Montblanc: intervista a Davide Cerrato

 

Montblanc1858Geosphere

Immagine 1 di 6

Da oggi, 9 aprile, Montblanc, con un’installazione nel cuore di Brera Design District, celebra la nuova Campagna per la Collezione 1858. In occasione di questo evento ho avuto la possibilità di intervistare per voi lettori del TGCOM24 Davide Cerrato, dal 2015 Direttore Generale della Divisione Orologi di Montblanc e forte di un esperienza ventennale in questo settore.

Inizio chiedendole qualcosa su di lei e sul suo background…

Un percorso di studi duplice: Design Industriale al Politecnico di Torino e poi Business School. Sono entrato nel mondo dell’orologeria circa 15 anni fa dopo diverse esperienze in campo marketing e pubblicità. Primo contatto con gli orologi in Officine Panerai per circa 4 anni, poi in Rolex per occuparmi del rilancio di Tudor per 9 anni; ora sono in Montblanc da circa 3 anni e mezzo.

Passiamo alla Divisione Orologi di Montblanc: com’è nata?

La Divisione è nata come tale al mio arrivo ed è corrisposta con la creazione di una Business Unit dedicata basata in Svizzera (fra le due manifatture di Le Locle e Villeret) e con tutte le risorse umane dedicate alla Divisione sotto lo stesso tetto svizzero. Il business orologi per Montblanc è stato lanciato 21 anni fa come extension dopo la pelle. Nel 2006 il gruppo ha acquistato Minerva attribuendola a Montblanc con tutto il suo patrimonio e la manifattura di Villeret. Quanto abbiamo messo in atto nella nuova offerta orologi di Montblanc si basa in modo molto forte su questo patrimonio incredibile di prodotti,conoscenze e di savoir-faire e per questo prendiamo come riferimento della nascita del nostro savoir-faire orologiaio la data di fondazione di Minerva 1858 (161 anni fa).

Quali sono le cose più significative che ha fatto nel recente passato il Gruppo Montblanc?E quali sono i prossimi obiettivi del Gruppo?

Per quanto riguarda gli orologi abbiamo rinnovato tuttelecollezioni e abbiamo rinnovato il layout delle nostre boutiques con un nuovo concetto retail che esprime molto bene l’anima lusso di Montblanc. L’integrazione di Montblanc e Minerva anche a Continua a leggere

Montblanc TimeWalker Collection: novità del SIHH 2017

 

TimeWalker Chronograph 1000 Limited Edition 18

Immagine 1 di 13

 

Oggi a Ginevra s’inaugura il SIHH 2017, il Salone Internazionale dell’Alta Orologeria, e il primo articolo sul Salone lo dedico alla nuova e per me molto bella Collezione TimeWalker di Montblanc. Montblanc, infatti, presenta cinque nuovi esemplari di segnatempo TimeWalker che incarnano lo spirito e i valori della storia degli sport legati al mondo dei Motori e ispirati dall’eccezionale storia di Minerva. Fin dai suoi esordi, il cronografo è sempre stato una delle complicazioni più conosciute e amate e, fra tutti gli sport motoristici, l’automobilismo è da sempre inestricabilmente legato al cronografo. E Minerva, fondata nel 1858 a Villeret nella valle di Saint-Imier, è stata da subito una Manifattura in grado di produrre strumenti di alta qualità per misurare brevi intervalli di tempo con considerevole precisione. Il celebre “Rally Timer”, un cronometro creato per misurare con precisione i tempi delle gare automobilistiche, è il perfetto esempio di questa eredità.

La nuova collezione TimeWalker di Montblanc esprime in chiave contemporanea il cronografo professionale sportivo con cassa da 43 mm (misura standard per i segnatempo sportivi di Montblanc): dalla cassa al quadrante, dal movimento alle complicazioni, questa collezione unisce modernità e stile vintage, prestazioni e innovazione, grande leggibilità e solidità. Il tutto con materiali come ceramica nera high-tech, acciaio satinato, titanio e caucciù. Le casse satinate e anse semischeletrate con intagli architettonici sui fianchi, sono ispirate alle linee aerodinamiche della scocca delle automobili classiche. Tra i dettagli iconici figurano le zigrinature a diamante sul fianco dell’emblematica lunetta in ceramica nera, così come sulle corone e sui pulsanti che ricordano i tappi dei serbatoi d’epoca, fondelli in vetro fumé ispirati alle finestre in vetro sui potenti motori V12 e cinturini traforati ispirati ai guanti da pilota. Continua a leggere

Montblanc introduce il bronzo nella Collezione 1858

Montblanc 1858 Collection

Immagine 1 di 3

La Montblanc 1858 Collection è nata per reinterpretare i cronografi Minerva degli anni ’30. Sin dai suoi esordi a Villeret nel 1858, la Manifattura Minerva si è distinta come uno dei più autorevoli centri svizzeri specializzati nelle funzioni cronometriche per la misurazione precisa del tempo. E dal 2007 Montblanc esplora l’incredibile patrimonio lasciatole in eredità da Minerva, trovando ispirazione nelle funzioni, nelle meccaniche e nei codici di design che hanno fatto storia. Lo stile vintage della Montblanc 1858 Collection è oggi ulteriormente esaltato dall’introduzione del bronzo, materiale finora mai utilizzato dalla Maison. Con la sua calda luminosità, il bronzo funge da complemento ideale ai colori dei quadranti e ai cinturini anticati e armonizza tutti gli elementi creando un design puramente vintage. Oggi, per la prima volta nell’industria orologiera, il bronzo viene abbinato all’acciaio in tre nuove versioni in bronzo: Montblanc 1858 Chronometer Tachymeter Limited Edition 100, Montblanc 1858 Automatic Dual Time e Montblanc 1858 Automatic. Gli storici codici di design dell’originale cronografo Minerva degli anni ’30 (grandi lancette a cattedrale con design cloisonné riempite con Super-LumiNova® beige, numeri arabi luminescenti, corone di foggia vintage e minuteria classica chemin de fer che circonda i quadranti) vengono riproposti in questi modelli. Continua a leggere