Ulysse Nardin Dual Time Manufacture: prova al polso

Ulysse Nardin Dual Time Manufacture

Immagine 1 di 8

In tutti questi anni ho avuto modo di provare davvero tanti orologi di ogni forma, materiale, prezzo, stile… Questo Ulysse Nardin mi ha però davvero colpito per la sua elegante semplicità. Un orologio che ha davvero molta classe e che sta bene al polso in ogni occasione, sia indossando un paio di jeans sia indossando un abito. Questa cosa è fondamentale visto che parliamo di un orologio con doppio fuso orario e, quindi, da usare in special modo durante i lunghi viaggi.
Questo segnatempo è una novità appena introdotta sul mercato da Ulysse Nardin. Una novità che, a mio parere, è un bel passo in avanti in quanto è un orologio più semplice degli altri loro orologi ed ha un movimento di manifattura con doppio fuso orario ad un prezzo di 8.800 euro (che salgono però a 23.000 se si sceglie la versione in oro rosa).
A far funzionare l’orologio ci pensa il calibro UN-334. Dotato di una doppia finestra per la Gran Data, regolabile in entrambe le direzioni, dispone di uno scappamento in silicio. Offrendo ore, minuti, piccoli secondi sovradimensionati alle ore 6, una doppia finestra con gran data e secondo fuso orario, il Dual Time Manufacture è senza dubbio uno degli orologi più semplici nel mercato da leggere e da regolare. Mentre l’indicatore dell’ “home time” avanza costantemente nel corso delle 24 ore in un’apertura alle ore 9, la piccola lancetta può essere facilmente allineata con l’ora locale, sia in avanti che indietro. Questo si ottiene semplicemente premendo i pulsanti (+) o (-) posizionati alle ore 10 e alle ore 8, senza dover togliere l’orologio dal polso o senza interrompere la sua tenuta del tempo .Il massimo nella raffinatezza meccanica, la funzione del calendario si sincronizza automaticamente con le regolazioni effettuate in qualsiasi direzione.
Dietro questa semplicità di utilizzo il calibro Manufacture UN-334 impiega i risultati di molti anni di ricerca. Dispone di una riserva di carica di 48 ore, è dotato di un’ancora, ruota dello scappamento e cilindro in silicio. L’oscillatore a 4 Hz ha anche una molla del bilanciere brevettata in silicio, che garantisce una notevole precisione. Debuttato nell’orologeria più di10 anni fa, anche grazie agli sforzi di Ulysse Nardin, questo materiale altamente contemporaneo non richiede quasi più lubrificazione e resiste all’utilizzo più di qualsiasi altro materiale. Il movimento automatico è mostrato dal vetro zaffiro del fondello.
Dopo queste doverose premesse veniamo alle emozioni che da al polso. L’orologio ha una cassa di 42 mm. ma si adatta bene anche a polsi piccoli come il mio: non dà di certo la sensazione di avere una dimensione eccessiva. Il colore nero del quadrante e la cassa molto semplice aiutano a rendere l’orologio molto “leggero”. I due pulsanti che regolano la funzione GMT si notano appena e risultano piacevoli alla vista. la finestrella con il secondo fuso a ore 9 è forse un poco piccola: mi sarebbe piaciuto averla di una dimensione un poco superiore. La gran data ad ore 2 è invece assolutamente ben leggibile e ben dimensionata cosi come il quadrante dei piccoli secondi ad ore 6. Viene fornito con il cinturino in alligatore con fibbia deplorante o braccialetto in acciaio.
L’orologio è comunque ben leggibile in ogni situazione e questo è davvero fondamentale per un orologio da viaggio. Il quadrante pulito, le sfere grigie su sfondo nero e le dimensioni giuste lo rendono davvero di facile ed immediata consultazione con unico neo della casella del secondo fuso un poco sottodimensionata. Al polso fa una splendida figura ed attira la curiosità delle persone che lo hanno visto. Indossandolo mi è stato chiesto spesso di avere notizie sull’orologio ed ha destato davvero tanto interesse. Il marchio in Italia non è molto conosciuto (direi non quanto la sua qualità meriterebbe) ed ho trovato molte persone che lo hanno apprezzato.
A mio parere l’orologio è stupendo in oro rosa con quadrante nero ma il prezzo di 23.000 euro diventa molto impegnativo…
In conclusione un segnatempo che mi ha dato piacere indossare e che consiglio a chi cerca un compagno di viaggio semplice ma con un forte carattere.

Bell & Ross Vintage BR 123 GMT

image

 

Oggi giorno prendere un aereo, cambiare fuso, soffrire il jet leg e dover tornare in fretta a casa fa parte della vita di molti di noi. Alcuni viaggi ci vedono magari cambiare diversi fusi in pochi giorni. Ecco allora che, per persone che come me viaggiano, un orologio GMT è un valido compagno di viaggio. Poter cambiare rapidamente il fuso tenendo però sempre d’occhio l’ora di casa è davvero utile.

Quest’anno, per la gioia di noi viaggiatori, Bell & Ross ha dotato il Vintage BR 123 di un secondo fuso orario. E lo fa con un orologio dal gusto vintage davvero ben riuscito e, essenziale per orologi del genere, davvero ben leggibile in ogni situazione con la sua freccia arancione in bella vista. Continua a leggere

Panerai Luminor 1950 3 Days GMT 24H Automatico Acciaio – 44mm

Panerai Luminor 1950 3 Days GMT 24H Automatico Acciaio – 44mm

Immagine 1 di 4

 

L’orologio che vi presento questo week-end è il  Luminor 1950 3 Days GMT 24H di Officine Panerai; è un orologio indubbiamente pensato soprattutto per i viaggiatori perciò, avvicinandosi le vacanze, quale orologio meglio di questo da consigliare a chi andrà in paesi lontani. La funzione GMT 24H, infatti, permette di leggere simultaneamente non solo l’ora locale ma anche quella di un secondo fuso orario, grazie ad una lancetta centrale indipendente che effettua il giro del quadrante in ventiquattro ore.
Questo orologio adotta per primo un nuovo movimento di manifattura (evoluzione del calibro P.9001), il calibro a carica automatica P.9003. La principale innovazione riguarda appunto la funzione GMT, che è indicato su 24 ore e non più su 12 ore. GMT è la sigla che indica il Greenwich Mean Time, cioè l’ora solare media presso l’Osservatorio Reale di Greenwich, utilizzata come punto di riferimento universale per il calcolo dei fusi orari. Continua a leggere

Rolex GMT-Master II: un classico senza tempo a Baselworld 2014

Rolex GMT-Master II

Immagine 1 di 6

 

Negli anni la forza di Rolex è sempre stata quella di riuscire ad innovare senza stravolgere. Questo fa si che la loro collezione abbia una connotazione molto precisa che rende i  segnatempo Rolex dei classici senza tempo. Proprio questo, assieme alla qualità ed alla robustezza, ha portato il marchio ad essere il più riconosciuto a livello mondiale.  In questi giorni Rolex ha introdotto nuovamente in gamma il GMT con la colorazione più classica: Blu e Rossa. Una colorazione che gli appassionati del marchio si aspettavano si dall’introduzione del modello con ghiera in ceramica. Per Rolex però non è stato facile la produzione di questi colori. La ceramica infatti è molto difficile da lavorare e da colorare ed ottenere il rosso voluto è stata un’impresa difficile tanto è vero che Rolex ha brevettato il processo per l’ottenimento dello stesso. Immagino sia proprio per queste difficoltà e che Rolex abbia deciso di introdurre l’orologio usando un materiale nuovo per il GMT: l’oro bianco. Continua a leggere

La passione di Miss Padania: intervista a Laura Cremaschi

79dbb425874b1987c36df006725bcd59

Immagine 1 di 8

Momento Pronostico è stato  creato da Selvaggia Lucarelli su Twitter, e ha avuto subito un tam tam mediatico. Consiste nello scrivere sul corpo i pronostici delle partite di calcio. E’ un mix tra femminilità e provocazione. Elementi che hanno un successo molto elevato tra gli utenti. Specialmente uomini. E Laura Cremaschi, bergamasca con un recente passato da miss (è stata Miss Padania 2006) e da primavera fidanzata con Andrea Perone, ex di Sabrina Ferilli, è oramai una habitué dei sexy pronostici: ha iniziato per gioco ma dice che la cosa la diverte molto.
Scoperto che è una grande appassionata di orologi, l’abbiamo intervistata mentre in vacanza alle Maldive. Scoprendo come potete vedere da una foto, che è pure brava ad azzeccare (quasi) i pronostici delle partite: sabato aveva ipotizzato un Juventus-Torino 2-0, poi terminato 3-0.

 

D: Come e quando è nata la passione per gli orologi?

R. La passione per gli orologi in realtà mi è stata tramandata dai genitori e da altri parenti… anche se devo dire che ho sempre avuto una particolare attrazione x gli oggetti preziosi… come tutte le donne, del resto…

Continua a leggere