A. Lange & Söhne 1815 Cronografo

Cronografo 1815 Fronte

A. Lange & Söhne è da ormai qualche anno uno dei marchi più interessanti nel panorama dell’orologeria mondiale. Si è fatto strada grazie alla sua spettacolare qualità e robustezza che ne hanno da sempre caratterizzato la produzione. Al Salone asiatico dell’orologeria «Watches & Wonders» di quest’anno, 1815 Cronografo sarà proposto in un’esclusiva combinazione di cassa e quadrante. Il modello speciale in oro bianco è contrassegnato da cifre blu e da una scala pulsometrica ed è disponibile esclusivamente nelle 16 boutique di A. Lange & Söhne .

Il 1815 Cronografo rappresenta dal 2010 l’abbinamento ideale tra design classico e tecnica evoluta. Con le sue cifre arabe e la minuteria in stile «chemin-de-fer», il quadrante ricorda gli ambiti orologi da tasca di A. Lange & Söhne. In occasione del 200° anniversario della nascita di Ferdinand Adolph Lange, che nel XIX secolo ha fatto della Sassonia un centro dell’orologeria di precisione, la Manifattura di grande tradizione presenta un modello speciale del cronografo.  Continua a leggere

Vincitori del Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra 2013

girard_perregaux_gp_close-up_cadran_93500_53_131_ba6c

Immagine 1 di 14

Girard-Perregaux Scappamento Costante L.M.

 

Anche quest’anno a metà novembre si è svolto il Grand Prix d’Horlogerie de Genève (GPHG), la manifestazione che, una volta visionate le ultime creazioni, premia gli orologi più belli del mondo. A questa manifestazione non partecipano tutti i grandi marchi di orologeria di lusso: mancano infatti tutti i marchi del Gruppo Swatch e altri singoli marchi quali Rolex (presente però con Tudor), Patek Philippe, Vacheron Constantin.

Creato nel 2001, ha previsto 70 orologi preselezionati che, attraverso una mostra itinerante in giro per il mondo partendo da Pechino il 11 ottobre, ha proseguito per Macao, Dubai sino a tornare a Ginevra dove sono stati esposti alla Cité du Temps dall’1 al 10 novembre. Continua a leggere

Novità SIHH 2013: Grande Lange 1 «Lumen».

Proseguiamo con le anteprime viste in questi giorni al SIHH 2013 di Ginevra.

Alla sua prima apparizione la Grande Data Lange fece scalpore e inaugurò una tendenza imitata in seguito da molti. Unitamente al quadrante decentrato, essa fece del LANGE 1 un inconfondibile classico del design. Il segreto del complesso meccanismo che consentì la realizzazione dell’indicazione della data in una dimensione finora ritenuta impossibile, rimase tuttavia celato dal massiccio quadrante in argento.

Continua a leggere

Novità esclusiva SIHH 2013: A. Lange & Söhne 1815 Rattrappante Calendario Perpetuo.

als_421_025_mbis

Inizia stamattina e durerà fino al 25 gennaio una delle due più importanti manifestazioni al mondo legate all’orologeria: il SIHH 2013, con 16 case di alta orologeria tra le più significative a livello mondiale (A.Lange & Söhne, Audemars Piguet, Baume & Mercier, Cartier, Greubel Forsey, IWC, Jaeger LeCoultre, Montblanc, Officine Panerai, Parmigiani Fleurier, Piaget, Ralph Lauren Watch & Jewelery Co, Richard Mille, Roger Dubuis, Vacheron Constantin, Van Cleef & Arpels). E sul blog partiamo subito col botto: anteprima ESCLUSIVA DEL NUOVO A. LANGE & SOHNE! Il 1815 Rattrappante Calendario perpetuo.

 

Il 1815 RATTRAPANTE CALENDARIO PERPETUO riunisce il fascino della tecnica di un cronografo rattrapante con la precisione di un calendario perpetuo che andrà corretto di un giorno soltanto nell’anno 2100.

L’ottavo movimento cronografico di A. Lange & Söhne dimostra ancora una volta la straordinaria competenza della marca in questa disciplina dell’orologeria di precisione. Con il cronografo rattrappante, il calendario perpetuo, la fase lunare e l’indicazione della riserva di carica esso riunisce infatti un numero di complicazioni orologiere superiore rispetto a quanto lasci intravedere al primo sguardo il suo quadrante dal design armonioso.

Continua a leggere

Le Prove di Giorgione: A. Lange & Söhne Datograph Up/Down.

Buongiorno Signor Walter,

mi spiace disturbarla ma era mio preciso dovere informarla su quanto accaduto al vostro Datograph Up/Down (ma su questo tornerò in seguito).
Vorrei cominciare ringraziandola per avermi dato da provare un vostro orologio da più di 70.000 euro. E’ sempre una grande emozione avere al polso qualcosa del genere. E’ un orologio grosso ma che, seppure sul mio polso piccolo, pare perfetto. E’ spesso, dicono: ma non se lo indossi e te lo senti addosso con una sensazione unica. Ha linee tedesche: è vero, fa parte del suo fascino.
Fa specie pensare che questo sia la versione vitaminizzata del vecchio Datograph (orologio che amo di un amore davvero irrazionale): di solito le riedizioni vengono male, sono sgraziate, brutte copie di se stesse.

Continua a leggere