Breitling EXOSPACE B55: reinventato l’orologio connesso

Breitling Exospace B55

Immagine 1 di 4

Gran bella novità tecnologica oggi. Con l’Exospace B55 (il suo primo cronografo connesso), infatti,  Breitling, non volendo fare di un orologio una «estensione» dipendente da uno smartphone, ha messo lo smartphone al servizio dell’orologio e non viceversa. Il protagonista assoluto resta il cronografo, e la connessione ha come primo obiettivo il miglioramento della sua funzionalità. I due strumenti formano una coppia perfettamente complementare, in cui ciascuno è chiamato a fare ciò che sa fare meglio. Il principale vantaggio dello smartphone è la dimensione del suo schermo e l’ergonomia della sua interfaccia. Di conseguenza il proprietario dell’Exospace B55 può ricorrere al suo telefono per effettuare determinate regolazioni (messa a punto dell’ora, fusi orari, allarmi, parametri di indicazione e di funzionamento, modalità notte). E inversamente l’utente può scaricare dal cronografo allo smartphone i risultati di varie misure (tempi di volo, tempi cronometrati con tempi intermedi, tempi per giro ecc.) per leggerli più agevolmente, oppure per immagazzinarli o trasmetterli. L’ Exospace B55 riceve ovviamente anche notifiche in caso di ricezione sullo smartphone di e-mail, di messaggi (SMS, WhatsApp), di chiamate telefoniche (con nome o numero di chi chiama) o per segnalare il prossimo appuntamento. Questo cronografo si distingue per una cassa al contempo robusta e leggera di titanio dalla lunetta girevole munita di «cavalieri», il cinturino esclusivo TwinPro di caucciù bicolore e un’impermeabilità di 100 metri. Autentico concentrato d’innovazioni, ospita un Calibro B55 esclusivo provvisto d’indicazione analogica e digitale, ha una gamma di funzioni inedite tagliate su misura per i piloti – fra cui un tachimetro elettronico, un cronografo in grado di registrare fino a 50 tempi intermedi e un sistema «countdown/countup» utile per concatenare un conto alla rovescia con un cronometraggio. Un dispositivo aeronautico di «chrono flight» permette di registrare dei «tempi bloc» (tempi trascorsi dal momento in cui l’aereo inizia a muoversi per il decollo fino al momento in cui si ferma al termine della missione) e dei tempi di volo, conservando in memoria la data e l’ora di partenza, l’ora di arrivo, l’ora del decollo e l’ora dell’atterraggio (funzioni Block e Flight Times). La simpatica praticità è rafforzata da una modalità di comando particolarmente semplice e logica, con selezione delle funzioni ruotando la corona, mentre l’attivazione/disattivazione si effettua mediante due pulsanti. I due schermi a cristalli liquidi (LCD), che trovo molto leggibili, possiedono un sistema di retroilluminazione attivabile con una semplice pressione sulla corona – o quando l’utente piega il polso di oltre 35° (funzione Tilt), cosa particolarmente utile quando la mano è impegnata con un comando d’aereo (o per noi comuni mortali, al volante di un’auto!). Alimentato da una batteria ricaricabile, il nuovo Calibro esclusivo multifunzioni Breitling B55, un movimento SuperQuartzTM dieci volte più preciso del quarzo ordinario, è certificato come cronometro dal COSC (Controllo Ufficiale Svizzero dei Cronometri).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *