Patek Philippe Ora Universale

Patek Philippe Ora Universale

Immagine 1 di 8

Lo splendido Ora Universale di Patek Philippe, presentato per la prima volta negli anni 1930, si rinnova con una nuova cassa in oro giallo; questo magnifico orologio, grazie al meccanismo inventato da Louis Cottier indica simultaneamente e senza discontinuità l’ora di tutti e 24 i fusi orari. Questo modello fece un ulteriore passo avanti in termini di funzionalità nel 1999; da quell’anno, infatti, è stato dotato di un meccanismo esclusivo e brevettato che permette all’utente, quando cambia fuso orario, di correggere tutte le indicazioni con un’unica pressione del pulsante, senza che ciò incida minimamente sulla precisione del movimento. Questo orologio  si è distinto, in particolare, per i suoi modelli con, al centro del quadrante, le preziose raffigurazioni del planisfero in smalto cloisonné, come la Ref. 5131 proposta dal 2008 con lunetta bombata e cassa declinata successivamente in oro giallo, bianco, rosa e in platino. Fra gli orologi che hanno segnato la storia di Patek Philippe le ore del mondo hanno di sicuro un ruolo di spicco, nonostante non siano fra gli orologi più complicati o costosi della Manifattura. Forse perché si tratta di una complicazione utile per chi viaggia o forse perché questa complicazione dona un fascino particolare al quadrante dell’orologio. Io per primo non nascondo di essere da sempre un grande estimatore di questo orologio. Patek Philippe prosegue la leggenda di questo grande classico dotandolo della stessa cassa stile Calatrava introdotta nel 2016 negli orologi Ora Universale Ref. 5230, con centro del quadrante guilloché a mano. Riconoscibili le anse del bracciale sporgenti a forma di aletta e la lunetta sottile liscia e lucida. Il planisfero in smalto cloisonné raffigurante l’Europa, l’Africa e le Americhe è stato interamente realizzato a mano curando particolarmente i dettagli, i colori e gli effetti di profondità. Questo segnatempo è impreziosito dall’integrazione di 4 pagliuzze in oro giallo a ore 12, 3, 6 e 9. Il centro del quadrante indica l’ora locale del fuso orario selezionato a ore 12 mediante una lancetta dell’ora ad anello, un design tradizionale negli orologi Ora Universale Patek Philippe. Le ore locali degli altri 23 fusi orari si leggono sul disco delle 24 ore dotato di indicazione giorno/notte. Le finiture del calibro 240 HU a carica automatica con minirotore eccentrico in oro 22 carati e riserva di carica di circa 48 ore, si possono ammirare attraverso il fondo cassa in cristallo di zaffiro. L’orologio ha un diametro di 38,5 mm ed è impermeabile fino a 30 metri. È completato da un cinturino in alligatore a squama quadrata, cucito a mano, bruno cioccolato lucido con fermaglio déployant.

Questa referenza (la Ref. 5231J-001) va ad aggiungersi alla Ref. 5131/1P-001 con cassa e bracciale in platino e planisfero in smalto cloisonné raffigurante la Terra vista dal Polo Nord.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *