Zenith Chronomaster Revival “Shadow”: l’ultima interpretazione del Chronomaster Revival

Zenith Chronomaster Revival "Shadow"

Immagine 1 di 5

 

Oggi vi racconto di un orologio “avvolto dal mistero”: si, perché per decenni la sua esistenza è sfuggita ai collezionisti come ai collaboratori di Zenith. La leggenda narra che nel 1970, non molto tempo dopo il lancio del rivoluzionario calibro El Primero, la manifattura produsse il prototipo di un cronografo a carica manuale racchiuso in una cassa in acciaio brunito (una vera rarità per i tempi!). Venne creato solo un numero ridotto di questo misterioso prototipo, ma il modello non fu mai commercializzato. Orologiai e dipendenti di lunga data di Zenith ne avevano sentito parlare e alcuni avevano persino visto uno dei rari prototipi. Ma niente di più. Fino all’anno scorso, quando Zenith per celebrare il 50° anniversario dell’iconico calibro cronografico, El Primero, ha iniziato a setacciare la soffitta segreta dove in passato Charles Vermot, storico maestro orologiaio di Zenith, aveva nascosto tutti i progetti e i componenti necessari alla produzione del movimento El Primero, trovando una scatola che racchiudeva il prototipo originale del cronografo nero che nessuno aveva più visto dai primi anni ‘70. Il tempismo era perfetto per completare il progetto del cronografo nero iniziato quasi cinquant’anni prima. Il Chronomaster Revival “Shadow”, piuttosto che riprodurre uno storico segnatempo Zenith, reinventa quello che avrebbe potuto essere. Largamente ispirato all’enigmatico prototipo del cronografo nero del 1970, lo “Shadow” è racchiuso in una cassa da Continua a leggere

Zenith DEFY Midnight

ZENITH_Defy Midnight

Immagine 1 di 2

 

E mi piace la notte ascoltare le stelle. Sono come cinquecento milioni di sonagli. Questa frase, tratta dal Piccolo Principe, l’opera più conosciuta di Antoine de Saint-Exupéry, potrebbe ben introdurre la nuova linea Zenith DEFY Midnight. Presentata a Dubai in occasione dell’edizione numero uno della LVMH Watch Week, è la prima volta che il marchio progetta un orologio da donna dalla A alla Z. Questa nuova collezione è dedicata alle donne dall’animo libero e fiero che, pur mantenendo i piedi ben ancorati per terra, non dimenticano di sognare rivolgendo il proprio sguardo verso il cielo perché, come si suol dire, bisogna sempre puntare alle stelle.

La cassa di questo orologio/gioiello (36 mm), impermeabile fino a 100 metri, è in acciaio inossidabile ed arricchita con diamanti taglio brillante (su lunetta e indici tranne al 3, carati 0,1). Al suo interno è custodito il calibro automatico di manifattura Elite 670 SK (28.800 A/ora, massa oscillante a forma di stella, datario a ore 3, riserva di carica di minimo 48 ore). Continua a leggere

Zenith El Primero A384 Revival

Zenith El Primero A384 Revival

Immagine 1 di 5

Quest’anno Zenith festeggia il 50° anniversario del calibro El Primero. Quando nel 1969 fu presentato per la prima volta, il calibro cronografico automatico El Primero riscosse subito un enorme successo. Era il primo movimento cronografico automatico ed esibiva una serie di caratteristiche uniche che gli hanno consentito di rimanere un movimento eccezionale per mezzo secolo: alta frequenza di 36.000 alt/ora, meccanismo cronografico con ruota a colonne e sistema di carica automatica che garantisce 50 ore di riserva di carica. In concomitanza con l’annuncio del movimento, nel 1969, venne annunciato anche il primo orologio che Continua a leggere

Zenith Defy Classic: una bella sorpresa

Zenith-Defy-Classic-Openworked

Immagine 1 di 9

Zenith è un marchio a cui sono affezionato per vari motivi. In primis l’amicizia che è nata con Paolo Cappiello (loro brand manager per diversi mercati) e poi per l’aver realizzato una Limited Edition per Orologi & Passioni. Eppure, devo dire, non avevo mai guardato per bene questo Zenith Defy Classic.E dire che aveva tutte le caratteristiche perché io lo notassi. E’ leggero (grazie alla cassa in titanio) e io amo molto questa caratteristica. Ha una cassa di ottime dimensioni (41mm), un bel quadrante scheletrato ed un prezzo consigliato al pubblico di 6.100 euro in linea con le sue peculiarità. Il movimento Elite è poi davvero interessante e molto ben realizzato. Quando mi è stato consegnato per la prova sono Continua a leggere

T Fondaco dei Tedeschi by DFS celebra il decimo anniversario di Masters of Time

Masters of Time - Jaquet Droz Petite Heure Minute

Immagine 1 di 21

 

Il Gruppo DFS, leader mondiale del travel retail di lusso, celebra nella sua sede veneziana, il bellissimo palazzo T Fondaco dei Tedeschi, il decimo anniversario di Masters of Time, evento mondiale dedicato agli orologi e ai gioielli più preziosi ed esclusivi, che mi vedrà presente. L’iniziativa, che si svolge ogni anno a dicembre a Macao, approda per la prima volta in Europa nel cinquecentesco edificio sul Canal Grande ristrutturato da Rem Koolhaas e sede, dal 2016, dell’esclusivo department store. Sono ben 75 i capolavori dell’alta orologeria e gioielleria selezionati da un team di esperti e firmati da 15 diversi marchi, esposti al pubblico all’interno di T Fondaco dei Tedeschi fino all’inizio di Continua a leggere

ZENITH DEFY EL PRIMERO Ceramica nero profondo

Zenith Defy El Primero 21 Ceramica nera

Immagine 1 di 2

 

Nel 1969, Zenith presentò El Primero, il primo movimento cronografo automatico con ruota a colonne completamente integrato, che consentiva una precisione di 1/10 di secondo. Questo modello rivoluzionario, risultato di ricerca di perfezione e comprovata capacità di creare leggende orologiere, è diventato una pietra miliare della storia dell’orologeria. L’anno scorso Zenith ha stupito il mondo con un altro colpo da maestro, con la presentazione del nuovo Zenith DEFY EL PRIMERO 21. Orologio che Zenith, quest’anno, ha deciso di presentare con la cassa in ceramica nera.

Zenith DEFY EL PRIMERO 21 rappresenta un balzo in avanti a livello di prestazioni e progetto meccanico. Il movimento recentemente migliorato di questo straordinario orologio vanta una frequenza di 360.000 alt/ora (50 Hz), dieci volte quella del suo famoso predecessore, El Primero, e consente una precisione a 1/100 di Continua a leggere

Orologi per tutte le tasche: photogallery delle migliori novità di Baselworld 2018

Rolex GMT-Master II Pepsi

Immagine 1 di 46

 

Come promesso qualche giorno fa, vi propongo una ricca photogallery con alcune delle più significative novità viste dal sottoscritto al recente Baselworld, tenutosi dal 22 al 27 marzo,  e che ha ospitato oltre 600 brand, fra i quali Rolex, Patek Philippe, TAG Heuer, Bvlgari, Hublot,, e i marchi del gruppo Swatch (Omega, Breguet, Longines, Hamilton, Tissot, Rado, ecc.). Qualche defezione illustre, come i player del lusso Hermès e Dior, che si aggiungono alle defezioni di Girard Perregaux, Ulysse Nardin e Louis Erard. Tra gli altri grandi brand che hanno detto addio a Basilea ci sono anche Eberhard & Co. e Movado. Giusto qualche riga sulle più significative novità, che via via nei prossimi giorni vi presenterò poi più dettagliatamente.

Rolex ha arricchito la sua gamma GMT-Master II con un nuovo modello in acciaio da 40 mm dotato di una lunetta girevole bidirezionale con disco Cerachrom graduato 24 ore bicolore in ceramica rossa e blu (Pepsi in gergo) e bracciale Jubilé.

Anche Tudor (Gruppo Rolex) ha presentato il suo GMT e, tra le altre novità, una splendida riedizione del Black Bay Fifty Eight.

Omega, Oltre ad uno splendido Speedmaster The Grey Side of the Moon,  ha proposto la riedizione di un modello lanciato 25 anni fa, il Seamaster Diver 300M ha cassa da 42 mm, valvola di scappamento dell’elio di forma conica, fondello dai bordi ondulati e bracciale integrato. Visibile dal fondello il movimento automatico certificato dall’Istituto Federale Svizzero di Metrologia (METAS).

TAG Heuer per festeggiare il 55mo anniversario della nascita dell’Heuer Carrera, TAG Heuer presenta il Carrera Chronographe Tourbillon Chronomètre Tête de Vipère, un’edizione limitata di 155 pezzi certificata dall’Osservatorio di Besançon. Realizzato in ceramica blu, questo cronografo automatico con tourbillon ha un diametro di 45 mm.

Bvlgari si riprende, dopo soli pochi mesi, il record di modello automatico più sottile al mondo con l’Octo Finissimo Tourbillon Automatic: 3,95 mm di spessore per questa cassa in titanio da 42 mm di diametro. Le novità ovviamente non finiscono qui, come avrete modo di scoprire guardando le foto.

GPHG 2017: i migliori orologi di quest’anno

Chopard L.U.C Full Strike

Immagine 1 di 25

 

Mercoledì scorso si è tenuta a Ginevra la 17° edizione del Grand Prix d’Horlogerie de Genève (GPHG), che ha assegnato i premi orologio dell’anno; sono stati 16 i vincitori, scelti da una preselezione di 72 segnatempo. Il premio più significativo, l’Aiguille d’Or 2017, è andato allo Chopard L.U.C Full Strike. La cerimonia ha visto assegnare gli altri premi a Zenith, Vacheron Constantin, Van Cleef e Arpels, Voutilainen, Ulysse Nardin, Tudor, Parmigiani, Longines, Greubel Forsey, Chanel e Bulgari. I 72 orologi selezionati per il GPHG 2017, così come i 15 vincitori, sono ancora al Musèe d’art et d’histoire (MAH) di Ginevra a far parte dell’esposizione dedicata all’arte orologeria contemporanea, dove resteranno fino al 15 novembre, per poi spostarsi alla terza Dubai Watch Week. Di seguito l’elenco degli orologi vincitori, che potete ammirare nella photogallery. 

 

Premio “Aiguille d’Or”: Chopard L.U.C Full Strike

Premio “Revival”: Longines Avigation BigEye

Premio donna: Chanel Première Camélia Skeleton

Premio donna “High-Mech”: Van Cleef & Arpels, Lady Arpels Papillon Automate

Premio uomo: Bvlgari, Octo Finissimo Automatic

Premio cronografo: Parmigiani Fleurier, Tonda Chronor Anniversaire

Premio “Tourbillon and Escapement”: Bvlgari, Octo Finissimo Tourbillon Skeleton

Premio orologio con Calendario: Greubel Forsey QP à Équation

Premio orologio da viaggio: Parmigiani Fleurier, Toric Hemisphères Rétrograde

Premio orologio con meccanica eccezionale: Vacheron Constantin Les Cabinotiers Celestia Astronomical Grand Complication 3600

Premio “Petite Aiguille”: Tudor, Black Bay Chrono

Premio orologio sportivo: Ulysse Nardin Marine Regatta

Premio orologio gioiello: Chopard Lotus Blanc Watch

Premio orologio artistico: Voutilainen Aki-No-Kure

Premio Innovazione: Zenith Defy Lab

 

 

Zenith Chronomaster El Primero Range Rover Velar Special Edition

ZENITH CHRONOMASTER EL PRIMERO RANGE ROVER VELAR SPECIAL EDITION

Immagine 1 di 4

 

Nel 1969, Zenith presentò uno dei più bei cronografi di sempre, El Primero. Quello stesso anno, la casa automobilistica britannica Land Rover presentò il prototipo del primo fuoristrada di lusso: la mitica Range Rover, arrivata sul mercato nel 1970. Guidate dallo stesso spirito pionieristico e dalla stessa capacità di esplorare nuovi orizzonti, queste due creazioni sono diventate autentiche leggende.

Quest’anno Zenith e Land Rover continuano a celebrare la loro partnership. Il nuovo Cronografo El Primero Range Rover Special Edition 2017, con cassa in alluminio ceramizzato da 42 mm e 36.000 alternanze/ora, presenta un nuovo affascinante quadrante grigio bruciato con dettagli color rame. Continua a leggere

Zenith El Primero Tourbillon Skeleton e El Primero Skeleton Nero intenso

El Primero Tourbillon Skeleton

Immagine 1 di 7

Oggi vi presento due notevoli orologi Zenith che fanno il loro ingresso sulla scena e rivelano il loro leggendario meccanismo attraverso un design scheletrito: El Primero Tourbillon Skeleton ed El Primero Skeleton Nero Intenso. La cassa in ceramica nera di 45 mm e il quadrante scheletrato avvolgono il quadrante scheletrato mostrando il meccanismo El Primero. Sono modelli dal meccanismo indubbiamente complesso: il primo abbina il tourbillon ad un cronografo ad alta frequenza, mentre il secondo scheletrato esibisce l’energia di un classico cronografo “El Primero”. Una novità per Zenith è la ceramica, appena entrata in collezione e che già “equipaggia” il movimento tourbillon cronografo automatico El Primero Calibro 4035 e l’El Primero Calibro 400B, l’erede del cronografo sviluppato da Zenith nel 1969.

Continua a leggere