Porsche Design MONOBLOC ACTUATOR, cronografo in titanio

Porsche Design MONOBLOC ACTUATOR

 

Fondata dal Professor Ferdinand Alexander Porsche nel 1972, Porsche Design ha sempre tratto il suo spirito inventivo da numerose fonti, prima di tutto la propria competenza nel mondo dei motori sportivi. L’obiettivo è quello di creare prodotti tecnicamente ispirati, ma al di fuori del mondo automobilistico, con gli stessi elevati standard di estetica e funzionalità che contraddistinguono le automobili Porsche dal 1948. Ispirandosi alla funzionalità del controllo meccanico delle valvole High Performance della nuova Porsche 911 RSR, gli ingegneri Porsche Design Timepieces hanno inventato un “interruttore” integrato alla cassa dell’orologio che controlla il funzionamento del cronografo.

L’inizio di questa storia di successo coincide con il primo orologio presentato dal brand, il Cronografo I del 1972. Fin dalla sua invenzione nel XIX° secolo, il cronografo è stato considerato come la più importante complicazione nell’orologeria di tradizione. E con questo modello Porsche Design anticipò un trend che è diventato una caratteristica essenziale nel mondo degli orologi: il colore nero. Come è vero per tutti i prodotti del brand, il design è il risultato di un approfondito riesame della funzione, che, in questo caso, è la leggibilità ottimale del quadrante. La soluzione è stata presa dal cruscotto delle auto sportive di casa. Per ridurre i riflessi, che interferivano con la leggibilità degli strumenti, per assicurare il massimo contrasto e per garantire una lettura immediata, i quadranti degli strumenti e il cruscotto erano di colore nero opaco, con gli indicatori bianchi nitidamente visibili. Porsche Design ha trasferito con successo questa combinazione imbattibile sul quadrante e sulla cassa del suo orologio per eliminare totalmente i riflessi. Un volto nero con indicazioni e lancette bianche sotto un vetro zaffiro resistente ai graffi che facilita la lettura istantanea.

L’innovazione successiva di Porsche Design è stata il debutto del primo cronografo tutto in titanio nel 1980, il Titanium Chronograph. Anche in questo caso, l’universo sportivo è stato la madre di questa idea. Estremamente duro e resistente, ma più leggero rispetto all’acciaio inossidabile, il titanio è stato utilizzato da Porsche nella costruzione di motori per auto da corsa, in quanto è un materiale anti corrosivo che soddisfa tutti i requisiti tecnici degli ingegneri per la resilienza, la resistenza e la durata, insieme alla straordinaria leggerezza. Grazie a queste specifiche combinate con le caratteristiche antiallergiche del titanio (un aspetto essenziale nel mondo degli orologi), questo modello, ancora una volta, riaffermò la forza innovativa dell’azienda.

Dopo il Cronografo I e il Cronografo in titanio, Porsche Design ha presentato al Salone di Basilea un’altra innovazione: il MONOBLOC ACTUATOR. Il concetto di questo modello per controllare il meccanismo del cronografo non è solo all’avanguardia ma anche futuristico. Ogni innovazione inizia con un concetto. In questo caso l’idea è stata concepita molti anni prima del lancio del prodotto. Nel 2013, gli specialisti di Porsche Design Timepieces hanno iniziato uno studio del funzionamento convenzionale del cronografo. Hanno messo in discussione l’approccio tradizionale che coinvolge due pulsanti situati sul fianco della cassa sopra e sotto la corona. Questa posizione molto esposta è una debolezza perché li rende vulnerabili a urti e ad altre influenze esterne. Questo è il motivo per cui il Titanium Chronograph dal 1980 aveva già integrato i pulsanti rendendoli a filo con la cassa. Con questo approccio in mente, i membri del team si sono chiesti: sarebbe possibile far sparire completamente i pulsanti? In analogia con i motori delle auto da corsa, il minimalismo è anche un principio vincente per gli orologi: perché un componente che non è presente non può rompersi. Così è iniziato il nuovo progetto. Il principio fu la fase di progettazione, in cui la funzionalità fondamentale di un nuovo controllo del cronografo necessitava di armonizzarsi con gli altri requisiti di un orologio da polso di alta qualità, per il comfort, la facilità d’uso, la leggibilità e l’impermeabilità. I progettisti hanno perseguito un approccio che prevedeva un interruttore completamente integrato nella cassa, che assicurasse un controllo preciso delle funzioni del cronografo.

Ispirato al concetto High Performance, tema dominante del motore della nuova Porsche 911 RSR, Porsche Design ha trasferito il principio tecnico di controllo delle valvole del motore attraverso un bilanciere ad un sistema di controllo innovativo per le funzioni del cronografo MONOBLOC ACTUATOR. Al posto dei due pulsanti tradizionali, le funzioni del cronometro nel modello MONOBLOC ACTUATOR sono gestite da un singolo elemento che, incernierato alla corona, bascula per attivare o rimettere a zero il cronografo. Questa sorta di bilanciere è integrato nel lato destro della cassa. Simile al principio di trasmissione che coinvolge l’albero a camme, il bilanciere e la valvola nel motore di un’automobile, l’interruttore del cronografo oscilla verso il centro del movimento dell’orologio. Grazie alle ristrette tolleranze accertate nella costruzione, la pressione di controllo è trasferita da punterie speciali, analogamente al principio costruttivo utilizzato per le punterie di un motore. Isolanti ad alte prestazioni, appositamente realizzati per queste punterie, assicurano un perfetto isolamento verso l’interno del movimento. Questa funzione isolante è garantita per tutte le operazioni del cronografo. Le punterie sono direttamente in contatto con il movimento meccanico in modo che le funzioni del cronografo siano controllate con la massima precisione. Uno speciale sistema di cerniera sostiene invece la bascula e assicura che questo componente ruoti in modo preciso. Ogni volta che viene attivato, questa sorta di bilanciere scende all’interno della cassa dell’orologio e oscilla sotto il vetro zaffiro, con protezione antiriflesso. Uno speciale sistema composto da molle e cuscinetti a sfera in ceramica, assicura che le punterie e il bilanciere ritornino, anche dopo un lungo di utilizzo, nella loro posizione iniziale.

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *