Rolex GMT-Master II: la nuova versione del mito “Pepsi”

Rolex GMT-Master II

 

Oggi vi presento uno degli orologi che ha fatto parlare di più a Basilea (al Salone dell’orologeria Baseworld) e che più ha affascinato il sottoscritto. Mi riferisco al nuovo Rolex che va ad arricchire la sua gamma GMT-Master II: un nuovo modello in acciaio Oystersteel dotato di una lunetta girevole bidirezionale con disco Cerachrom graduato 24 ore bicolore in ceramica rossa e blu, erede dello storico “Pepsi”. La cassa Oyster, con anse e lati della carrure ridisegnati, è corredata dal bracciale Jubilé a cinque file. La nuova versione del “Pepsi” ospita il calibro di ultima generazione 3285, oggetto di dieci brevetti e dotato dello scappamento Chronergy. Come tutti gli orologi Rolex, anche i nuovi GMT- Master II vantano la certificazione di Cronometro Superlativo che garantisce prestazioni al polso fuori dal comune. Progettato originariamente come strumento di aiuto alla navigazione destinato ai piloti di linea, il GMT-Master di Rolex è diventato un Continua a leggere

Baselworld 2015: Rolex Yacht-Master

Yacht Master 40mm.

Ci sono Rolex che sono entrati nella storia dell’orologeria. Lo Yacht-Master non fa parte di questi. Non ha mai “sfondato” realmente fra gli amanti del marchio e neppure fra gli altri. Sicuramente è piaciuto ma non è diventato un must. A Basilea però Rolex ha presentato lo Yacht Master in una nuova versione che sta già facendo molto parlare di sè. L’ha, infatti,  presentato con cassa in oro rosa, bracciale in gomma e ghiera in ceramica.
Questa nuova veste, sono certo, farà di questo orologio uno dei più discussi del 2015. Non so se riuscirà a far entrare nella storia questa linea ma, di certo, ne farà parlare molto.

Ma vediamo di capire meglio questo orologio. Il nuovo Yacht-Master è proposto nel diametro da 40 mm e nella nuova misura da 37 mm. La cassa Oyster in oro Everose 18 ct. presenta una lunetta girevole dotata di un nuovo disco Cerachrom in ceramica nera, dove i numeri con finitura lucida si stagliano sullo sfondo opaco. Un contrasto che riprende quello tra l’oro Everose 18 ct. lucido della cassa e il nero opaco del bracciale Oysterflex, del quadrante e del disco Cerachrom. Il nuovo bracciale Oysterflex dello Yacht-Master, sviluppato e brevettato da Rolex, rappresenta un’alternativa sportiva ai bracciali in metallo, senza dover scendere a compromessi con la robustezza, l’impermeabilità e l’affidabilità. La sua estetica, la sua elasticità e il suo comfort sono quelli di un cinturino in caucciù, mentre la sua resistenza è pari a quella di un bracciale in metallo. La cassa e il fermaglio di sicurezza Oysterlock, infatti, sono uniti a entrambe le parti del bracciale da una lama metallica realizzata in una lega di titanio e nichel che garantisce una grande flessibilità. Continua a leggere

Rolex Daytona Paul Newman, uno status symbol

6239nworo

Immagine 1 di 6

Rolex Daytona "Paul Newman" Ref.6239

 

Anche questa settimana il nostro amico lettore e riconosciuto esperto italiano dei Rolex, soprattutto Vintage, si è intrattenuto con noi per una piacevole chiacchierata sull’iconico Rolex Daytona Paul Newman.

 

Ciao Stefano, perché’  il Rolex Daytona Newman?

Perché è lo status symbol per antonomasia; con questo articolo ho cercato di rispondere alle principali  domande degli appassionati che si avvicinano ad un Daytona Newman. Il quadrante Newman è da sempre la versione con il look più sportivo e legato al mondo delle corse. Di casa Rolex, nasce in concomitanza alla collaborazione di Rolex come cronometrista ufficiale ai circuiti di Daytona in Florida e le Mans in Francia.

Montato dopo il 1964 circa venne battezzato esotico e tropicale per poi trovare il suo definitivo soprannome grazie ai collezionisti  italiani, i quali lo notarono al polso del noto attore in una pubblicità destinata al nostro mercato del film “Indianapolis pista infernale”. Continua a leggere

Rolex: un punto di vista

Hans Wilsdorf

Dando per scontato che tutti, o quasi, conoscano la storia di Hans Wilsdorf,

Mercedes Gleitze

iniziamo subito a dire che fu lui ad inventare l’utilizzo dei “testimonial”, facendo portare alla nuotatrice Mercedes Gleitze il suo primo modello “Oyster” durante la traversata della manica. Il giorno seguente, una pagina intera del Daily Mail celebrava la nascita dell’orologio impermeabile migliore del mondo!

jpg

Continua a leggere