Ressence Type 3

RESSENCE_TYPE3_ON_SIDE_white

Oggi provo a stupirvi con un orologio davvero insolito: il modello Type 3 che porta la Manifattura Ressence nella terza dimensione: l’orologio è infatti sommerso in un ambiente liquido non refrattario alla luce. Massimizzando il contrasto fra il fondo nero e il bianco del quadrante, il liquido interagisce con l’occhio e dà l’impressione che l’informazione venga proiettata all’esterno dell’orologio, come su uno schermo. Mentre i dischi dei giorni, ore, minuti e secondi effettuano la loro evoluzione sotto la cupola di zaffiro, i mesi sono indicati sul perimetro della cassa.
Con il nuovo modello Type 3, Benoît Mintiens, il creatore di Ressence, approfondisce ulteriormente una riflessione incominciata nel 2010. Il suo approccio si concentra sulle sensazioni percepite dall’utilizzatore piuttosto che sulla messa in scena di una meccanica orologera. Per leggere l’ora sui quadranti è sufficiente interpretare un angolo: i tratti dipinti di lunghezza differente sui dischi dell’ora, dei minuti e dei secondi indicano la stessa direzione di una normale sfera. Anche se si tratta di un orologio automatico, l’illusione di vedere apparire l’informazione su uno schermo informatico è rinforzata sul  Type 3 dall’inclinazione del vetro e dall’effetto «goccia d’acqua» che accentua il contrasto nero-bianco sul quadrante.

Type 3 è la prova, come scriveva Leonardo Da Vinci, che «La semplicità è l’ultima sofisticazione». Per superare questa nuova sfida, Benoît Mintiens ha dovuto trovare delle soluzioni techniche particolarmente originali. Difatti, l’insieme dell’orologio è installato in una sfera tagliata in un vetro in zaffiro antiriflesso estremamente resistente. Continua a leggere

Vincitori del Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra 2013

girard_perregaux_gp_close-up_cadran_93500_53_131_ba6c

Immagine 1 di 14

Girard-Perregaux Scappamento Costante L.M.

 

Anche quest’anno a metà novembre si è svolto il Grand Prix d’Horlogerie de Genève (GPHG), la manifestazione che, una volta visionate le ultime creazioni, premia gli orologi più belli del mondo. A questa manifestazione non partecipano tutti i grandi marchi di orologeria di lusso: mancano infatti tutti i marchi del Gruppo Swatch e altri singoli marchi quali Rolex (presente però con Tudor), Patek Philippe, Vacheron Constantin.

Creato nel 2001, ha previsto 70 orologi preselezionati che, attraverso una mostra itinerante in giro per il mondo partendo da Pechino il 11 ottobre, ha proseguito per Macao, Dubai sino a tornare a Ginevra dove sono stati esposti alla Cité du Temps dall’1 al 10 novembre. Continua a leggere