OMEGA, i nuovi Speedmaster e la storia dei suoi primi 60 anni

1957 Broad Arrow

 

Oggi voglio raccontarvi, approfittando del sessantesimo anniversario di uno degli orologi più iconici ancora in produzione, la storia dello Speedmaster di OMEGA. Prima però di soffermarmi sui suoi primi 60 anni, vi anticipo 2 nuovi modelli che OMEGA presenta per celebrare questo anniversario. Il primo è lo Speedmaster 38 mm. Al centro della creazione rimangono il look inconfondibile e la tradizione, ma questa volta il suo riconoscibilissimo design si arricchisce di un nuovo tocco estetico. Il modello, soprannominato “Cappuccino”, è solo uno dei pezzi di questa magnifica collezione da uomo e donna. La cassa è realizzata in acciaio e oro Sedna™ 18 carati, mentre il cinturino è in pelle marrone chiara. Uno degli elementi più interessanti dell’orologio è la lunetta con pavé di diamanti che include anche la scala tachimetrica, su un anello in alluminio marrone. Questo doppio design ha consentito a OMEGA di aggiungere l’eleganza dei diamanti conservando il DNA sportivo caratteristico dello Speedmaster. L’orologio è dotato di un quadrante bicolore con esclusivi piccoli contatori ovali marroni che, a uno sguardo più attento, assomigliano molto al logo OMEGA.  Continua a leggere

OMEGA Seamaster Planet Ocean “PyeongChang 2018”: parte il conto alla rovescia per i Giochi Olimpici Invernali 2018

OMEGA Seamaster Planet Ocean "PyeongChang 2018"

 

OMEGA ha svelato il suo countdown alle Olimpiadi Invernali con un orologio creato ad hoc, il Seamaster Planet Ocean “PyeongChang 2018”, durante una speciale cerimonia a Seoul. Il presidente e CEO di OMEGA Raynald Aeschlimann ha raccontato i traguardi raggiunti dal brand nel campo del cronometraggio: ”Siamo stati Official Timekeeper dei Giochi Olimpici per 27 edizioni. In tutti questi anni non abbiamo mai perso di vista il nostro ruolo, quello di essere al servizio dei migliori atleti al mondo, che si allenano duramente per gareggiare a questo livello”.

Ma veniamo all’orologio. Creato per celebrare i Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018, il Seamaster Planet Ocean “PyeongChang 2018”, in edizione limitata di 2018 pezzi, è caratterizzato dai colori blu e rosso, gli stessi della bandiera Coreana, che ne fanno per me un segnatempo esteticamente straordinario. Continua a leggere

Omega Speedmaster Moonphase Master Chronomaster: prova al polso

Omega Speedmaster Moonphase Master Chronomaster

 

Ho avuto la possibilità (meglio, la fortuna) di provare il nuovissimo e splendido Moonphase Master Chronomaster di Omega. Vi anticipo che sono stato molto soddisfatto della prova: l’orologio mi è piaciuto eccome! Lo ritengo, infatti, un concentrato di tecnica ed estetica, come del resto spesso succede in casa Omega. Fedele al suo nome, il segnatempo mostra le fasi lunari che, diversamente dalle credenze popolari, sono di 29 giorni e mezzo e non di 30. Un intervallo di tempo difficile da calcolare per ingranaggi standard, ma il meccanismo dell’Omega Moonphase è così preciso da dover essere regolato solo dopo 10 anni attraverso pochi giri della corona. La mia prima sensazione, una volta messo al polso, è che l’orologio sia perfettamente bilanciato dal punto di vista estetico, con due sotto quadranti gemelli capaci di creare una simmetria perfetta.
Il dettaglio però che mi ha colpito di più di questo nuovo segnatempo è la rappresentazione della Luna, mai prima d’ora così realistica. Continua a leggere

OMEGA presenta il primo Master Chronometer al mondo

OMEGA-FIRST-MASTER-CHRONOMETER_1

Il primo Master Chronometer al mondo (un nuovo standard per tutta l’industria orologiera) è stato presentato durante una conferenza stampa che si è svolta nel quartiere generale di OMEGA a Biel, in Svizzera.

Nel 2014 OMEGA e l’Istituto Federale Svizzero di Misurazione (METAS) avevano annunciato la collaborazione per una nuova certificazione grazie alla quale precisione e prestazioni sarebbero state testate e certificate come mai prima d’ora.
 Oggi, con il nuovo laboratorio METAS nel cuore della produzione OMEGA, il Globemaster è ufficialmente diventato il primo segnatempo ad ottenere la certificazione di “Master Chronometer”. A presentarlo sono stati il CEO di Swatch Group Nick Hayek, Christian Bock direttore del METAS, Stephen Uruqhart presidente di OMEGA e Andreas Hobmeier vice presidente della produzione.

Mentre il COSC, la certificazione dell’industria orologiera per eccellenza, rimane parte integrante del processo OMEGA, i nuovi test METAS raddoppieranno a tutti gli effetti la certificazione di ogni orologio, permettendo a OMEGA e a tutti i produttori svizzeri di dimostrare la qualità e le prestazioni dei propri segnatempo come mai prima d’ora. Continua a leggere

Omega Globemaster: tecnologia senza precedenti

Omega Globemaster

Il nome Globemaster crea subito curiosità perchè non era presente nei modelli storici di OMEGA. Quindi, di primo acchito, è difficile sapere cosa sia. Eppure appartiene alla famiglia Constellation che è molto conosciuta. Omega inoltre ci dice che in esso ci sta il loro movimento più tecnologicamente avanzato di sempre. Per far questo hanno introdotto pure dei nuovi test. Vediamo quindi cosa sia questo segnatempo creato da Omega e presentato con tanto clamore.
Creato nel vero spirito OMEGA, il Globemaster è animato dal più avanzato movimento meccanico e caratterizzato da un design che prende ispirazione dai primi modelli Constellation, simbolo dell’abilità orologiera di OMEGA ed eredità del brand in termini di precisione e prestazioni. Ogni orologio è certificato attraverso una serie di test indipendenti, un processo rivoluzionario in grado di definire un nuovo standard qualitativo per tutta l’ industria orologiera.
Due elementi di design definiscono il Globemaster: il quadrante, creato in uno stile che i collezionisti hanno per lungo tempo definito come “pie-pan” (letteralmente: teglia da torta) e la lunetta zigrinata, un elemento che ha decorato alcuni dei più famosi modelli della collezione Constellation.
La storia di OMEGA ha influenzato anche il fondello del Globemaster, caratterizzato da un medaglione con impressa l’immagine della cupola dell’osservatorio astronomico, in onore ai premi ottenuti durante i famosi concorsi cronometrici svoltisi nell’osservatorio tra il 1940 ed il 1950. Continua a leggere