 72 ore; tra gli altri elementi di spicco meccanici ci sono il classico bilanciere con viti e spirale Lange a oscillazione libera. Il caratteristico stile Lange si riflette anche in vari dettagli del movimento: la platina a tre quarti in alpacca naturale con levigatura a nastro di Glashütte e il ponte del bilanciere inciso a mano con la molla a collo di cigno per la regolazione micrometrica a declino. 

Janvier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *