Patek Philippe Aquanaut: vent’anni di orologi sportivi

Patek Philippe Aquanaut Ref. 5168G

 

Dopo il 40° anniversario dell’iconico Nautilus nel 2016, Patek Philippe celebra quest’anno un’altra importante ricorrenza: i 20 anni della collezione Aquanaut, presentata al Salone dell’orologeria di Basilea nel 1997. Con il nuovo Aquanaut Ref. 5168G, un orologio da polso da uomo in oro bianco 18 carati, Patek dimostra quanto il prezioso metallo si accordi perfettamente allo spirito sportivo e all’impermeabilità fino a 120 metri. La nuova Ref. 5168G è il primo Aquanaut da uomo in oro bianco 18 carati. L’orologio mantiene lo stesso design degli altri Aquanaut (e dei Nautilus), con la lunetta ottagonale dagli angoli smussati, impreziosita dalle finiture satinate verticali sulla parte superiore e lucide sui fianchi bisellati. Questo modello, però, con i suoi 42 millimetri di diametro, è il più grande fra gli Aquanaut. Continua a leggere

Breitling Superocean Héritage II

Breitling Superocean Héritage II

 

Breitling ha ridisegnato la sua linea Superocean Héritage, che rivela un volto nuovo ma sempre originale, per questa collezione che quest’anno celebra 60 anni di storia. L’orologio subacqueo professionale Superocean venne lanciato appunto nel 1957. Breitling ha conservato sempre tutto lo spirito del modello originale attraverso una linea chiamata Superocean Héritage dal design unico e senza tempo, associato a una tecnologia avanzata.

Per sottolineare il 60° anniversario di questo pioniere dei grandi spazi, Breitling ne ha rivitalizzato l’emblematico design senza rinunciare al suo carattere specifico. Novità principale: una nuova lunetta d’acciaio con anello in ceramica high-tech ultradura, inscalfibile e molto resistente agli urti. Con l’eliminazione dell’anello metallico che circondava la minuteria, la nuova lunetta sembra fare tutt’uno con il quadrante dal colore assortito, ornato dal logo Superocean originale. Continua a leggere

GaGà Milano e Wonder Woman: i supereroi al polso!

GaGà Milano Wonder Woman Anniversary

Proseguiamo con le novità viste a Basilea settimana scorsa. In questo caso non si tratta solo di un nuovo orologio, ma anche dell’inizio di una nuova, divertente collaborazione. GaGà Milano, infatti, in collaborazione con Warner Bros Consumer Products, festeggia il 75mo anniversario di Wonder Woman, alla vigilia dell’uscita del film diretto da Patty Jenkins e dedicato alla celebre eroina. Ben 75 anni fa William Moulton Marston creò il mito di Wonder Woman, l’amazzone guerriera più famosa dell’editoria a fumetti. Considerata un’icona insieme a Batman e Superman, Wonder Woman ha capovolto il senso comune dell’epoca, dominato da fumetti completamente incentrati sui personaggi maschili.

Per il suo anniversario, GaGà Milano dedica alla supereroina dei fumetti un orologio “anniversary”, in edizione limitata di 175 esemplari. Animato da un movimento al quarzo Swiss Made, il Manuale 40MM Wonder Woman 75th Anniversary, è realizzato con cassa placcata oro rosa. Continua a leggere

Octo Finissimo Automatico: terzo record del mondo per Bulgari

Bulgari Octo Finissimo Automatico

 

Oggi vi presento un orologio che ho appena ammirato qui a Basilea. Ammirato è riduttivo: è, forse, l’orologio che più mi ha colpito di questo Salone. Sto parlando del Bulgari  Octo Finissimo Automatico, oggi l’orologio ultrapiatto a carica automatica più sottile disponibile sul mercato (terzo record del mondo consecutivo). Dopo l’introduzione del Tourbillon nel 2014 e del Ripetizione Minuti nel 2016, la Maison ha presentato la sua nuova creazione con uno spessore complessivo di soli 5,15 millimetri, mentre il suo movimento a carica automatica non supera i 2,23 millimetri di spessore per un diametro di 40 millimetri. L’estrema sottigliezza è una complicazione orologiera molto particolare. Non basta snellire o miniaturizzare gli elementi esistenti; ogni elemento – anche il più piccolo – deve essere concepito e progettato fin dall’inizio in modo da contribuire allo sviluppo complesso di questo orologio eccezionale. Quindi, non solo le parti del movimento meccanico a carica automatica, ma anche gli elementi che compongono la cassa e il quadrante. Al fine di garantire la leggibilità e l’effetto di contrasto, le lancette e gli indici sono rivestiti con un trattamento PVD nero, creando un bellissimo contrasto con la cassa in titanio.

Da segnalare che la manifattura Bulgari ha sviluppato un nuovo movimento per l’Octo Finissimo Automatico: il Calibro BVL 138. Continua a leggere

Bell & Ross BR-RS17: prima novità di Baselworld

Bell&Ross BR-X1 RS17

 

La Maison orologiera Bell & Ross scandisce l’ora per i piloti dei caccia sin dalla sua fondazione nel 1994. Negli anni il brand è diventato un punto di riferimento imprescindibile per gli orologi d’aviazione. Nel febbraio 2016 Bell & Ross, sempre alla ricerca di nuovi mondi da esplorare, entra nel mondo esclusivo della Formula 1, diventando partner ufficiale della scuderia Renault Sport Formula One Team. La collaborazione con il team francese di F1 ha dato vita ad una prima collezione di orologi chiamata BR-X1 RS16 in omaggio alla vettura presentata lo scorso anno. Per il 2017, Bell & Ross ha rafforzato ulteriormente la sua partnership presentando una serie di tre nuovi orologi ad alte prestazioni ispirati al volante della nuova F1 Renault, la RS17. Il design e lo schema colori di questi orologi high-tech consentono una lettura rapida e precisa dell’ora. Il principio ricorda quello di un volante di F1 sul quale le informazioni hanno tutte un colore diverso. In questo modo il pilota può integrarle immediatamente e senza il rischio di sbagliare. I materiali utilizzati, Carbone Forgé®, titanio o ceramica, sono identici a quelli che costituiscono la scocca delle monoposto da Gran Premio. La serie è costituita esclusivamente da modelli cronografo. Il primo modello, il BR03 RS17, ho avuto modo di presentarvelo qualche settimana fa, in occasione del lancio della nuova vettura R.S.17 Renault Sport Formula One Team. Oggi, primo giorno di Baselworld, Bell & Ross mi ha concesso di presentarvi in esclusiva questo secondo orologio, il BR-X1 RS17. Questo modello si presenta come una variante estrema del BR 03, orologio iconico della maison orologiera Bell & Ross. Continua a leggere

Eberhard e Baselworld: intervistiamo Mario Peserico

Eberhard Chrono 4

 

Oggi pomeriggio apre Baselworld, il più importante salone di tendenza dell’industria mondiale dell’orologeria e della gioielleria. Come ogni anno sarò presente. Nell’attesa di proporvi le numerosissime novità, ho intervistato Mario Peserico che, oltre ad essere un caro amico, è amministratore delegato di Eberhard Italia e Direttore Generale di Eberhard & Co. per chiedergli, tra l’altro, cosa presenteranno in questi giorni al salone.

 

Iniziamo chiedendoti qualcosa su di te e sul tuo background…

Ho compiuto da poco 50 anni e da 25 lavoro in Eberhard. Prima ho fatto un’esperienza televisiva legata al periodo in cui frequentavo l’università e dopo una breve esperienza nel largo consumo. Metà della mia vita, perciò, l’ho passata in Eberhard.

