Richard Mille RM 27-03 Rafael Nadal: spettacolo puro!

RM 27-03 Rafael Nadal

 

Dal 2010, Richard Mille ha sviluppato una serie di orologi sensazionali attraverso una collaborazione unica nella storia dell’orologeria, con Rafael Nadal. L’ultimo nato, nonostante la presenza di un movimento tourbillon, non delude in termini di resistenza agli urti. Scegliere il torneo del Grande Slam che come ogni anno si svolgerà al Roland Garros è stata una decisione ovvia per la presentazione dell’RM 27-03 Rafael Nadal. Per il campione spagnolo, già vincitore per nove volte dell’Open di Francia, la terra battuta è la superficie preferita. Questo nuovo orologio combina materiali innovativi nel rispetto della tradizionale perizia orologiera. L’RM 27-03 si presenta nei suggestivi colori giallo e rosso della sua cassa in Quartz TPT® in onore della Spagna, paese nativo di Rafa. La notevole intensità delle sfumature è stata ottenuta grazie all’impregnazione di sottili strati di silicio, di soli 45 micron di spessore, in resine pigmentate, secondo un procedimento esclusivo di sovrapposizione degli strati di lamenti prima di essere portati a 120° C, tecnica sviluppata dalla North Thin Ply Technology (NTPT®). Continua a leggere

Richard Mille RM 50-03 McLaren F1: il cronografo sdoppiante tourbillon più leggero al mondo!

RM 50-03 McLaren F1

 

Sviluppato in collaborazione con il celebre costruttore di Formula 1, il nuovo modello Richard Mille, con un peso di soli 40 grammi compreso il nuovo cinturino, l’RM 50-03 McLaren F1 è il cronografo meccanico più leggero mai realizzato. Il progetto include infatti non solo il titanio e il Carbonio TPT™, ma anche un nuovo materiale, mai usato nell’industria orologiera, il graphene, integrato per questo uso nella cassa del Graph TPT™. Il materiale è stato isolato per la prima volta, nel 2004, dal professor Andre Geim della Scuola di Fisica e Astronomia dell’Università di Manchester. Sei anni più tardi, nel 2010, questa scoperta gli è valsa il Premio Nobel per la Fisica, insieme al suo collega, il professor Konstantin Novoselov. Grazie alla collaborazione fra l’Università di Manchester, la McLaren Applied Technologies e la North Thin Ply Technology (NTPT®), Richard Mille ha potuto realizzare una cassa di un orologio lavorata a partire dalla versione più evoluta di Carbonio TPT™. Il graphene è sei volte più leggero dell’acciaio e duecento volte più resistente. Continua a leggere

Richard Mille RM 07-01 e RM 037 in carbonio NTPT con diamanti

Richard Mille RM 07-01 in carbonio NTPT con diamanti

Il carbonio NTPT è ormai un elemento distintivo nella collezione maschile Richard Mille. Conferisce agli orologi della Manifattura un aspetto unico, assicurando nello stesso tempo una protezione ideale al movimento ospitato all’interno. Questo materiale viene utilizzato oggi nei modelli dedicati al pubblico femminile RM 07-01 e RM 037, in cui il carbonio NTPT si arricchisce di un’incastonatura di pietre preziose, altra esclusiva di Richard Mille. Trovo sorprendente il contrasto fra lo scintillio dei loro purissimi diamanti e il contorno in carbonio opaco. L’incastonatura sul carbonio NTPT è una nuova avventura per il marchio. A differenza dell’oro che permette all’artigiano di creare a mano, direttamente con i propri utensili, le sedi e le griffe per fissare le pietre, la durezza e la resistenza del materiale composito implica l’utilizzo di specifiche macchine a controllo numerico equipaggiate con utensili diamantati per creare la fitta foratura necessaria alla realizzazione dell’incastonatura di tipo “pavé”. La cassa è in carbonio NTPT con diamanti incastonati sulla lunetta; la parte centrale della cassa è in oro rosso 5N, satinata, con i piloni lucidati. Il carbonio NTPT è composto da un insieme di strati, ognuno costituito da filamenti affiancati e paralleli; i singoli strati, con uno spessore massimo di 30 micron, impregnati con una resina specifica, vengono sovrapposti da una macchina automatica con una inclinazione variata di 45° rispetto ai precedenti. Il composito viene a questo punto riscaldato in autoclave fino a 120°C, a una pressione di 6 atmosfere; al termine del processo, è pronto per essere modellato per lavorazione alle macchine utensili in un centro di lavoro a controllo numerico all’interno della manifattura delle casse Richard Mille, Proart. Continua a leggere

Richard Mille e Cyril Kongo: opera d’arte al polso

RM 68-01 Tourbillon Cyril Kongo

Vera “opera d’arte da portare al polso”, il nuovo RM 68-01 Tourbillon Cyril Kongo che vi presento oggi sono convinto entrerà nella storia dell’orologeria. Per la prima volta, infatti, un artista di strada riproduce il suo universo e il suo linguaggio artistico, trasportandoli dalle grandi dimensioni dei graffiti all’infinitamente piccolo del movimento di un orologio. L’RM 68-01 è il risultato del desiderio di Richard Mille di portare l’arte contemporanea nell’alta orologeria in un modo mai tentato in precedenza. In effetti questo tourbillon è più di un orologio, in quanto è utilizzato come una tela per la creatività e l’ispirazione dell’artista di strada Cyril Kongo. Mai prima d’ora un’opera d’arte ha preso forma sui ponti e sulla platina di un movimento, diventando realmente parte integrante dell’orologio. Richard Mille e Kongo sono riusciti a trasportare un’arte, universalmente concepita per le grandi dimensioni dei murales urbani, nel mondo della micromeccanica e della precisione orologiera, con un salto dai muri delle città, ai ponti, alle platine e ai quadranti in zaf ro degli orologi da polso.

Kongo ci ha detto: ”Io nasco con i graffiti. Tutto il mio lavoro deriva da loro. Sono stati la mia scuola di pittura sulla strada. Sento il bisogno di rimanere sintonizzato con quel mondo e nel contempo guardarmi intorno per vedere cosa accade altrove. I graffiti sono un linguaggio, con propri codici, una forma di scrittura, sia che vengano eseguiti su un gigantesco muro, che su una tela, che in ne su qualsiasi altro supporto. Non sono un pittore legato a un singolo spazio, né ad alcuna particolare superficie.” C’è voluto più di un anno per sviluppare la tecnica di pittura usata da Kongo. E’ stato sviluppato uno speciale aerografo per permettere all’artista di spruzzare i suoi colori un po’ alla volta con grande delicatezza. Per evitare di interferire con l’equilibratura, e quindi il perfetto funzionamento delle componenti meccaniche, il peso della vernice applicata è stato rigorosamente determinato in anticipo. Questa grande sfida, che ha coinvolto tutti i gruppi di specialisti che hanno collaborato nel progetto RM 68-01, ha portato alla creazione di una tavolozza di colori vivi, unici e inalterabili che aderisse perfettamente alle super ci delle componenti in titanio, resistenti inoltre durante le operazioni di montaggio e manutenzione.  Continua a leggere

Richard Mille presenta il nuovo RM 35-02 Rafael Nadal

RM 35-02 Rafael Nadal

Come ormai da tradizione, all’avvicinarsi del torneo del Roland Garros Richard Mille e il campione di tennis spagnolo sono di nuovo insieme per presentare l’RM 35-02, il primo modello della collezione che utilizza un movimento a carica automatica.

Dopo il primo incontro nel 2008, Richard Mille e Rafael Nadal hanno partecipato insieme a una delle più straordinarie avventure della moderna alta orologeria. Con il nome “Nadal”, Richard Mille ha, infatti, dato vita a una collezione di orologi direi unica. I suoi modelli sono al contempo sinonimo di innovazione, di estrema leggerezza e resistenza agli urti. Dal primo RM 027 con la cassa in nanotubi di carbonio del 2010, al recente RM 27-02 con cassa e platina monoscocca in carbonio NTPT, passando per l’RM 27-01 con il movimento tenuto in sospensione da sottili cavi, ciascuno dei modelli ideati insieme ha espresso dei progressi sostanziali nello sviluppo progettuale, a testimonianza di un nuovo approccio strutturale in orologeria. L’RM 35-02 Rafael Nadal è il simbolo, come i suoi “grandi fratelli” che l’hanno preceduto, di una ricerca ininterrotta di innovazione all’interno di un schema unico. Animato dal nuovo movimento RMAL1, la sua platina e i ponti in titanio grado 5 micropallinato con rivestimento superficiale PVD/Titalyt® satinato, gli conferiscono una grande rigidità e una perfetta planarità delle superfici. Il suo bilanciere a inerzia variabile con 28.800 alternanze/ora, è alimentato da un doppio bariletto per avere una maggior stabilità nell’erogazione della coppia motrice. Ispirato all’RM 35-01, l’RM 35-02 nasce dalla richiesta di numerosi clienti Richard Mille, di poter disporre di un movimento a carica automatica racchiuso in un modello Nadal. Nulla di più facile che utilizzare il suo sistema di carica brevettato con rotore a geometria regolabile, vero simbolo degli orologi a carica automatica in casa Richard Mllle, che permette di adattare la velocità della carica all’attività dell’utilizzatore. Il vetro di protezione, in zaf ro antiri esso, che permette di ammirare il movimento in tutte le sue angolazioni, è un’altra novità nella collezione Nadal.

L’RM 35-02 Automatico Rafael Nadal si presenta in due varianti: in carbonio NTPT o in Quarzo-TPT® rosso vivo, venato di bianco. In questa versione gli strati di fibre di quarzo (ossido di silicio), con uno spessore massimo di 45 micron, vengono impregnati con una resina rossa, espressamente ideata per Richard Mille, e poi sovrapposti da un sistema automatico che ne varia l’inclinazione di 45° gli uni rispetto agli altri. Riscaldati a 120°C in una autoclave simile a quella utilizzata per la realizzazione dei componenti in “composito” per l’aeronautica, il materiale è così pronto per essere lavorato alla Pro Art, azienda dedicata alla produzione delle parti e delle casse Richard Mille. Le fibre di quarzo bianche, non colorate secondo l’uso abituale in orologeria, hanno un rapporto resistenza/peso molto elevato, proprietà anallergiche e un’eccellente resistenza ai raggi UV. L’abilità degli specialisti della Richard Mille e della North Thin Ply Technology ha permesso lo sviluppo di una resina rossa che offrisse un contrasto netto con il bianco naturale del quarzo.

Sviluppato secondo criteri di biocompatibilità, stabilità e robustezza, il Quarzo-TPT® Rosso dell’RM 35-02 può resistere a forze no a 5.000 G.

Continua a leggere

Richard Mille ancora al fianco di Rafael Nadal nel 2016

Richard Mille RM 27-02

Per il campione di tennis spagnolo, il 2016 si annuncia sotto i migliori auspici. La sua vittoria il week-end scorso al torneo d’esibizione ad Abu Dhabi lo rilancia come uno dei più accreditati per vincere il primo torneo Slam che inizierà lunedì: gli Australian Open..

Leggenda vivente del Roland Garros, «Rafa» non è solo un ambasciatore, ma anche un caro amico di Richard Mille, come lo sono spesso coloro che collaborano con il Brand nello sviluppo di calibri d’eccezione. Sia nella buona che nella cattiva sorte, nelle sconfitte o nelle vittorie, il Brand sostiene immancabilmente Rafael Nadal, accompagnandolo fedelmente nella sua carriera e non solo. Così il 2015 è stato comunque un grande anno di collaborazione tra Rafael Nadal e Richard Mille che hanno sviluppato e rilasciato insieme, in occasione del Roland Garros, il modello RM 27-02, un calibro tourbillon eccezionale.

Firmato Rafael Nadal, questo esemplare ha consentito al Brand importanti progressi nella costruzione di movimenti, con la sua platina monoblocco di cui la cassa è parte integrale (architettura unica in orologeria), nell’estremo tecnicismo, con la presentazione in esclusiva mondiale del quarzo-TPT® ed in ne negli studi sulla resistenza di un movimento tourbillon in grado di sopportare urti di oltre 5000g. Quest’orologio ridefinisce l’approccio architettonico della collezione, mettendo in evidenza la profondità del movimento attraverso la tridimensionalità di ogni componente.

Rafael non può giocare senza il suo orologio al polso destro. Il suo RM “portafortuna”, infatti, è indispensabile per il tennista, noto per i suoi riti rivolti a facilitargli la concentrazione e a creare un ambiente favorevole alle sue prestazioni. Nadal ha anche un interesse speciale per questo RM 27-02 in quanto lo utilizza per calcolare la sua strategia durante le partite.

Il connubio Richard Mille / Rafael Nadal l’anno scorso è stato contraddistinto anche dalla vendita all’asta del prototipo dell’RM 27-02 per Only Watch. Rafa ha voluto metterlo a disposizione dell’Associazione Monegasca contro le Miopatie ed offrire la sua divisa all’acquirente per sostenere la fondazione di Luc Pettavino. Seconda miglior offerta della serata, ha contribuito a mettere in evidenza il successo di Only Watch.  Continua a leggere

Only Watch: asta record per un buon fine

1. Patek Philippe

Da oggi iniziamo un’esclusiva collaborazione con una delle riviste dedicate agli orologi più importanti al mondo (si, non solo in Italia perché pubblicata in più lingue in molti altri paesi). Mi riferisco ovviamente a Revolution, che ogni mese ci concederà in esclusiva un articolo della loro magnifica rivista trimestrale. Il nuovo numero lo potete tra l’altro già trovare in edicola. Edito inizialmente a Singapore e negli Stati Uniti d’America, Revolution, con 11 pubblicazioni in altrettanti Paesi, è il magazine trimestrale più importante e autorevole di orologeria meccanica di alta gamma e lifestyle dell’intero scenario internazionale. L’edizione italiana esiste dal 2007. Iniziamo la collaborazione con un articolo di Fabrizio Riversi che ha seguito l’asta benefica Only Watch, tenutasi il 7 novembre scorso a Ginevra e organizzata dalla Casa Phillips. Seguiranno nei prossimi mesi altri articoli che sicuramente vi appassioneranno come da sempre appassionano il sottoscritto. Buona lettura e buon week-end!

Quest’anno Luc Pettavino e la sua Association Monégasque Contre Les Myopathies possono veramente essere soddisfatti del risultato raggiunto dalla sesta edizione di Only Watch, asta benefica finalizzata a raccogliere fondi per la ricerca contro una patologia al momento inesorabile quale la Distrofia Muscolare di Duchenne. Ben 44 Maison “haut-de-gamme” hanno accettato l’invito di Pettavino a realizzare un pezzo unico da destinare per il suindicato obiettivo, e, il 7 novembre, a Ginevra, la cifra finale ottenuta è stata superiore alle più rosee aspettative: 10.366.560 € il realizzo complessivo, il più alto in assoluto nel confronto con le precedenti cinque edizioni. Così Pettavino: “Voglio ringraziare tutti coloro che ci anno aiutato a rendere questa edizione uno straordinario successo, e, in particolare, HSH il Principe Alberto II di Monaco, le Case di Orologeria, i co-organizzatori Phillips in associazione con Bacs & Russo, il Monaco Yacht Show e tutti i nostri partner. Questo fantastico risultato ci consentirà di implementare i nostri sforzi nel perseguire la cura per questo brutto male”. Gli ha fatto eco Aurel Bacs, illustre esperto, che ha operato in partnership con la Casa d’Aste Phillips, ponendosi personalmente come banditore d’asta: “E’ stato un privilegio l’aver ospitato la sesta edizione di Only Watch, ed essere stati capaci di giocare un ruolo importante nel sostenere una così delicata causa. Questo progetto ha visto il mondo dell’orologeria riunirsi con un’incredibile generosità, non ultime le 44 Case che hanno donato per l’occasione un esemplare unico”. Ricordiamo che l’evento finale è avvenuto dopo i momenti espositivi nel Principato di Monaco (23-26 settembre) ad Hong Kong (2-5 ottobre), a Pechino (9-12 ottobre), a New York (17-20 ottobre), a Londra (24-27 ottobre) e a Ginevra (5-7 novembre). E veniamo ora al succitato splendido risultato, per il cui ottenimento, non ci si può esimere dall’evidenziare l’aggiudicazione da “standing ovation” per la ref. 5016A di Patek Philippe, un Calatrava Tourbillon con Ripetizione Minuti e Calendario Perpetuo (con fasi di luna e datario analogico retrogrado), che partito da una stima di 675.000-878.000 € è stato battuto per la stratosferica cifra di 6.716.000 €, la più elevata mai ottenuta da un orologio da polso in asta: tale prezzo si è concretizzato alla fine di una vera e propria battaglia, durata ben 9 minuti, tra due collezionisti al telefono. Continua a leggere

Richard Mille RM 67-01 extra piatto automatico

RM 67-01 Extra Piatto Automatico

Cari amici lettori, oggi si sogna!Perché quando si parla di una creazione di Richard Mille, si parla praticamente sempre di capolavori tecnici. Richard Mille ha creato in un periodo di tempo molto breve (almeno per il mondo dell’orologeria) una pluralità di modelli incredibili. Uno di questi è l’automatico RM 010, diventato credo il più popolare. Richard Mille ha ritenuto fosse arrivato il momento di introdurne una nuova interpretazione: l’RM 67-01 Extra Piatto Automatico.

La componente meccanica nel processo di ideazione di un orologio di spessore sottile pone già le sue difficoltà, ma, raddoppiando la sfida, l’impegno si è concentrato nel combinare anche un senso di profondità nella struttura del movimento. L’intensa opera di scheletratura nell’RM 67-01 partecipa non poco alla creazione di questo effetto visivo al pari di una nuova struttura del quadrante in tre livelli. In questo nuovo modello, le cifre sono state realizzate in metallo e montate su due solidi binari in titanio, interconnessi e fissati direttamente sul movimento. Per accrescere la sensazione di profondità e permettere una facile lettura al buio, le cifre sono scavate nella parte centrale e trattate con Luminova® (una novità in questa categoria di orologi Richard Mille). La finestra della data in verticale è ora posizionata sulla destra del quadrante, a ore 5, incorniciata da un bordo in Luminova®.

Il nuovo movimento a carica automatica CRMA6 creato per L’RM 67-01 ha uno spessore di soli 3,6 mm. La platina e i ponti sono realizzati in titanio grado 5, mentre il rotore è in platino. Continua a leggere

Richard Mille RM 63-02 Heure Universelle

Richard Mille RM 63-02 Heure Universelle

Durante il Salone Internazionale dell’Alta Orologeria del 2013 Richard Mille presentò l’RM 58-01 Heure Universelle, con tourbillon e ore del mondo. Pensato in particolare per chi viaggia frequentemente, questo modello ha fortemente impressionato la stampa grazie alla grande semplicità di utilizzo del dispositivo di regolazione dei fusi orari. Per l’RM58- 01, Richard Mille aveva voluto effettivamente riprogettare questa complicazione in direzione della massima semplificazione nella regolazione, eliminando fra l’altro anche il pulsante sulla cassa. L’RM 63-02 Heure Universelle, ritorna sulla stessa sfida tecnica, proponendo la funzione «ore del mondo» in un nuovo movimento automatico di manifattura.

La ghiera girevole in titanio grado 5, satinata e lucida, è il punto focale dell’RM 63-02. Montata su un sistema di rotazione su sfere per garantire un funzionamento fluido, è lei che permette la selezione dei fusi orari. Posizionando a ore 12 il nome della città in cui ci si trova, l’RM 63-02 indica automaticamente sia l’ora locale, che quella di altre 23 città di riferimento dei rispettivi fusi del mondo, su una lunetta interna divisa in 24 ore che compie un giro al giorno. Con il suo colore di fondo, metà blu, metà bianco per distinguere le ore notturne da quelle diurne, effettua automaticamente ogni sessanta minuti il salto dell’ora. La ghiera bidirezionale, che agisce direttamente sul meccanismo interno, garantisce ugualmente un’impermeabilità fino a 30 metri alla cassa in titanio grado 5, lucida con satinature verticali.  Continua a leggere

Richard Mille Tourbillon RM69 Erotique

Richard Mille Tourbillon RM69 Erotique

Oggi vi presento il nuovo capolavoro di Richard Mille, il Tourbillon RM 69 Erotique, esemplare di alta orologeria che riporta frasi “libertine”.

L’orologio erotico fa parte della storia dell’orologeria. Gli artisti di un tempo si sono sbizzarriti sul tema del libertinaggio, ricreando meccanicamente scene suggestive.
 Poiché infrangevano i costumi conservatori delle autorità morali, religiose e politiche, questi oggetti sono stati spesso vietati e confiscati. Tuttavia, come in tutti i rapporti proibiti, il piacere si consuma al riparo da sguardi indiscreti ed è così che la dissimulazione di questa complicazione, nel cuore di alcuni modelli, ha consentito loro di sopravvivere fino ai giorni nostri. L’RM 69, ben lontano dalle scene interpretate da automi, gioca invece sul desiderio di esprimere testualmente la passione, la sensualità e la sessualità.

I ponti e la platina del calibro tourbillon a carica manuale sono realizzati in titanio di grado 5. Progettato in collaborazione con Audemars Piguet Renaud & Papi, questo movimento, realizzato con 505 componenti e 41 rubini, è estremamente compatto, grazie alla costruzione unica Duoplane che permette di allineare sullo stesso asse tourbillon e bariletto. Valorizzata da ponti vertiginosi e con una frequenza di 3 Hz, la gabbia del tourbillon si impone allo sguardo insieme al bariletto.
Incisioni circolari, smussature, lucidature a specchio e blocchi levigati a mano, associati alle superfici trattate con PVD, micropallinate e satinate, costituiscono rifiniture esemplari che dimostrano il rifiuto di qualsiasi compromesso sull’estetica del calibro.
La sua riserva di carica di 69 ore presenta una nuova visualizzazione a ore 4 sotto forma di asta graduata, alimentata da un differenziale planetario. Continua a leggere