Patek Philippe e le sue nuove Grandi Complicazioni

Patek Philippe cronografo à rattrapante Ref. 5370

Immagine 2 di 9

 

Patek Philippe ha deciso di introdurre nella collezione corrente la prima Ripetizione Minuti con meccanismo di suoneria visibile lato quadrante, e contemporaneamente ha deciso di rivedere l’estetica di due dei suoi modelli di punta – il cronografo à rattrapante Ref. 5370 e il cronografo con calendario perpetuo Ref. 5270.  Nel 1839, anno di fondazione della maison, uno dei primi segnatempo realizzati dalla manifattura (oggi esposto al Patek Philippe Museum di Ginevra) è una ripetizione dei quarti. Per tutto il XIX secolo, Patek Philippe mantiene viva la propria passione per le Grandi Complicazioni. All’inizio del XX secolo, la manifattura presenta le sue “supercomplicazioni” da tasca, come gli orologi con suoneria e indicazioni astronomiche realizzati per i collezionisti statunitensi James Ward Packard e Henry Graves Junior. Patek Philippe si impegna contemporaneamente a miniaturizzare le Grandi Complicazioni affinché si possano indossare al polso, realizzando in particolare, nel 1925, il primo orologio da polso con calendario perpetuo che si conosca. Negli ultimi decenni del XX secolo, la manifattura eccelle nuovamente presentando due orologi da tasca senza precedenti, il Calibro 89 (33 complicazioni), che rimarrà per oltre venticinque anni l’orologio portatile più complicato del mondo, e lo Star Caliber 2000 (21 complicazioni). L’arte di miniaturizzare trova la sua massima espressione nel lancio, nel 2001, dell’orologio da polso Sky Moon Tourbillon (12 complicazioni), seguito nel 2014 dal Grandmaster Chime, l’orologio da polso Patek Philippe più complicato (20 complicazioni). Queste creazioni seguono due grandi principi. Il primo è di alloggiare il massimo di complessità tecnica nel minimo spessore e nel diametro più ridotto, per limitare il più possibile lo spessore delle casse. Il secondo mira a far sì che ogni complicazione, per quanto possa essere elaborata, si riveli di facile utilizzo per l’utente. I tre nuovi modelli di Grandi Complicazioni che vi presento oggi riflettono questa filosofia. Vediamoli più nel dettaglio.

 

Ripetizione Minuti Tourbillon Ref. 5303R-001

Da quando realizzò il suo primo orologio da tasca con Ripetizione Minuti (1845), Patek Philippe si è imposta come una delle grandi interpreti della musica del tempo: basti pensare allo Sky Moon Tourbillon (dotato di Ripetizione Minuti con timbri “cattedrale”) o al Patek Philippe Grandmaster Chime (con cinque suonerie di cui due prime mondiali brevettate). Mai prima d’ora, però, Patek Philippe aveva presentato una Ripetizione Minuti con meccanismo di suoneria visibile lato quadrante. L’anno scorso la manifattura presentò in prima mondiale, e in concomitanza con la mostra Watch Art Grand Exhibition Singapore 2019, un’edizione limitata a 12 esemplari della Ref. 5303. Oggi, la Ripetizione Minuti Tourbillon Ref. 5303 fa il suo ingresso nella collezione corrente Patek Philippe con un design leggermente rivisitato. Questa nuova Grande Complicazione si distingue per la sua architettura aperta senza quadrante che permette di ammirare, anche con l’orologio al polso, il meccanismo della Ripetizione Minuti all’opera, compresi, per la prima volta, i martelli e i timbri. La trasparenza prosegue a livello del tourbillon, del quale s’intravede la parte posteriore della gabbia attraverso il contatore dei piccoli secondi a ore 6. Un autentico quadro dalla composizione perfetta, dove la lucentezza dei pezzi in acciaio si staglia sulla platina dorata con oro rosa. L’estetica del calibro R TO 27 PS a carica manuale è stata delicatamente rivisitata per esibirne tutta la bellezza, traforando in particolare alcuni pezzi come fosse un movimento scheletrato. L’originalissima cassa in oro rosa si distingue per la lunetta larga, bombata e lucida e per gli inserti in oro bianco con decorazione “a foglia” incisa sui fianchi della carrure e delle anse del bracciale. Il cursore in oro bianco per l’attivazione della Ripetizione Minuti, sul lato sinistro della cassa, esibisce lo stesso motivo. Il giro delle ore si presenta come un anello in cristallo di zaffiro laccato nero con punti di oro rosa spolverato. La vista del movimento lato fondo cassa, attraverso il cristallo di zaffiro, è incorniciata da un “anfiteatro” in oro bianco con decorazione traforata che ricorda quella degli inserti e del cursore.

 

Cronografo à rattrapante Ref. 5370P-011 con quadrante in smalto Grand Feu blu

Il cronografo à rattrapante occupa una posizione di rilievo all’interno delle collezioni di orologi da polso Patek Philippe. La Ref. 5370 è stata presentata nel 2015 con cassa in platino abbinata a un quadrante in smalto nero. Questa Grande Complicazione assume un tocco estremamente contemporaneo con un nuovo quadrante blu che ravviva la tradizione Patek Philippe dei quadranti in smalto Grand Feu. Un’opera d’arte dal colore inalterabile, realizzata a mano su una placca di oro 18 carati, con finitura glacé. Il quadrante vanta una leggibilità ottimale: l’ora e i minuti sono visualizzati con estrema chiarezza grazie alle lancette “a foglia” di forma slanciata e con rivestimento luminescente, e alle cifre stile Breguet in oro bianco applicate. La stessa precisione e la stessa rapidità di lettura caratterizzano anche la misurazione dei tempi brevi, con le sottili lancette centrali del cronografo e rattrapante, la lancetta del contatore 30 minuti istantaneo in oro bianco e le scale stampate in bianco che si stagliano sullo sfondo blu.

Il movimento cronografico di tipo “due tempi”, con due pulsanti per le tre funzioni del cronografo e un pulsante integrato nella corona a ore 3 per la lancetta rattrapante, è un mix di tradizione e innovazione. Il ponte con il passato sta nell’architettura di base con carica manuale, comandi con ruota a colonne e innesto orizzontale con ruote dentate. L’eleganza della cassa in platino lucido, con lunetta concava e fianchi scavati e satinati, è impreziosita da un cinturino in alligatore blu notte brillante dotato di fermaglio déployant in platino. Come tutti gli orologi Patek Philippe in platino, la nuova Ref. 5370P-011 esibisce un piccolo diamante incastonato tra le anse del bracciale a ore 6. Questo modello va a sostituire la versione precedente con quadrante in smalto nero.

 

Cronografo con calendario perpetuo Ref. 5270J-001

Erede di un grande classico Patek Philippe presentato nel 1941, il cronografo con calendario perpetuo Ref. 5270 è proposto dal 2018 in una versione in platino, con quadrante opalino dorato, e in una versione in oro rosa con bracciale in oro in stile “Goutte”. La manifattura arricchisce la collezione corrente con una nuova interpretazione dotata, per la prima volta, di cassa in oro giallo. Il quadrante opalino argenté, con indici “a bastone” applicati e lancette “a foglia” in oro giallo, si distingue per la sua grande leggibilità. Le indicazioni del calendario perpetuo sono estremamente leggibili ed equilibrate, con data a lancetta a ore 6 e doppia finestrella del giorno della settimana e del mese a ore 12, completate da due piccole finestrelle tonde per l’indicazione giorno/notte e il ciclo degli anni bisestili e da una finestrella per le fasi lunari. Le indicazioni del cronografo risaltano con le loro lancette sabbiate. La scala tachimetrica permette, abbinata al cronografo, di misurare la velocità oraria. Il calibro CH 29-535 PS Q, il primo movimento cronografico con calendario perpetuo interamente sviluppato e realizzato da Patek Philippe (2011), è caratterizzato dalla sua architettura tradizionale (innesto orizzontale, ruota a colonne e carica manuale), abbinata a sei innovazioni brevettate legate al cronografo, e dal suo meccanismo di calendario straordinariamente piatto (1,65 mm per 182 componenti). Il movimento è visibile attraverso il fondo cassa in cristallo di zaffiro trasparente. Inoltre, unitamente all’orologio, è consegnato un fondo cassa pieno intercambiabile in oro giallo. L’orologio è abbinato ad un cinturino in alligatore a squama quadrata, cucito a mano, color bruno cioccolato opaco, con fermaglio déployante in oro giallo. Questo segnatempo va ad aggiungersi alle precedenti versioni in platino e in oro rosa.

Janvier68

Ripetizione Minuti Tourbillon Ref. 5303R-001

Movimento: Calibro R TO 27 PS

Movimento meccanico a carica manuale con Ripetizione Minuti, tourbillon e piccoli secondi

Diametro: 31,6 mm

Spessore: 8,35 mm

Numero di componenti: 356

Numero di rubini: 29

Riserva di carica: Min. 40 ore, max. 48 ore

Frequenza: 21.600 alternanze l’ora (3 Hz)

Bilanciere: Gyromax®

Spirale: Breguet

Pitone: Mobile

Funzioni della corona: Corona a due posizioni:

– contro la cassa: carica del movimento

– estratta: messa all’ora

Indicazioni: Ora e minuti dal centro

Piccoli secondi a ore 6

Innesco della Ripetizione Minuti: Cursore nel fianco sinistro della cassa

Segno distintivo: Sigillo Patek Philippe

Cassa: Oro rosa 18 carati 5N con applique in oro bianco 18 carati

Fondo cassa in cristallo di zaffiro

Cassa non impermeabile, protetta contro l’umidità e la polvere.

Dimensioni della cassa: Diametro: 42 mm

Spessore: 12,13 mm

Spazio tra le anse: 20 mm

Quadrante: Giro delle ore in zaffiro laccato nero con minuteria decalcata in bianco e punti di oro rosa spolverato

Lancette dell’ora e dei minuti “a foglia” traforate in oro bianco 18 carati laccato nero

Lancetta dei piccoli secondi “a foglia” in oro rosa 18 carati

Cinturino: Alligatore a grandi squame cucito a mano, nero lucido, con fermaglio déployant in oro rosa 18 carati 5N

 

Cronografo à rattrapante Ref. 5370P-011

Movimento: Calibro CHR 29-535 PS

Movimento meccanico a carica manuale, cronografo à rattrapante con due ruote a colonna, innesto a ruote (orizzontale) e contatore 30 minuti istantaneo, lancette del cronografo e rattrapante al centro, piccoli secondi.

Diametro: 29,6 mm

Spessore: 7,1 mm

Numero di componenti: 312

Numero di rubini: 34

Riserva di carica: Min. 65 ore con cronografo fermo

Bilanciere: Gyromax®

Frequenza: 28.800 alternanze l’ora (4 Hz)

Spirale: Breguet

Pitone: Mobile

Funzioni della corona: Corona a due posizioni:

– contro la cassa: carica del movimento

– estratta: messa all’ora

Indicazioni: Lancette dell’ora e dei minuti al centro

Lancette del cronografo e rattrapante al centro

Contatore 30 minuti a ore 3

Piccoli secondi a ore 9

Pulsanti: Avvio e arresto del cronografo a ore 2

Azzeramento del cronografo a ore 4

Avvio e arresto della lancetta rattrapante a ore 3 (pulsante integrato nella corona)

Segno distintivo: Sigillo Patek Philippe

Brevetti: Profilo dei denti ottimizzato (N° EP 1437633)

Migliore regolazione della penetrazione degli ingranaggi (N° EP 1947531)

Migliore sincronizzazione innesto-freno (N° MPM/DF/15484 CH)

Traforo della camma del contatore dei minuti (N° MPM/DF/15483 CH)

Martelli di azzeramento autoregolanti (N° MPM/DF/15482 CH)

Rotazione dei martelli “tra pietre” (N° MPM/DF/15481 CH)

Cassa: Platino 950

Fondo cassa in cristallo di zaffiro e fondo cassa massiccio in platino, intercambiabili

Diamante Top Wesselton Pur tra le anse a ore 6

Impermeabile fino a 30 metri (3 bar)

Dimensioni della cassa: Diametro: 41 mm

Spessore: 13,56 mm

Spazio tra le anse: 22 mm

Quadrante: Oro bianco con smalto Grand Feu bleu impreziosito da una finitura glacé

Cifre stile Breguet in oro bianco 18 carati applicate

Scala tachimetrica e contatori decalcati in bianco

Lancette dell’ora e dei minuti “a foglia” in oro bianco 18 carati con rivestimento luminescente

Lancetta dei piccoli secondi “a foglia” in oro bianco 18 carati

Lancette del cronografo e rattrapante in acciaio sabbiato e rodiato

Lancetta del contatore 30 minuti “a foglia” in oro bianco 18 carati

Cinturino: Alligatore grandi squame quadrate, cucito a mano, blu notte lucido, con fermaglio déployant in platino 950

 

Cronografo con calendario perpetuo Ref. 5270J-001

Movimento: Calibro CH 29-535 PS Q

Movimento meccanico a carica manuale, cronografo con ruota a colonne, lancetta del cronografo, contatore 30 minuti istantaneo e piccoli secondi. Calendario perpetuo con giorno della settimana, mese, anno bisestile e indicazione giorno/notte a finestrella e data a lancetta. Fasi lunari.

Diametro: 32 mm

Spessore: 7 mm (meccanismo di calendario perpetuo 1,65 mm)

Numero di componenti: 456 (di cui 182 per il meccanismo di calendario perpetuo)

Numero di rubini: 33

Riserva di carica: Min. 55 ore – max. 65 ore con cronografo fermo

Bilanciere: Gyromax®

Frequenza: 28.800 alternanze l’ora (4 Hz)

Spirale: Breguet

Pitone: Mobile

Funzioni della corona: Corona a due posizioni:

– contro la cassa: carica del movimento

– estratta: messa all’ora e arresto dei secondi

Indicazioni: Lancette dell’ora e dei minuti al centro

Lancetta del cronografo (lancetta dei secondi) al centro

Quadranti ausiliari:

– contatore 30 minuti tra ore 3 e ore 4

– piccoli secondi tra ore 8 e ore 9

– data a ore 6

Finestrelle:

– giorno della settimana e mese a ore 12 in linea

– fasi lunari a ore 6

– indicazione giorno/notte tra ore 7 e ore 8

– anno bisestile tra ore 4 e ore 5

Correttori: – correzione del giorno della settimana tra ore 10 e ore 11

– correzione del mese tra ore 12 e ore 1

– correzione delle fasi lunari tra ore 6 e ore 7

– correzione della data tra ore 11 e ore 12

Consegnato con uno stilo correttore in ebano con inserti in oro giallo 18 ct

Pulsanti: – avvio e arresto del cronografo a ore 2

– azzeramento del cronografo a ore 4

Segno distintivo: Sigillo Patek Philippe

Brevetti: Profilo dei denti ottimizzato (N° EP 1437633)

Migliore regolazione della penetrazione degli ingranaggi (N° EP 1947531)

Migliore sincronizzazione innesto-freno (N° MPM/DF/15484 CH)

Traforo della camma del contatore dei minuti (N° MPM/DF/15483 CH)

Martelli di azzeramento autoregolanti (N° MPM/DF/15482 CH)

Rotazione dei martelli “tra pietre” (N° MPM/DF/15481 CH)

Cassa: Oro giallo 18 ct

Fondo cassa in cristallo di zaffiro e fondo cassa pieno in oro giallo 18 ct, intercambiabili

Impermeabile fino a 30 metri

Dimensioni della cassa: Diametro: 41 mm

Spessore: 12,4 mm

Spazio tra le anse: 21 mm

Quadrante: Opalino argenté

Dodici indici applicati “a bastone” in oro giallo 18 ct

Lancette dell’ora e dei minuti “a foglia” in oro giallo 18 ct

Lancetta del cronografo di tipo “a freccia” con contrappesi in Pfinodal dorato con oro giallo e sabbiato

Quadranti ausiliari decentrati con motivo azzurrato:

– lancetta dei piccoli secondi “a bastone” in oro giallo 18 ct

– lancetta del contatore 30 minuti “a bastone” in oro giallo 18 ct sabbiato

– lancetta della data “a bastone” in oro giallo 18 ct

Cinturino: Alligatore a squame quadrate, cucito a mano, bruno cioccolato opaco, con fermaglio déployant in oro giallo 18 carati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *