Girard-Perregaux Scappamento Costante

girard-perregaux-scappamento-costante3

Immagine 1 di 7

Girard-Perregaux Scappamento Costante

 

Non amo troppo gli orologi in cui l’indicazione dell’ora occupa solo una piccola porzione del quadrante. Sono ancora dell’idea che la funzione principale di un orologio sia la lettura delle ore, cosa che invece alcuni progettisti sembrano aver dimenticato.

Quest’anno, però, è stato un orologio con questa caratteristica a dare lustro ad un’edizione di Baselworld un poco sotto tono dove non sono state presentate grosse novità e dove alcuni marchi si sono solo limitati a proporre nuove varianti di colori/materiali o a riesumare vecchi movimenti per inserirli in casse nuove.

Girard Perregaux invece ha voluto regalarci un’emozione con il suo nuovo scappamento costante. Ora, visto che non sto scrivendo un articolo destinato agli orologiai, credo sarebbe anche giusto spiegare di cosa si tratti. Molto semplicemente potrei dire che è un’innovazione che permette di rilasciare energia in maniera costante al movimento fino a fine carica. Cosi dicendo me la caverei senza creare problemi ai lettori, ma non renderei onore ad un progetto davvero importante ed interessante. Analizziamolo. Continua a leggere

Girard-Perregaux scappamento costante: la rivoluzione tecnica in movimento

girad-perregaux-a-scappamento-costante

Immagine 1 di 5

Girard-Perregaux a scappamento costante

 

GIRARD-PERREGAUX COMPLETA IL PASSO.

Una vera rivoluzione tecnica che ha stupito gli esperti durante la presentazione di alcuni prototipi di un meccanismo innovativo: lo scappamento costante è ormai integrato nei movimenti che animeranno i nuovi modelli della collezione di Alta Orologeria della Marca. Ci sono voluti cinque anni di ricerca e sviluppo in ambito quasi sconosciuto per concretizzare e rendere affidabile una svolta significativa che segnerà un punto importante nella storia dell’Alta Orologeria della Marca.

Il nome di Constant Girard, oltre ad essere una delle figure storiche della Maison, ci riporta ad una nozione di orologeria meccanica che soggioga i creatori sin dalla notte dei tempi: la forza costante. Lo scopo della Marca era quello di raggiungerla mediante un approccio del tutto innovativo.

Il concetto presentato sotto forma di un meccanismo funzionale era mozzafiato, promettente e aggiungerei poetico: il design aveva la leggerezza di un paio d’ali di farfalla. Non si trattava, tuttavia, di fare arte per l’arte, ma di dare una risposta nuova e convincente alla perenne preoccupazione degli orologiai di precisione circa la regolarità di marcia di un orologio meccanico. Continua a leggere