Zenith Pilot Montre d’Aéronef Type 20 GMT Tributo all’Aviazione Navale

zen_pilot_aeronef_aviazione_navale_soldat

Immagine 1 di 4

Zenith Pilot Montre d’Aéronef Type 20 GMT Tributo all’Aviazione Navale

 

La Manifattura Zenith, fondata quasi 150 anni fa, e’ stata una delle prime case orologiere a fornire segnatempo e strumenti di bordo. E un nuovo Pilot Montre d’Aéronef Type 20 rende omaggio al centenario dell’Aviazione Navale, Reparto Volo Marina Militare Italiana.

Zenith infatti è legata all’Italia e alle sue Forze Armate da una lunga e ricca tradizione storica. La Manifattura cominciò a collaborare con le Ferrovie Statali Italiane nel 1909, periodo in cui i collegamenti ferroviari rivestivano un ruolo strategico per i tempi e la posizione geografica della penisola. Negli anni Venti, i segnatempo realizzati per il mercato italiano  ammontavano a più di 65.000. Gli orologi Zenith erano precisi e robusti, due qualità indispensabili per le forniture destinate alle Ferrovie di Stato.
Nel frattempo, in concomitanza con la nascita dell’Aviazione Navale, Zenith sviluppò i primi altimetri per le nuove flotte aeree civili e militari europee e statunitensi. La fama della Manifattura e dei suoi cronografi da polso si diffuse rapidamente tra le Forze Armate Italiane.
Negli anni Trenta, Zenith rese omaggio alla Marina Militare Italiana realizzando due modelli di cronografi da polso sovradimensionati (diametro di 46 mm contro una media massima di allora di 32 mm), impreziositi dallo stemma della Marina e dall’iscrizione “Regia Marina Italiana”. Il primo modello era in oro e presentava due contatori, mentre il secondo, in acciaio, ne presentava tre. Continua a leggere

Zenith e Felix Baumgartner a Baselworld

jean-frederic-dufour-e-felix-baumgartner

Immagine 1 di 7

Jean Frederic Dufour e Felix Baumgartner

 

 

ZENITH festeggia la sua novantesima  partecipazione alla Fiera di Basilea a velocità supersonica!

 

Un partner privilegiato di BaselWorld dai suoi primi giorni, Zenith ha festeggiato la sua novantesima partecipazione – un record assoluto – con la stampa e i suoi rivenditori venuti da tutto il mondo alla  “supersonica” conferenza stampa.

Oltre 150 ospiti riuniti nella galleria d’arte Von Bartha Garage a Basilea hanno partecipato a questo evento esclusivo in compagnia di Felix Baumgartner e di Jean-Frédéric Dufour, CEO. La conferenza, condotta da Annina Campell, ha permesso di raccontare l’impresa sportiva e scientifica compiuta dall’uomo che ha infranto la barriera del suono e di presentare El Primero Stratos Flyback 10th  che Felix indossava durante il salto nello spazio. Durante l’evento, gli ospiti hanno avuto l’opportunità di  scoprire  i nuovi modelli della collezione Pilot.

Felix Baumgartner ha ricevuto in regalo da Jean Frédéric Dufour un Pilot Montre d’Aéronef Type 20 GMT, un omaggio che sarà senza dubbio utile a questo viaggiatore estremo.

 

Zenith Pilot Montre d’Aéronef Type 20 : alle origini della conquista del cielo

zen_pilot_baronrouge

Immagine 1 di 7

Zenith Pilot Baron Rouge

 

La Manifattura Zenith, fondata quasi 150 anni or sono, si lanciò quasi subito nella straordinaria avventura dell’aviazione e fu una delle prime case orologiere a fornire segnatempo e strumenti di bordo.

Sei nuovi Pilot Montre d’Aéronef Type 20, inclusa una serie speciale dedicata al Barone Rosso, ricordano il ruolo fondamentale di Zenith nella conquista del cielo.

 

Louis Blériot e Léon Morane si conoscevano. I due celebri piloti, pionieri dell’aviazione, presero parte alla conquista del cielo agli inizi del XX secolo. Il 25 luglio 1909, l’allora trentasettenne Blériot attraversò per la prima volta la Manica a bordo di un aereo che lui stesso aveva costruito. Meno di un anno dopo, il venticinquenne Morane superò i 100 km/h in volo durante un raduno a Reims, in Francia. Una velocità davvero sbalorditiva per l’epoca. L’aeromobile impiegato era un Blériot XI. I due uomini condividevano la stessa passione per l’aviazione, oltre che il gusto per il rischio e, ovviamente, per la competizione. Ma non solo. Louis Blériot e Léon Morane possedevano entrambi uno strumento indispensabile per un pilota di aerei: un orologio Zenith che loro stessi definirono come il più preciso al mondo. Lo dimostrano le poche righe che seguono: “Sono molto contento dell’orologio Zenith che utilizzo abitualmente e lo raccomanderei a tutti coloro cui sta a cuore la precisione”, Louis Blériot. Continua a leggere