Breitling presenta il nuovo Navitimer Cosmonaute

Tudor Black Bay GMT S&G

Immagine 1 di 6

  

Nel 60mo anniversario del suo viaggio a bordo della navicella Aurora 7, il leggendario orologio con quadrante 24 ore “si regala” una nuova edizione. E, per la prima volta dal 1962, Breitling ha presentato al pubblico il Cosmonaute originale. Un po’ di storia per iniziare (vi voglio tenere sulle spine prima di descrivervi il nuovo, strepitoso, Cosmonaute). Negli anni ‘60, il Navitimer di Breitling era considerato l’orologio da pilota per eccellenza. L’attenzione del mondo, però, si stava ormai spostando allo spazio. Grazie alla sua esperienza nel settore degli orologi per l’aviazione, il 24 maggio 1962 Breitling si aggiudicò il titolo di primo orologio da polso svizzero nello spazio, dopo che l’astronauta Scott Carpenter orbitò attorno alla Terra per tre volte con al polso il Navitimer Cosmonaute nella missione Mercury-Atlas 7. L’orologio era stata una personale richiesta di Carpenter, che già l’aveva indossato ai tempi in cui volava, ma con l’aggiunta di un quadrante da 24 ore per distinguere il giorno dalla notte nell’oscurità dello spazio. Oggi, Breitling lancia un’edizione speciale, limitata a 362 esemplari numerati, che vuole essere un omaggio tanto al numero di circumnavigazioni che la navicella eseguì attorno alla Terra, quanto all’anno in cui la missione fece la storia. Il 24 maggio 1962, cinque ore dopo il lancio, la navicella spaziale Aurora 7 con Carpenter al suo interno si inabissò senza incidenti nell’Atlantico. Le operazioni di salvataggio si prolungarono per oltre tre ore, con una conseguente esposizione all’acqua salata del mare che provocarono danni irreparabili al Cosmonaute di Carpenter. Breitling sostituì immediatamente l’orologio di Carpenter con un altro, ma l’originale pezzo di storia dello spazio, malconcio e rovinato dalla corrosione, rimase custodito nella collezione di famiglia di Breitling, senza mai essere restaurato. Fino ad oggi! Il Cosmonaute ha tutte le funzioni del Navitimer: dal regolo calcolatore circolare per eseguire calcoli matematici, alle ali del logo dell’Aircraft Owners and Pilots Association, fino ai tre contatori del cronografo. Quello che, però, distingue il Cosmonaute dagli altri esponenti della famiglia è la possibilità di leggere le 24 ore. Il calibro di manifattura Breitling B02 fu progettato appositamente a questo scopo. A prima vista il nuovo Cosmonaute sembra una fedele riproduzione dell’originale, resa senza tempo dal quadrante completamente nero e dal cinturino in pelle di coccodrillo nera, o, in alternativa, dal bracciale in acciaio inossidabile a sette file. A un più attento esame, però, emergono tutte le nuove caratteristiche che distinguono l’orologio (con cassa di 41 mm). Prima fra tutte la lunetta in platino, poi il fondocassa in vetro zaffiro aperto che consente di ammirare il movimento B02 con 70 ore di riserva di carica, impreziosito dalle speciali incisioni sul ponte per celebrare l’anniversario: le parole “Carpenter”, ”Aurora 7” e ”3 orbits around the Earth”, insieme al nome del gruppo originario costituito da sette astronauti selezionati dalla NASA per i primi voli turistici nello spazio, “Mercury 7”. Come ultimo tributo, il fondocassa riporta l’incisione della data della missione di Carpenter, il relativo numero dell’orologio tra i 362 esemplari e la frase First Swiss wristwatch in space (primo orologio da polso svizzero nello spazio). Gran bell’orologio insomma, in grado do coniugare design, funzionalità e storia. 

Janvier68

2 risposte a “Breitling presenta il nuovo Navitimer Cosmonaute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *