Piaget Polo Skeleton: new look scheletrato

Piaget Polo Scheletrato Blu

Immagine 1 di 8

 

I primi orologi scheletrati di Piaget (la scheletratura rivela il “cuore pulsante” degli orologi) furono realizzati negli anni ’70, attirando subito l’attenzione: uno fra i primi e più noti a scegliere questi segnatempo, ad esempio, fu il leggendario jazzista Miles Davis che usava arrivare agli spettacoli con una valigetta contenente una selezione di orologi, per poi scegliere “l’orologio per la serata” solo poco prima di salire sul palco. E spesso veniva visto sul palco con un modello squelette in oro Piaget al polso. Piaget ha deciso di coniugare due delle sue eccellenze distintive: sviluppare squisiti calibri sottili meticolosamente scheletrati; stabilendo molteplici record lungo la strada e riuscendo a realizzare i movimenti squelette più sottili che si siano mai visti e che possono incorporare al proprio interno tourbillon, fasi lunari, eccezionali smaltature, diamanti incastonati ed essere a carica automatica. Oggi Piaget esce con una splendida versione squelette del celebre Piaget Polo, l’orologio sportivo di alta gamma creato dalla Manifattura nel 1979, che ho avuto il piacere di vedere e provare al polso in anteprima. Per sviluppare il Piaget Polo Skeleton, i designer e gli ingegneri della Maison hanno dovuto tenere in Continua a leggere

Gran Premio dell’Orologeria di Ginevra (GPHG): i migliori orologi del 2020

Piaget Altipiano Ultimate Concept

Immagine 1 di 17

 

Ieri sera si è tenuta a Ginevra la 20° edizione del Grand Prix d’Horlogerie de Genève (GPHG), che ha assegnato i premi per gli orologi dell’anno; sono stati 18 i vincitori, scelti da una preselezione di decine di segnatempo. Il premio più significativo, l’Aiguille d’Or 2019, è andato al Piaget Altiplano Ultimate Concept. La cerimonia ha visto assegnare gli altri premi a Bulgari, Vacheron Constantin, Bovet 1822, Voutilainen, Charles Girardier, Tudor, Chronométrie Ferdinand Berthoud, Breitling, MB&F, Greubel Forsey, H. Moser & Cie, Van Cleefg & Arpels e Parmigiani Fleurier.. Di seguito l’elenco degli orologi vincitori, che potete ammirare nella photogallery. 

“Aiguille d’Or” Grand Prix: Piaget Altiplano Ultimate Concept
Ladies’ Watch Prize: Bovet 1822, Miss Audrey
Ladies’ Complication Watch Prize: Charles Girardier, Tourbillon Signature Mysteriéuse
Men’s Watch Prize: Voutilainen, 28SC
Men’s Complication Watch Prize: Greubel Forsey, Hand Made 1
Iconic Watch Prize: Bulgari, Aluminium Chronograph
Chronometry Watch Prize: Chronométrie Ferdinand Berthoud, FB 2RE.2
Calendar and Astronomy Watch Prize: Vacheron Constantin, Overseas Perpetual Calendar Ultra-Thin Skeleton
Mechanical Exception Watch Prize: Bovet 1822, Récital 26 Brainstorm Chapter 2
Chronograph Watch Prize: H. Moser & Cie, Streamliner Flyback Chronograph Automatic
Diver’s Watch Prize: Breitling, Superocean Automatic 48 Boutique Edition
Jewellery Watch Prize: Van Cleef & Arpels, Frivole Secrète Watch
Artistic Crafts Watch Prize: Van Cleef & Arpels, Lady Arpels Soleil Féerique
“Petite Aiguille” Prize: Breitling, Superocean Heritage ’57 Limited Edition II
Challenge Watch Prize: Tudor, Black Bay Fifty-Eight
Innovation Prize: Parmigiani Fleurier, Hijri Perpetual Calendar
Audacity Prize: H. Mose & Cie, Endeavour Cylindrical Tourbillon H. Moser & Cie X MB&F
“Horological Revelation” Prize: Petermann Bédat, Dead Beat Second

Janvier68

WATCHES and WONDERS: le migliori novità orologiere online dal 25 aprile!

                     Watches & Wonders

A seguito della pandemia di covid-19, FHH (Fondation de la Haute Horlogerie) si è trovata costretta a cancellare l’evento Watches & Wonders Geneva (in precedenza noto come SIHH) e ad adattarsi immediatamente alla nuova situazione. Il 25 aprile a mezzogiorno sul sito watchesandwonders.com è stato presentato un portale centralizzato dove gli appassionati di orologi, i concessionari e la stampa potranno scoprire le ultime novità orologiere dell’anno, collegandosi direttamente con i trenta Marchi partecipanti. Per la prima fase di Watches & Wonders, la piattaforma presenterà pagine dedicate per ogni Marchio, dove si potranno scoprire i nuovi orologi del 2020.  Ma non solo: si potranno anche vedere i Continua a leggere

Piaget per San Valentino

Piaget Altiplano con quadrante in meteorite

Immagine 1 di 5

 

San Valentino si avvicina, e per gli amici lettori del TGCOM24 provo a suggerire qualche idea regalo per le vostre dolci metà. Le origini della festa di San Valentino risalgono all’antica epoca romana e ai Lupercali, una celebrazione che si svolgeva a metà febbraio per accogliere la primavera e la fertilità della nuova bella stagione. Intorno al 14° secolo, il giorno di San Valentino si è quindi evoluto in una celebrazione dell’amore in cui le coppie esprimevano il loro affetto reciproco con rose rosse e regali. E le preziose creazioni di orologi e gioielli Piaget sono il dono perfetto per una persona cara a San Valentino. Vediamo alcuni modelli. 

Per coloro che apprezzano la bellezza delle stelle, l’orologio Altiplano con quadrante in meteorite è un regalo memorabile. Il segnatempo vanta un meteorite che risale agli eventi cataclismici che hanno portato alla creazione del sistema solare e le cui linee in superficie sono conosciute come figure di Widmanstätten. Simbolo di un amore profondamente radicato nel tempo della nascita delle galassie, questo orologio è stato prodotto in un’edizione limitata di Continua a leggere

T Fondaco dei Tedeschi by DFS celebra il decimo anniversario di Masters of Time

Masters of Time - Jaquet Droz Petite Heure Minute

Immagine 1 di 21

 

Il Gruppo DFS, leader mondiale del travel retail di lusso, celebra nella sua sede veneziana, il bellissimo palazzo T Fondaco dei Tedeschi, il decimo anniversario di Masters of Time, evento mondiale dedicato agli orologi e ai gioielli più preziosi ed esclusivi, che mi vedrà presente. L’iniziativa, che si svolge ogni anno a dicembre a Macao, approda per la prima volta in Europa nel cinquecentesco edificio sul Canal Grande ristrutturato da Rem Koolhaas e sede, dal 2016, dell’esclusivo department store. Sono ben 75 i capolavori dell’alta orologeria e gioielleria selezionati da un team di esperti e firmati da 15 diversi marchi, esposti al pubblico all’interno di T Fondaco dei Tedeschi fino all’inizio di Continua a leggere

I migliori orologi del mondo per il Grand Prix d’Orologeria 2018

Tudor Black bay GMT

Immagine 1 di 71

 

Questo weekend vi presento  i finalisti del Grand Prix d’Horlogerie de Genève 2018, la manifestazione che ogni anno premia alcuni tra gli orologi più belli del mondo. I premi verranno assegnati il 9 novembre a Ginevra.. Come ogni anno, una giuria internazionale assegnerà i 16 premi (uno per ciascuna categoria), tra cui il prestigioso “Aiguille d’Or” vinto l’anno scorso da Chopard L.U.C Full Strike. Creato nel 2001, il Grand Prix d’Horlogerie de Genève è Continua a leggere

Piaget Altiplano Ultimate Automatic

Piaget Altiplano Ultimate Automatic

Immagine 1 di 3

 

A tre anni dal lancio di quello che allora era l’orologio a carica manuale più sottile al mondo, Piaget ha presentato l’Altiplano Ultimate Automatic che, con uno spessore di soli 4,30 mm, è l’orologio a carica automatica più sottile al mondo. Nata nel 1874 nel villaggio di La Côte-aux-Fées come casa produttrice di movimenti e diventata poi famosa a livello internazionale come marchio a sé stante, da sempre Piaget ricerca e trova soluzioni innovative nel campo della produzione di orologi ultra-piatti. Il passo cruciale in questo processo fu il lancio del calibro a carica manuale 9P che, con uno spessore di soli 2 mm, all’epoca era il movimento più sottile al mondo. Il calibro 9P fu presentato alla Fiera di Basilea nel 1957 e rivoluzionò il mercato assicurando una migliore leggibilità e soprattutto offrendo la possibilità di realizzare una nuova estetica nei segnatempo ultra-piatti dando spazio alla purezza del design. Il calibro 9P ha avuto un’enorme influenza sul mondo dell’orologeria ma sarebbe stato il nuovo calibro sul quale stava lavorando Valentin Piaget (nipote del fondatore) a segnare il percorso della Maison nel campo degli orologi ultra-piatti. Con uno spessore di soli 2,3 mm il calibro 12P presentato alla Continua a leggere

GaGà Milano e Halloween Dark Selection: intervista a Ruben Tomella

GaGà Milano BIONIC SKULL AUTOMATIC 4MM

Immagine 1 di 5

 

Nei giorni scorsi ho intervistato Ruben Tomella, che oltre ad essere ideatore e proprietario di GaGà Milano, è una delle persone più simpatiche ed innovative nel panorama orologiero. Il marchio deve il suo nome ad un’espressione desueta, “gagà”, molto in voga negli anni ’50, che definisce una tipologia di uomo più che mai attuale: raffinato ma stravagante, attento ai dettami della moda, che rielabora con ironia ed eleganza, senza mai tralasciare i dettagli. Nella photogallery ho proposto pure i 4 orologi rappresentativi della Halloween Dark Selection, giusto per restare in tema!

 

Ruben Tomella e GaGà Milano… Raccontaci com’è nata questa avventura.

Sono cresciuto in mezzo ai cinturini, mio padre ha iniziato nel ‘64 questo lavoro, per poi aprire un azienda famigliare più tardi, quindi già a 5 anni quando tornavo dall’asilo e in seguito dalla scuola, passavo del tempo con lui; diciamo che ho iniziato a respirare colla e odore di pellami dall’infanzia…..Chissà i miei polmoni dirai! Probabilmente il tutto è entrato nella mia testa portandomi ad entrare in azienda subito dopo gli studi.  Lavorando per molti brand di orologi, la passione per essi ci ha messo poco ad arrivare e dopo 10 anni di soli cinturini, ho deciso di aprire una bottega di orologi (una tra le prime che trattava orologi di secondo polso di alto livello), dove trattavo anche orologi da taschino, che mi appassionavano particolarmente per le loro dimensioni, le particolarità legate agli smalti colorati sul quadrante, le incisioni, le varie tipologie di carica e, cosa ancora più affascinante, di vedere, curiosare , spiare e toccare i loro meccanismi meccanici, perché la maggior parte di loro aveva la possibilità di aprire il fondello. Da qui, come ormai molti sanno, è nato GaGà, cioè l’idea di mettere 4 anse ad un orologio da tasca e poterlo indossare al polso.

 

Ci siamo visti qualche mese fa a Basilea in occasione del Baselworld 2017. Puoi dirci come è andata? Soddisfatto?

Tra non molto potremo festeggiare  10 anni di presenza a Basilea, Per noi si è trasformato in un evento legato all’immagine, alla presentazione di nuovi modelli e un  punto di incontro con tutti i clienti e amici mondiali. La situazione rispetto ai primi anni è cambiata, è difficile ora tornare da Basel con ordini e clienti nuovi, Continua a leggere

Piaget e l’orologio da tasca Altiplano 60th Anniversary

Altiplano 60th Anniversary Pocket Watch

Quando l’Altiplano fu presentato nel 1957 con la sua sottigliezza record, rivoluzionò il mondo della produzione orologiera. Nell’ambito di celebrazioni per il sessantesimo anniversario, Piaget ha creato una versione inattesa: un modello ultra-piatto che diventa un originale orologio da tasca. Abbinato ad una catenella in pelle di vitello blu come il quadrante, l’Altiplano 60th Anniversary Pocket Watch è ovviamente in edizione limitata. Quando poi viene messo in mostra sul suo supporto intarsiato creato appositamente, il leggendario Altiplano

Continua a leggere

Piaget Polo S: il ritorno del nero

Piaget Polo S

Immagine 1 di 3

  

Nel 1979 il mondo scoprì un orologio che sarebbe diventato un’icona della sua generazione: il Piaget Polo. Nel luglio dell’anno scorso Piaget lanciò a New York il suo erede naturale, un nuovo orologio per una nuova generazione – il Piaget Polo S.  Grazie al suo successo, quest’anno la collezione Piaget Polo S si completa con tre nuove creazioni. Ai cinque modelli presentati nel 2016 a New York ne sono stati aggiunti, infatti, altri tre: il Piaget Polo S Chronograph, equipaggiato con il movimento 1160P, è per la prima volta disponibile nella versione con quadrante grigio ardesia. In una serie limitata numerata di 888 segnatempo, il Piaget Polo S, equipaggiato con il movimento 1110P, ha un quadrante nero, la lunetta rivestita in ADLC e cinturino nero in gomma. Continua a leggere