Piaget e la Festa della Mamma

Piaget Limelight Gala

 

Mancano una decina di giorni alla Festa della Mamma. Perciò mi sembrava doveroso proporre le idee della Manifattura Piaget. Per celebrare questa festa, Piaget ha abbinato la bellezza di oro e diamanti all’arte. Sia che si tratti di una mamma attiva, di una mamma glamour o di una mamma particolarmente sensibile, tutti gli eccezionali segnatempo Piaget offrono nuovi modi per mettere in mostra il proprio lato radioso qualunque sia lo stile personale. Con le sue linee sensuali e le preziose gemme incastonate, l’orologio Limelight Gala è lo specchio della vibrante personalità della più glamour tra le mamme. Icona nata negli anni ‘70 quando la Maison innalzò lo stile glamour a nuove vette grazie ad audaci creazioni amate dai trendsetter dell’epoca, il seducente Limelight Gala ha fatto il suo ritorno nel 2013 come simbolo di femminilità. La cassa rotonda sublimata dalle anse allungate e dalla voluttuosa natura della silhouette è accentuata dalla lunetta con diamanti taglio brillante di dimensione crescente. Continua a leggere

Diagnosi di una passione: il Vintage

rolex-explorer-ii

Immagine 1 di 5

Rolex Explorer II

 

Oggi abbiamo il piacere di proporvi un gran bell’articolo del nostro amico lettore Stefano Mazzariol, che da riconosciuto esperto Rolex ci illustra con precisione e al contempo passione il mondo del Vintage. Spero vi piaccia.

Il fenomeno del collezionismo di orologi e sopratutto quello d’epoca si e’ sviluppato ed è maturato negli ultimi 20 anni.

Normalmente il primo accostamento all’orologeria è sempre legato ai nuovi modelli dopo di che, se subentra la passione, cresce l’interesse verso la storia di una maison e dei suoi modelli più significativi. Da questo primo step si può entrare in una spirale che, oltre al fattore estetico, riesce a coinvolgere il nostro lato emozionale.

Per essere ancora più chiari la ricerca di un esemplare fuori produzione meglio se da molto tempo, ben conservato ed esente da interventi invasivi o, peggio, approssimativi ed incoerenti con la sua tipologia ed il suo periodo, diventa il ns obbiettivo primario. Continua a leggere

La storia delle case di orologeria: Jaeger-LeCoultre

Master Tourbillon Dual Time

Jaeger-LeCoultre

Da 180 anni alla ricerca dell’eccellenza

 

Dal 1833 le  invenzioni firmate Jaeger-LeCoultre accompagnano la storia dell’Alta Orologeria. Nate nella Vallée de Joux, queste opere uniche incarnano tutto il savoir-faire degli uomini e delle donne della Manifattura, la loro continua ricerca dell’eccellenza, la loro capacità di inventare e di mettersi in discussione, e la loro voglia di vincere le sfide più folli. Ognuno dei 400 brevetti e dei 1.231 calibri firmati Jaeger-LeCoultre simboleggia la loro passione per la qualità e l’innovazione. La collezione Jubilée “Hommage à Antoine LeCoultre” è il prodotto di oltre 180 anni di entusiasmo, tenacia e precisione.

 

Dal 1833, nella Vallée de Joux, le donne e gli uomini della Grande Maison sono alla costante ricerca della perfezione. Perpetuano nel tempo quei valori di autenticità, savoir-faire e raffinatezza tanto cari al fondatore Antoine LeCoultre, al quale è dedicata la collezione Jubilée “Hommage à Antoine LeCoultre”. Continua a leggere

蒔絵 Zôhiko Maki-e: l’Arte negli Orologi.

Nel mondo degli orologi d’oggi, cosi confuso sulla direzione da prendere e sui mercati da seguire, ci sono ancora degli artisti che producono delle opere uniche.

Grazie al mio caro amico Cortez.Ramon (uso il suo nick conoscendone la riservatezza) mi è oggi possibile parlarvi di una delle più interessanti. Lo faccio usando le sue parole. Buona lettura.

 

In occasione della manifestazione ‘Capi d’Opera, le Eccellenze del Saper Fare tenutasi a Milano nel Palazzo Morando su iniziativa della Maison Vacheron Constantin, ho avuto il piacere e l’onore di incontrare il Maestro
Munenori Yamamoto della Maison Zôhiko di Kyoto.

Munenori Yamamoto è un Maestro Maki-e, una tecnica di laccatura sviluppata nell’VIII secolo. Una forma d’arte esclusiva che consiste nel cospargere polveri d’oro sui contorni disegnati con l’Urushi, una lacca di consistenza collosa. Pur continuando a coltivare una tradizione che è già esistente da oltre un migliaio di anni, Zôhiko in condivisione con Vacheron Constantin, ha dato luogo a una collaborazione straordinarimente intensa, il cui frutto è chiamato Métiers d’Art – Le symbolique des Laques.

Fedele allo spirito della collezione ‘Mètiers d’Art’, il tema de ‘La Simbolique des Laques’ è mutato nel corso del triennio, proponendo ogni anno tre nuovi modelli in
edizione limitata a venti esemplari.

La terza serie, intitolata ‘Hanami Tsukimi Yukimi’, punta su un tema molto caro alla cultura giapponese: il ‘Setsugekka’ ovvero la bellezza delle stagioni e Vacheron Constantin ha scelto le 3 stagioni più significative: la Primavera, Hanami, per la contemplazione dei fiori, l’autunno, Tsukimi, per la contemplazione della luna e l’inverno, Yukimi, per la contemplazione della neve. La lunga storia Zôhiko riflette una tradizione di eccellenza che non ha eguali nel suo rispetto per la continuità artistica e la creatività sempre in evoluzione.

Il Maki-e è un’operazione decorativa in cui viene creato il disegno con pennelli dalla punta sottilissima per eseguire al meglio la delicatezza del tratto. La lacca ancora bagnata viene poi coperta da polvere d’oro o d’argento. La lacca è realizzata dalla linfa dell’albero Urushi. Questo albero, un parente dell’edera velenosa nato sugli altipiani dell’Asia centrale e del Tibet, oggi cresce solo nel sud della Cina, della Corea, del Vietnam e del Giappone, ma sembra aver avuto una gamma molto più ampia in passato. In giapponese, il termine per la sostanza e il nome della struttura sono le stesse: Urushi.

Per maggiori informazioni trovate l’articolo completo a questo link: http://orologi.forumfree.it/?t=62065661

Frasi Celebri Orologi.

Una raccolta di frasi dedicate ai segnatempo.

L’orologio che mi avete regalato sarà per me eterna fonte di gioia.L’avrei ringraziata prima, ma ho preferito aspettare una settimana per essere sicuro che st’aggeggio funzionasse. (Groucho Marx)

Ho l’orologio che va avanti di tre ore, ma non sono mai riuscito ad aggiustarlo. Così da Los Angeles mi sono trasferito a New York. (Steven Wright)

Anche un orologio fermo segna l’ora giusta due volte al giorno. (H. Hesse)

Un uomo con un orologio sa che ore sono. Un uomo con due orologi non è mai sicuro. (Eric Segal)

Estrasse il più bell’orologio piatto che avesse mai fatto Breguet: “Guarda, sono le undici, sono stato mattiniero”. (Balzac)

Un Dandy che va sui boulevard vi ozia a suo piacere, finché il vigile Breguet gli ricorda che è mezzogiorno…. (Puskin)

Perdere tempo è una significativa forma di protesta contro l’inesorabilità di una vita scandita dagli orologi. (Vittorio Deriu)

Ogni buona automobile dovrebbe durare quanto un buon orologio. (Henry Ford)

Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo. (Henry Ford)

Fra gli occidentali, furono i tedeschi a inventare gli orologi meccanici, spaventosi simboli del tempo che scorre. (Oswald Spengler)

E’ interminabile persino un minuto quando fissi un orologio. (Mario Contini)

Orologi e Passioni.

Anni fa, con un gruppo di pochi amici, abbiamo dato vita ad un forum (Orologi & Passioni) che è con gli anni diventato un punto di riferimento per appassionati ed operatori di settore.

Questo però non era il nostro scopo. Noi abbiamo creato un mondo virtuale dove poter parlare dei nostri sogni, della nostra passione sfrenata per i segnatempo. Era un po’ il nostro cortile “virtuale” dove incontrarci durante il giorno per scambiare commenti, impressioni, informazioni… Un cortile però aperto a tutti dove chiunque poteva entrare per parlare con noi della comune passione.

Oggi in quel cortile siamo in circa 15.000 e continuiamo a divertirci ed a giocare con gli orologi.

Gli orologi sono, in fin dei conti, una delle passioni che danno più emozioni in assoluto anche perché scandiscono il passare delle ore, delle giornate, dei mesi degli anni….

Continua a leggere