Swatch diventa BIORELOADED!

sa02_so28n100_Original

Immagine 1 di 6

 

Swatch è sempre stata al passo coi tempi (anzi, a volte anticipandoli) dalla sua fondazione nel 1983. Oggi vi presento la sua ultimissima (e simpaticissima as usual) innovazione: una collezione di orologi realizzati in materiali di origine naturale. È la prima volta che un produttore di orologi riesce a sostituire tutti i materiali convenzionali con materiali di origine biologica per una produzione in serie. Il risultato è una collezione che riprende l’iconico design dei primi modelli Swatch: la collezione BIORELOADED! L’innovazione è sempre stato il fattore trainante del brand. La collezione “1983” porta avanti questa tradizione con la recente introduzione di due materiali biologici estratti dai semi di ricino. Tutti i componenti naturalmente soddisfano gli elevati requisiti di qualità Swiss Made che Swatch impone ai suoi prodotti. A completare il tutto, anche la nuova confezione definisce un nuovo standard. Realizzato in PaperFoam, il materiale è composto da un’innovativa miscela di amido di patate e tapioca. Ne risulta una confezione prodotta tramite processo di stampaggio a iniezione, completamente biodegradabile e riciclabile insieme ai rifiuti di carta o persino compostabile direttamente a casa propria. La collezione “1983” prende spunto dai primi giorni di Swatch: i sei modelli offrono una reinterpretazione dei primi orologi Swatch e presentano la tipografia personalizzata creata per contraddistinguere la nuova sede della Swatch. Ma vediamo le tappe più significative di Swatch negli anni. Con la sua prima uscita il 1° marzo del 1983 Swatch conquistò in poco tempo un intero settore, lanciando 12 orologi colorati realizzati con sole 51 parti singole, usando materiali moderni, a un prezzo ‘democratico’ seppure di qualità. Nel 1995, il modello Swatch Solar si affidò alla Natura per ottenere la sua energia, e ha potuto farlo in modo completo senza utilizzare le normali batterie. Nello stesso anno Swatch Access non solo indicava l’ora, ma anche la strada verso le montagne, come nuovo tipo di skipass. Conquistò lo spazio un anno dopo, salendo a bordo dello Space Shuttle Columbia al polso di Claude Nicollier. Il leggerissimo Swatch SKIN, poi, ha trasformato la misura del tempo in un’esperienza sensuale nel 1997, con la linea di orologi più sottili del mondo e un peso di soli pochi grammi. Nel 2004, Swatch è stata di nuovo un pioniere dei suoi tempi con il lancio del suo “orologio connesso” Swatch Paparazzi. Grazie a una connessione Internet senza fili, chi lo indossava aveva accesso alla messaggeria istantanea, alle notizie e alle previsioni del tempo in qualsiasi momento. Nel 2013, il SISTEM51 ha mostrato il primo movimento meccanico il cui assemblaggio è totalmente automatizzato, una vera e propria rivoluzione del settore. L’orologio automatico è composto da 51 componenti, proprio come gli orologi Swatch originali, tenuti insieme da una singola vite. Si desidera personalizzare un prodotto di serie? Con il suo programma di personalizzazione Swatch X You, il brand sta scrivendo un capitolo del tutto nuovo nel campo. Per non interrompere il processo di produzione automatizzato, l’orologio viene personalizzato solo dopo che è stato assemblato e solo dopo che è stato inoltrato l’ordine. Arriviamo infine a oggi con il BIORELOADED che vi ho presentato all’inizio dell’articolo.

Janvier68

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *