Prova al Polso RdB M24

RdB M24

La prima volta che mi hanno parlato di questo orologio realizzato da un bullone sono rimasto un poco perplesso. Non capivo come ne potesse uscire un orologio interessante o di bell’aspetto. Come sapete però, se una casa mi chiede di fare una prova, la faccio a prescindere dal mio gusto personale.
Ed in questo caso devo dire che il mio gusto è un po’ più classico e poco apprezzo gli orologi di forma o troppo particolari. E in RdB il bullone ha davvero una parte predominante. Le anse sembrano quasi incollate su di esso e fanno una strana impressione. Nella scatola (carino il fatto che abbia dei magneti che la tengono assieme) a corredo dell’orologio vi è anche il bullone da cui si parte per la costruzione della cassa stessa e la trovo una cosa carina perché fa immaginare il grosso lavoro che deve esserci per la trasformazione.
L’orologio ha una dimensione contenuta. La cassa, esclusa la corona, è di 36 mm ed è composta da 8 pezzi. Le anse lo allungano un po ed infatti da ansa ad ansa è 50 mm e su un polso piccolo come il mio siamo quasi al limite. Tutto sommato però al polso si appoggia bene e veste bene anche un polso piccolo. Certamente in maniera più abbondante di un classico 36 mm. Il quadrante del modello da me provato è ben realizzato e di un bel blu. Sfere ed indici hanno delle belle forme. Il quadrante, con un diametro di 26 mm., è un po’ piccolino per i miei gusti. L’impermeabilità (critica su una cassa composta da 8 pezzi) e’ di 5 ATM.

L’orologio della prova era corredato da un cinturino in pelle rossa con impunture blu ben realizzato e della giusta morbidezza. La fibbia secondo me è troppo semplice e con poco carattere se paragonata alla particolarità dell’orologio.
Ho portato l’orologio per una decina di giorni e devo dire che, alla fine, mi ero quasi abituato a questa forma cosi particolare anche se un po’ meno al quadrante piccolo. Forse, causa età, tendo a preferire quadranti più grandi e leggibili.
L’orologio desta comunque curiosità fra chi lo vede. E’ qualcosa che, al di la dei gusti particolari, è diverso e quindi fuori dal coro. Mi ricorda un po’ degli orologi degli anni 80 ricavati da un sasso o dal legno. I miei amici sono tutti rimasti incuriositi e lo hanno voluto vedere e provare. le razioni sono state un po’ contrastanti fra i classicisti che non amano queste “esperienze” e quelli che invece amano scoprire nuove idee.
Il movimento e’ un ETA 2671, 25 rubini. Per essere utilizzato viene modificata la tige ed il datario viene rimosso. Durante la prova ho notato che ricaricare manualmente l’orologio è un poco faticoso. Potrebbe però essere dovuto al fatto che il mio era un prototipo.
Il prezzo di listino suggerito per un M24 acciaio e’ di 1.390 euro tasse incluse.
Esiste anche una versione da 41mm e si chiama M27. Buon Natale a tutti!

2 risposte a “Prova al Polso RdB M24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *