OMEGA e i nuovi Seamaster Edizione Venezia

OMEGA Seamaster Edizione Venezia

 

OMEGA inizio di settimana spumeggiante non per le condizioni climatiche, bensì per i nuovi Seamaster “Edizione Venezia” che saranno venduti esclusivamente nella famosa città italiana. La decisione di realizzare un orologio in omaggio a Venezia non è casuale: alla fine degli anni ‘50 la città fu fonte d’ispirazione per uno dei simboli più famosi di OMEGA. A quei tempi la collezione OMEGA Seamaster era relativamente nuova e rappresentava perfettamente la storia subacquea del brand. Tutto quello che serviva, era un emblema che fosse unico. La risposta fu trovata da un membro del design department di OMEGA già ideatore dell’iconico medaglione con l’osservatorio che il brand utilizzava per i modelli Constellation. Durante una visita a Venezia la sua immaginazione fu catturata dalle famose gondole e dai magnifici ippocampi di nettuno intagliati su entrambi i lati. Venezia rappresenta il luogo da dove molti esploratori degli oceani hanno iniziato i loro viaggi. Continua a leggere

OMEGA: i dieci modelli Speedmaster più rappresentativi

OMEGA e il primo Speedmaster

 

Questo week-end vi propongo una, spero, piacevole e a tratti inedita storia di uno degli orologi iconici di OMEGA: lo Speedmaster, certamente uno dei più famosi cronografi al mondo. Non a caso è stato scelto dagli astronauti, testato e certificato dalla NASA, indossato sulla Luna.

Partiamo dal 1957, quando OMEGA presenta la sua linea di orologi “Professionali” che comprende il Seamaster 300, il Railmaster e il primo Speedmaster, il CK 2915, destinato ad appassionati di auto e piloti da corsa. La sua lunetta tachimetrica sistemata – per la prima volta in assoluto – all’esterno del quadrante e del vetro e disegnata per essere parte del design esterno della cassa, è una prima mondiale. Equipaggiato con il calibro a carica manuale 321 e dotato di lancetta delle ore “Broad Arrow”, lo Speedmaster riscuote un immediato successo.

Nel 1959 viene introdotto un modello di Speedmaster revisionato, il CK 2998. Ha la stessa cassa simmetrica e racchiude lo stesso calibro 321, ma le nuove lancette “Alpha” sostituiscono quelle utilizzate sul primo modello. La lunetta tachimetrica viene inoltre standardizzata nella famosa versione in alluminio nero in uso ancora oggi. Il CK 2998 è proprio il modello acquistato nel 1962 dagli astronauti del Mercury Walter “Wally” M. Schirra e Leroy G. “Gordo” Cooper come loro orologio personale. Indossato da Schirra durante la missione Mercury-Atlas 8 (Sigma 7), diventa il primo OMEGA Speedmaster indossato nello spazio, due anni prima dei test condotti dalla NASA che portano alla scelta dello Speedmaster per l’uso in tutte le missioni NASA con equipaggio.

Il successivo sviluppo all’interno della famiglia Speedmaster è decisivo. L’ST 105.003, presentato nel 1963 e dotato del calibro a carica manuale 321, è proprio il modello fornito alla NASA per i suoi test. Nell’ottobre 1964, in risposta alla richiesta di cronografi da polso, l’agente OMEGA per il Nord America fornisce alla NASA il numero richiesto di Speedmaster ST 105.003, senza sapere esattamente per cosa sarebbero stati utilizzati e senza informare la sede OMEGA di Biel, in Svizzera. Questi orologi, insieme a modelli di altri brand concorrenti, vengono testati fin quasi alla distruzione in una serie di test che possono essere descritti come i più duri a cui siano mai stati sottoposti degli orologi. Lo Speedmaster OMEGA, emerso vittorioso e funzionante entro le specifiche richieste, unico orologio a non aver subito guasti catastrofici nel corso dei severissimi test, viene dichiarato dalla NASA attrezzatura “ufficialmente certificata” per il suo programma spaziale con equipaggio. Dopo il successo delle prove, la NASA ordina altri esemplari del ST 105.003, equipaggiando ufficialmente i suoi astronauti con lo Speedmaster. Questo modello raggiunge ulteriore fama quando, al polso dell’astronauta Edward White, il 3 giugno 1965 prende parte alla prima “passeggiata spaziale” americana nel corso della missione Gemini. Continua a leggere

Omega Seamaster Planet Ocean Platinum: lussuosa novità!

seamaster-po-ceramic-set-with-diamond

Immagine 1 di 2

Omega Seamaster Planet Ocean Platinum

 

Oggi sono felice di presentarvi una grande novità. OMEGA, infatti, con il lancio del Seamaster Planet Ocean Platinum, è artefice di un’innovazione che celebra il debutto di una complessa e delicata tecnologia che consente di incastonare i diamanti su materiali resistenti come ceramica e vetro zaffiro. Per la complessità della sua lavorazione, questo incredibile orologio è stato prodotto in un’edizione iniziale limitata di soli otto (8) pezzi al mondo!

Il processo inizia con l’incisione della ceramica mediante uno speciale laser a 5 assi che garantisce la precisione e la forma delle cavità. Le aperture vengono riempite con una esclusiva lega Liquidmetal® al platino 850 la cui parte in eccesso viene rimossa prima della lucidatura del pezzo. I diamanti vengono quindi incastonati nella lega Pt850 Liquidmetal® mediante la tradizionale tecnica di incastonatura dei diamanti.

Questa straordinaria innovazione è stata pensata per il Seamaster Planet Ocean con quadrante 43.50 mm, cassa lucida e spazzolata realizzata in platino 950 e lunetta girevole bidirezionale con scala GTM. I bordi inclinati della cassa sono impreziositi da un pavé di 69 diamanti trapezoidali taglio baguette; la lunetta in ceramica nera lucida è messa in risalto da dodici diamanti baguette trapezoidali sulla scala GMT e da un diamante taglio brillante nel triangolo alle ore 24. Altri 31 diamanti taglio brillante sono incastonati sul logo Omega sul fondello in zaffiro del Seamaster Planet Ocean Platinum, per un totale di 113 diamanti e 2,69 carati. Continua a leggere

Omega presenta il nuovo Seamaster Planet Ocean

L’OMAGGIO OMEGA A UNA PARTNERSHIP DI SUCCESSO:

IL NUOVO SEAMASTER PLANET OCEAN 600M GOODPLANET

La ricca tradizione marittima che da sempre contraddistingue OMEGA ha ispirato la creazione del Seamaster Planet Ocean 600M GoodPlanet, un orologio innovativo che desidera essere un omaggio alla Fondazione GoodPlanet e al suo importante contributo a favore dell’ambiente e degli ecosistemi sottomarini. Dallo sviluppo del primo autentico orologio subacqueo nel 1932, alla sponsorizzazione del documentario Planet Ocean, realizzato con la collaborazione di Yann Arthus Bertrand e Luca Mercalli, la relazione di OMEGA con il mare è un elemento distintivo e ben radicato della Maison orologiera. Continua a leggere

Anteprime Omega di Baselworld 2013

Siamo felici di mostrarvi le prime esclusive anticipazioni OMEGA del 2013, che verranno presentate ad aprile a Baselworld!

Per l’uomo, un OMEGA CONSTELLATION SEDNA, il primo orologio realizzato in oro Sedna™ 18 carati. Un modello in edizione limitata che coniuga sapientemente il fascino senza tempo di una leggendaria famiglia di orologi con la prima mondiale di un materiale innovativo, l’oro Sedna™ 18 carati, una lega brevettata di oro, rame e palladio, creato per garantire che la lucentezza dell’oro rosa della cassa rimanga intatta nel tempo. Continua a leggere

Omega e le Olimpiadi Invernali di Sochi

Mosca

Il conto alla rovescia dei 365 giorni che mancano ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 è ufficialmente cominciato la scorsa settimana, con la presentazione dei nuovi countdown OMEGA in otto città della Federazione Russa. L’attesa per i prossimi Giochi Olimpici Invernali cresce con il passare dei giorni, delle ore, dei minuti e dei secondi che ci separano dal 7 febbraio 2014, giorno della Cerimonia di apertura. Continua a leggere

Omega presenta un movimento antimagnetico con una resistenza di oltre 15.000 gauss!

Omega Seamaster Aqua Terra - Nuovo movimento

OMEGA ha annunciato oggi la creazione di un nuovo movimento resistente a campi magnetici di oltre 1.5 tesla (15.000 gauss), un livello di resistenza magnetica molto più elevata di qualsiasi altro orologio e che risolve un ostacolo tecnologico che nel tempo ha rappresentato una vera sfida nel settore.

 

Il movimento è stato presentato questa mattina durante una conferenza stampa alla Cité du Temps di Ginevra da Raynald Aeschlimann, Vice Presidente di OMEGA e membro del Swatch Group’s Extended Group Management Board. Il Signor Aeschlimann ha inaugurato l’evento, dando il benvenuto ai giornalisti internazionali e presentando Jean-Claude Monachon, Vice Presidente di OMEGA e Head of Product Development, Michel Willemin, CEO di ASULAB, Thierry Conus, Director of Research & Development dell’ETA e Mathieu Oulevey, Tribology e Materials engineer dell’ETA.

 

La tecnologia sviluppata da OMEGA ha permesso la produzione di un primo prototipo del movimento, che è stato montato su un OMEGA Seamaster Aqua Terra. A differenza di altri tentativi di combattere gli effetti del magnetismo sul funzionamento di un orologio meccanico, questo movimento OMEGA non si basa su una protezione all’interno della cassa ma sull’uso di materiali non ferrosi nel movimento stesso.

OMEGA presenterà questa esclusiva novità tecnologica a Baselworld, in aprile: il nuovo movimento, il calibro 8508 OMEGA Co-Axial, verrà successivamente introdotto nel mercato nel 2013.

Skyfall: il nuovo film di James Bond e la collaborazione con Omega

bm16

Immagine 1 di 7

Berenice Marlohe

 

In SKYFALL, in uscita in Italia il 31 ottobre, e da me gustato in anteprima ieri sera all’Odeon di Milano grazie agli amici di Omega, James Bond torna sullo schermo per la 23ma volta; e Daniel Craig, di nuovo nel ruolo dell’agente segreto più amato al mondo, indossa un OMEGA Seamaster Planet Ocean 600M 42 mm con quadrante nero e lunetta subacquea girevole unidirezionale in ceramica nera opaca.

Insignito di numerosi riconoscimenti e apprezzato per la sua capacità di affrontare ruoli molto diversi tra loro, Daniel Craig sarà protagonista un’ennesima elettrizzante avventura nei panni del leggendario James Bond. In SKYFALL, il passato di M (Judi Dench) ritorna, e Bond è chiamato a dar prova della propria fedeltà nei confronti della direttrice dell’MI6. L’agente 007 deve sventare un attacco ai servizi segreti britannici, difendendola a qualunque prezzo.

Continua a leggere

E’ tempo di…Olimpiadi!

Il 27 luglio il countdown OMEGA in Trafalgar Square ha scoccato ufficialmente l’inizio delle Olimpiadi, la manifestazione sportiva più prestigiosa di tutti i tempi; e per la venticinquesima volta dal 1932 e fino al 9 settembre, giorno di chiusura dei Giochi Paraolimpici, OMEGA si è aggiudicato il ruolo di cronometrista ufficiale e sarà al servizio di quegli atleti che con la loro energia e passione stanno emozionando gli amanti dello sport di ogni nazione.

E anche per questa Olimpiade, la Maison svizzera non è solo impegnata con la misurazione del tempo, ma svolge anche un ruolo decisivo nel campo dell’ingegneria sportiva: è infatti responsabile dell’evoluzione della tecnologia che consente rilevazioni sempre più precise in ogni sport, come i touch pad OMEGA implementati nel nuoto, pannelli di controllo che consentono ai nuotatori di arrestare il cronometro in prima persona. Continua a leggere