OMEGA Speedmaster ’57: prova al polso

Speedmaster '57

Immagine 1 di 12

Per celebrare la storia del primo orologio Speedmaster del 1957 (da me già ampiamente e ripetutamente descritto in questi anni), nel 2013 OMEGA ne svelò una versione aggiornata. Quest’anno OMEGA ha deciso di rivisitare il segnatempo creando un nuovo modello, aggiornato in numerose caratteristiche ma sempre fedele allo stile che lo ha reso un’icona da più di cinquant’anni. Segnatempo che ho avuto la fortuna di provare in esclusiva per voi lettori e che vi propongo per questo week-end.

Veniamo alla prova: già piacevolmente colpito appena l’ho ricevuto, mi è bastato indossarlo per capire che restituirlo dopo una settimana sarebbe stato difficilissimo! Infatti, oltre che esteticamente piacevole (anche, se non soprattutto, per quella sua linea vintage), anche al polso l’ho trovato subito perfetto per dimensione e proporzione. E in prova ho avuto la versione braccialata, perciò più pesante; non oso immaginare avessi avuto quello con cinturino in pelle! Tra i dettagli che subito mi hanno ricordato il modello originale, citerei le anse dritte, il quadrante bombato e le lancette centrali sfaccettate, lucide e rodiate di ore e minuti che sono state create con lo stile cosiddetto “Broad Arrow” (ora ricoperte di Super-Luminova effetto vintage a emissione verde).  Dicevo delle dimensioni: lo Speedmaster ’57, infatti, ha la cassa in acciaio da 41,5 mm, spazzolata e lucidata e perfetta per polsi non giganteschi; lo so, la tendenza attuale è sempre quella di orologi dalle dimensioni imponenti, la cui portabilità, però, non è certo delle più facili per chi non è emulo di Schwarzenegger… La ghiera è caratterizzata dalla scala tachimetrica, “marchio di fabbrica” degli Speedmaster. Il quadrante, nero con indici bianchi e beige, è protetto da un vetro zaffiro resistente ai graffi. Ciò che distingue questo modello dal suo predecessore, come vi accenavo sopra, sono gli indici delle ore incassati e parzialmente riempiti di Super-LumiNova. Un altro elemento che secondo me crea un sottile legame con l’originale, è il look delle sfere.

Il cuore del nuovo Speedmaster ’57 è il rivoluzionario calibro OMEGA Co-Axial 9300, che ho ammirato attraverso il fondello in vetro zaffiro. Il segnatempo è presentato in due versioni. Con cinturino in pelle marrone con chiusura deployante spazzolata e lucidata, oppure (la versione appunto che ho avuto il piacere di provare) con bracciale in acciaio spazzolato e lucidato con perni a vite, brevetto esclusivo OMEGA e con una chiusura a farfalla. Come tutti i segnatempo della famiglia Speedmaster, questo orologio è impermeabile fino a 10 bar (100 metri/330 piedi), cosa che mi ha permesso senza esitazione di utilizzarlo anche al mare e in piscina, come da foto allegate! Il prezzo consigliato al pubblico della versione braccialata? € 7400. Tanti? Troppi? No, il giusto per un orologio iconico, che ha saputo nel corso degli anni sfruttare le innovazioni tecnologiche della Manifattura.

7 risposte a “OMEGA Speedmaster ’57: prova al polso

  1. Fate proprio un brutto lavoro, ma come si dice? Qualcuno deve pur farlo.
    Cmq se anche voi avete bisogno di ferie ad agosto potete contare sul mio contributo, sono disposto per un mese (non di più) a sostituirvi in qualche prova.
    Luca

  2. Sarà che il mio pc non va bene ma le tue ultime due risoste due post distinti non le leggo.

    Certo se mi hai mandato a quel paese è una fortuna 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *