Vacheron Constantin Overseas Calendario Perpetuo Extra-Piatto

Vacheron Constantin Overseas Calendario Perpetuo extra-piatto

 

In occasione della mia visita alla nuova boutique che Vacheron Constantin ha aperto a Milano in partnership con Pisa Orologeria, in Via Verri 9, ho avuto modo di ammirare lo splendido, nuovo Calendario Perpetuo Extra-Piatto della collezione Overseas della Manifattura. La collezione Overseas è dedicata ai viaggiatori e presenta un design distintivo, espressione di un’Alta Orologeria al servizio della praticità. La lunetta esagonale richiama la croce di Malta di Vacheron Constantin, mentre il quadrante laccato traslucido presenta lancette e indici delle ore in oro, sfaccettati e luminescenti. Caratterizzato dalla cassa in oro rosa, il nuovo segnatempo Overseas ultra-piatto con calendario perpetuo rivela una notevole complessità tecnica. Il modello, uno dei più sottili al mondo (cassa di soli 8,1 mm), racchiude l’iconico calibro di Manifattura 1120 QP/1, un movimento meccanico ultra-piatto a carica automatica che muove il calendario perpetuo e l’indicazione delle fasi lunari. Il movimento – un autentico capolavoro di miniaturizzazione – non supera i 4,05 mm di spessore, contiene 276 componenti e gestisce le irregolarità del calendario senza bisogno di alcuna regolazione fino al 2100; oscilla a una frequenza di 2,5 Hz, garantisce una riserva di carica di circa 40 ore e muove le ore, i minuti, il calendario perpetuo (giorni della settimana, data, mese, anno bisestile su un contatore a 48 mesi) e le funzioni relative alle fasi lunari. La cassa in oro rosa di 41,5 mm di diametro, impermeabile fino a 50 metri, incornicia il quadrante laccato traslucido argentato, punteggiato da lancette e indici delle ore in oro e materiale luminescente, mentre il fondello in vetro zaffiro trasparente rivela una massa oscillante in oro 22 carati decorata con la rosa dei venti. L’orologio è dotato di un bracciale, di fibbia déployante intercambiabile in oro rosa e di cinturino in pelle di alligatore o in caucciù di colore blu scuro, sempre intercambiabili.

Tornando alla Boutique, disegnata dall’Architetto Filippo Gabbiani di Kokai Studios, è disposta su due piani: il piano terra è predisposto per accogliere l’esposizione delle collezioni rappresentative del savoir-faire orologiero della marca, mentre il piano superiore ospita un elegante spazio ispirato all’art de vivre Vacheron Constantin e dedicata agli appassionati di Alta Orologeria.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

Overseas calendario perpetuo ultra-piatto

Referenza 4300V/000R-B064

Segnatempo certificato dal Punzone di Ginevra

Calibro 1120 QP/1

Sviluppato e prodotto da Vacheron Constantin Meccanico a carica automatica

Massa oscillante Overseas in oro 22 carati

29,6 mm (12’’’½) di diametro, 4,05 mm di spessore Riserva di carica di circa 40 ore

2,75 Hz (19.800 alternanze/ora)

276 componenti

36 rubini

Indicazioni Ore e minuti

Calendario perpetuo (giorno della settimana, data, mese, anno bisestile)

Fasi lunari

Cassa Oro rosa

Diametro 41,5 mm, spessore 8,1 mm

Anello in ferro dolce per una protezione antimagnetica Corona a vite

Fondello trasparente in vetro zaffiro

Impermeabilità testata alla pressione di 5 bar (circa 50 metri)

Quadrante Laccato traslucido argentato, finitura satinata soleil e minuteria con finitura effetto vellutato

Indici e lancette delle ore e dei minuti in oro rosa con materiale luminescente bianco

Bracciale/Cinturini Disponibile con un secondo cinturino in pelle di alligatore

Mississippiensis blu con fodera microperforata in nabuk nero, cucito a mano, grandi squame quadrate

Disponibile con un terzo cinturino in caucciù blu

Chiusura Chiusura déployante in oro rosa a tripla lama, con pulsanti e sistema intercambiabile brevettato compatibile con entrambi i cinturini

 

2 risposte a “Vacheron Constantin Overseas Calendario Perpetuo Extra-Piatto

  1. Io invece credo che ad ogni esercizio tecnico debba corrispondere l’effettiva fruibilità.
    Una complicazione così, su un ultra piatto è sicuramente superlativa… C’è però l’unico problema che fatta così il mese diventa praticamente illeggibile se non per mezzo di approssimazione.
    Per cui a mio modestissimo parere la complicazione rimane inutile… un mero esercizio di stile…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *