Tissot Heritage Porto

 

Tissot Heritage Porto

Immagine 1 di 5

 

Quella dell’Art Nouveau fu un’epoca particolarmente attiva per l’azienda di Le Locle. Ed è in questa logica che si inserisce l’Heritage Porto. Dalle linee rétro, il modello del brand svizzero Tissot, caratterizzato anche da un tonneau slanciato e bombato, è indubbiamente ispirato all’Art Nouveau L’Heritage Porto è disponibile in una versione con movimento meccanico e cassa in acciaio o acciaio con trattamento PVD oro rosa. Il contatore dei piccoli secondi a ore 6 spicca su un quadrante opalino bianco, su cui si stagliano i numeri neri. La versione al quarzo presenta un look sobrio, che si limita a due lancette su un quadrante argentato soleil o nero opalino. Entrambi i modelli condividono le stesse dimensioni (42,4 mm di altezza x 31,1 mm di larghezza) e le lancette poire tipiche dello stile in uso nel 1900. Il modello Heritage Porto venne

Continua a leggere

Patek Philippe: al di là del Nautilus

 

Patek Philippe 5110

Immagine 1 di 12

 

Quando Gerald Genta disegnò il Nautilus per Patek Philippe non penso si sarebbe immaginato che, dopo più di 40 anni, il suo orologio sarebbe stato così di moda. Anche perché, fino a che il maestro era in vita, il Nautilus era un orologio normale nella gamma di Patek Philippe. Anzi, in alcuni anni sembrava quasi uno sbaglio averlo prodotto perché non aveva avuto il successo sperato. Personalmente ho amato il Nautilus di un amore viscerale, sincero, incredibile…. Iniziai ad amarlo tanti anni fa e Continua a leggere

BOVET 1882 RÉCITAL 18 SHOOTING STAR®, RÉCITAL 20 ASTERIUM® e RÉCITAL 22 GRAND RÉCITAL®

 

BOVET 1882 RÉCITAL

Immagine 1 di 5

 

Oggi vi presento tre icone della collezione astronomica della Maison BOVET 1822 caratterizzate dall’emblematica cassa “a leggio” concepita dal Sr. Pascal Raffy. Da segnalare inoltre che uno dei 3, il Tourbillon Récital 22 Grand Récital®, è stato premiato con l’Aiguille d’Or all’ultimo Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra. Analizziamo i 3 modelli nel dettaglio.

 

RÉCITAL 18 SHOOTING STAR®

Tourbillon 5 giorni, ora universale emisferica con fuso orario selezionabile e indicatore ultracompatto delle 24 città di riferimento, fase lunare emisferica di precisione, ore saltanti e minuti retrogradi. Il Récital 18 Shooting Star è il primo segnatempo astronomico lanciato dalla Maison BOVET per offrire una raffigurazione celestiale della terra e consentire una lettura simultanea dei suoi ventiquattro fusi orari, proponendo una visualizzazione più intuitiva e innovativa del tempo, articolata intorno ai due astri che lo definiscono: la terra e la luna. Due semisfere situate a ore 3 e a ore 9 indicano rispettivamente l’ora universale e le fasi lunari. La prima semisfera, la terra, appare in tre Continua a leggere

Oris Big Crown ProPilot X Calibre 115: connessione meccanica senza compromessi.

 

Oris Big Crown ProPilot X Calibre 115

Immagine 1 di 7

 

Oris, marchio svizzero indipendente con sede, fin dalla sua fondazione (1904), a Hölstein, nella valle di Waldenburg, ha svelato la sua ultima creazione: il Big Crown ProPilot X Calibre 115. Primo orologio per piloti di Oris senza numeri sul quadrante, questo ambizioso segnatempo svela, in un intreccio di spazi, un intrigante labirinto di componenti “senza fronzoli”. Il suo cuore meccanico pulsante è il Calibro 115, movimento in-house scheletrato a carica manuale (lancette centrali per ore e minuti, piccoli secondi tra il 7 e l’8, indicatore di riserva di carica non lineare di 240 ore al 3, regolazione fine e arresto dei secondi). Il meccanismo è visibile grazie al Continua a leggere

OMEGA celebra James Bond

 

OMEGA Seamaster Diver 300M James Bond

Immagine 1 di 6

 

Il mio nome è Bond, James Bond. Chi non si ricorda questa celebre frase, pronunciata per la prima volta da Sean Connery nel lontano 1962? Oggi, in omaggio al 50° anniversario del film Al Servizio Segreto di Sua Maestà (il sesto film con l’agente segreto più famoso della storia), OMEGA ha presenta un Seamaster Diver 300M ricco di dettagli che ricordano 007; orlogio che io ho avuto il piacere di vedere e provare appena è arrivato nella boutique OMEGA a Milano! Inizio intanto a dire che il nuovo segnatempo in acciaio da 42 mm è limitato a 7.007 esemplari e presenta un quadrante PVD nero su ceramica nera, con motivo a canna di pistola e pallottola da 9mm al centro (il calibro della pistola di James Bond). Sul lato della cassa, una piastra in oro giallo 18 carati riporta il Continua a leggere

LANGE 1 TOURBILLON «25th Anniversary»: il coronamento della collezione «25th Anniversary»

 

LANGE 1 TOURBILLON «25th Anniversary»

Immagine 1 di 4

 

Eccoci puntuali anche questo mese a presentarvi in anteprima il nuovo capolavoro uscito dalla Manifattura di Glashutte per celebrare i 25 anni del LANGE 1; questa volta si tratta di uno splendido tourbillon. Il LANGE 1 TOURBILLON fece la sua comparsa nel 2000, come primo orologio da polso al mondo dotato della straordinaria combinazione di tourbillon, Grande Data, movimento con tre giorni di riserva di carica e indicazione della stessa. In un’edizione limitata come gli altri mesi a 25 esemplari, questo orologio completa la serie speciale in oro bianco di dieci orologi dedicati al 25° anniversario del LANGE 1. A. Lange & Söhne ha festeggiato il passaggio dal XX al XXI secolo prolungando una tradizione che risale alla Belle Époque parigina: già all’Esposizione Universale del 1900, infatti, il primo orologio da tasca con tourbillon del centenario di Lange aveva catalizzato su di sé l’attenzione. Nel 2010, nell’ambito della collezione anniversario «165 Years – Homage to F.A. Lange», il LANGE 1 TOURBILLON è stato uno dei primi tre orologi della Manifattura con cassa in oro color miele, materiale utilizzato esclusivamente da Lange. Quando il LANGE 1 ha festeggiato il suo 20° anniversario nel 2014, è stato presentato il quarto modello della serie HANDWERKSKUNST in un’edizione limitata di 20 esemplari in platino con rare decorazioni del movimento e quadrante smaltato in nero. Come tutti i dieci modelli speciali della collezione «25th Anniversary», anche la versione Continua a leggere

Jaquet Droz: storia della Manifattura e il suo primo Grande Seconde Chronograph

 

JAQUET DROZ Grande Seconde Chronograph

Immagine 1 di 4

 

Il cronografo è da sempre una delle complicazioni di punta dell’Alta Orologeria. Pur essendo piuttosto diffuso, è difficile proporlo con un’estetica originale, perché è stato già declinato in un’infinità di versioni. Una doppia sfida, dunque, che Jaquet Droz (Manifattura nata nel 1738, perciò la più antica dopo Blancpain) ha voluto affrontare introducendo il cronografo nel suo iconico Grande Seconde. Le specifiche tecniche imponevano alcuni limiti: un movimento elaborato dalla manifattura stessa in linea con gli standard di eccellenza di Jaquet Droz, una leggibilità ottimale in ogni circostanza per garantire una misurazione efficace del tempo e un’estetica conforme alle Continua a leggere

MIDO Rainflower

 

MIDO RAINFLOWER

Immagine 1 di 4

 

L’anima non procede in linea retta e neppure cresce come una canna. L’anima si schiude come un fiore di loto dagli innumerevoli petali. (Khalil Gibran). La Rainflower è la prima collezione di MIDO ad essere dedicata esclusivamente alle signore. Il nuovo orologio MIDO Rainflower, adatto ad abbracciare il polso di donne dal fascino discreto e raffinato, riprende le linee sinuose dell’Art Science Museum di Singapore. Questo edificio, vera e propria icona architettonica inaugurata nel febbraio 2011, sfoggia, evocando un fiore di loto, petali bianchi che si schiudono sul cielo della Marina Bay Sands. Oltre alla particolarità del suo design, è interessante far notare che l’acqua piovana viene raccolta dal tetto per poi essere riutilizzata. La cassa del MIDO Rainflower, in acciaio 316 L lucido con dettagli sabbiati, misura 34 Continua a leggere

Hamilton presenta Dreams of Flight: un sogno diventato realtà

 

Hamilton Khaki X-Wind Day Date

Immagine 1 di 9

 

Affascinati dal profilo fiabesco delle dune namibiane, Hamilton ha sostenuto il regista Jacob Sutton e il pilota acrobatico Dario Costa nella pianificazione ed esecuzione di un incredibile progetto: la realizzazione di un cortometraggio che celebra il volo nella sua forma più pura. Il regista è stato immediatamente attratto dagli elementi cinematografici creati dalla sagoma dell’aeroplano nero contro le dune imponenti e dalla scia di fumo bianco sospesa in aria. L’attenzione di Dario era invece rivolta a volare sopra queste grandiose strutture naturali di sabbia. Le riprese si sono svolte tra le dune di Swakopmund. Per tre giorni, una squadra internazionale composta da europei, sudafricani e namibiani, ha lavorato con varie telecamere per catturare le sequenze. L’azione è stata registrata da una squadra in elicottero, da una non a bordo e da telecamere montate sulla fusoliera. Il team ha utilizzato un aeroplano completamente nero, appositamente modificato per le riprese. Seppur visualmente elegante, il rivestimento nero opaco ha fatto sì che la temperatura all’interno del velivolo fosse estremamente elevata. Inoltre, in aggiunta alle temperature esterne di 40°C (104°F), la squadra ha dovuto fare i conti con venti forti, sabbia e nebbia proveniente dal mare, visibilità ridotta e condizioni quasi proibitive per il volo. Le sfide per Dario sono state numerose: la bassa densità dell’aria cambiava l’aerodinamica e riduceva le prestazioni del motore, rendendo il volo stabile incredibilmente difficile. Mai nessuno prima aveva volato su un aereo acrobatico così vicino a queste dune a una velocità di oltre 370 km/h! “La percezione della profondità sopra la sabbia è molto difficile. Ho sfruttato la mia esperienza di volo a bassa quota sopra le Alpi innevate e mi sono preparato a casa visualizzando la scena un migliaio di volte, ripetendola mentalmente ancora e ancora” afferma Dario. Dario Costa è ambasciatore di Hamilton e pilota acrobatico certificato da oltre 12 anni. Nato a Manchester, si è poi trasferito in Africa ed è cresciuto a Bologna (Italia). La sua passione per il volo lo ha accompagnato per tutta l’infanzia e l’ha portato a ottenere il brevetto di pilota a soli 16 anni. Grazie alla sua determinazione e al suo desiderio di imparare, nel 2018 Dario è diventato un pilota da corsa nella Red Bull Air Race, il primo e unico pilota italiano a gareggiare in questa competizione. Dario ha un’esperienza di volo su oltre 50 tipi di aeroplani, principalmente acrobatici.

Per Hamilton, il cortometraggio è sia un progetto di passione sia un’enorme conquista. “Siamo orgogliosi di essere la forza che ha finalmente unito questi due grandi creativi per dare vita a un film unico che sicuramente ispirerà altre persone, mostrando loro che con l’impegno è possibile realizzare i propri sogni. Questo è esattamente lo spirito che viviamo da Hamilton” mi ha dichiarato l’amico Sylvain Dolla, CEO di Hamilton.

Ad accompagnare Dario Costa in questa straordinaria impresa non poteva mancare un orologio! In questo caso si è trattato dell’Hamilton Khaki X-Wind Day Date della linea Khaki Aviation, celebre per i dettagli ispirati al classico stile aviatore e le funzioni create appositamente per soddisfare le esigenze dei piloti. Ispirandosi alle funzionalità e allo stile da aviatore, Hamilton ha arricchito la linea Khaki X-Wind con una versione Day Date. Il quadrante sportivo è ravvivato da numeri romani di grandi dimensioni con Super-LumiNova® e dalle sfere tipiche dei modelli da pilota, oltre che dal datario a ore 9.

Per chi volesse godersi il filmato (merita!), sotto metto il link: 

https://www.youtube.com/watch?v=ohGtGGkVOx4

 

 

 

 

 

Grand Seiko: nuovo calibro a carica manuale per la Collezione Elegance

 

GRAND SEIKO, COLLEZIONE ELEGANCE, NUOVO CALIBRO A CARICA MANUALE 9S63

Immagine 1 di 7

Grand Seiko introduce grandi novità nella collezione Elegance: la combinazione di una nuova cassa, un nuovo calibro a carica manuale con la lancetta dei piccoli secondi e la lacca Urushi ha reso possibile la creazione di un orologio veramente elegante, pur mantenendo la distintiva estetica giapponese di Grand Seiko. Il calibro 9S63 è un complemento significativo della famiglia dei movimenti Grand Seiko. Sono passati otto anni dall’ultimo calibro meccanico a carica manuale di Grand Seiko. Il calibro 9S63 mostra una lancetta dei piccoli secondi in corrispondenza delle ore nove e un indicatore di riserva di carica a Continua a leggere