 

Veniamo a Eberhard. Raccontaci com’è nata…

Eberhard nacque nel 1887 ed ha avuto una storia un po’ diversa dalle altre aziende; infatti è rimasta della famiglia Eberhard fino al 1969 per poi passare ad alcuni investitori tra i quali la famiglia Monti (Barbara Monti ne è il Presidente). Sono rimaste, in questa Manifattura, le caratteristiche di autonomia e indipendenza in un mercato sempre più competitivo.

 

Quali sono le cose più significative che ha fatto nel recente passato Eberhard?

Dagli Anni ’90 Eberhard ha virato la sua produzione intuendo i cambiamenti di gusto del consumatore finale, che da metà di quegli anni ha modificato l’utilizzo e il significato dell’orologio. Continua a leggere

Montblanc Summit Collection: l’alta orologeria nell’era digitale

Montblanc Summit Collection

 

Sin dalla sua fondazione nel 1906, lo spirito pionieristico di Montblanc ha sempre spinto la Maison a esplorare nuovi territori. Era così 110 anni fa con le stilografiche ed è così anche oggi con il recente lancio di Augmented Paper, l’ultima rivoluzione della scrittura tradizionale che vi ho presentato qualche mese fa. Quest’anno Montblanc continua a innovare con il lancio del suo primo smartwatch, il Montblanc Summit, che coniuga l’alta orologeria con l’Android Wear™ 2.0 – l’ultimo sistema operativo di Google per smartwatch. Per dare la sensazione di indossare al polso un vero orologio, per la prima volta al mondo il display è coperto da un vetro zaffiro leggermente bombato.

Le prestazioni del processore consentono agli utenti di Montblanc Summit di disporre di un’interfaccia utente fluida e molto reattiva, di passare da un’applicazione all’altra senza soluzione di continuità, di personalizzare il look and feel attraverso una serie di app e quadranti virtuali e di godersi la potenza di Google Assistant e di Google Play Music in movimento. Nel creare il design di Montblanc Summit la Maison ha voluto imprimere un originale tocco vintage a questa nuova collezione unendo casse in acciaio pregiato e titanio a cinturini contemporanei che danno la sensazione di indossare un orologio meccanico.  Continua a leggere

TAG Heuer Connected Modular 45 Il primo connected watch di lusso Swiss Made

TAG Heuer Connected Modular 45

 

Oggi vi lascio alla lettura della recensione di un nuovo orologio di TAG Heuer veramente interessante, nato a seguito dell’incredibile successo riscosso dal suo predecessore, il TAG Heuer Connected Modular 45. E’ un nuovo concetto totalmente nuovo nel settore dei connected watch: il modulo connesso è intercambiabile con un modulo meccanico di Alta Orologeria – a 3 lancette o Cronografo Tourbillon certificato COSC – e offre un’ampia scelta di materiali, colori e abbinamenti: il concetto di modularità si applica anche ad anse, cinturino e fibbia. Un orologio di lusso completamente personalizzabile a seconda dell’umore! Si tratta di un autentico orologio di lusso svizzero progettato in collaborazione con Intel: impermeabile fino a 50 metri, dotato di GPS, sensore NFC per i pagamenti, schermo ad alta definizione AMOLED, un’ampia scelta di quadranti TAG Heuer personalizzabili all’infinito. Android Wear 2.0 di Google e la nuova app TAG Heuer Companion migliorano l’esperienza software e mantengono connessi con le persone e le informazioni che interessano di più. Nessun compromesso sul design per la realizzazione di questo orologio. Sono stati utilizzati solo materiali di alta qualità, come titanio, ceramica, oro rosa, con una minuziosa attenzione ai dettagli.

TAG Heuer ha presentato la seconda generazione del suo connected watch, insieme ai suoi partner Intel e Google, con annunci simultanei in Svizzera, a Brunnen e in California, a san Francisco. In Svizzera, la conferenza stampa, che si è svolta nei pressi del simbolico Rütli, nel cuore della Svizzera, è stata condotta da Jean-Claude Biver, CEO di TAG Heuer & Presidente della Divisione Orologi del Gruppo LVMH, affiancato da Josh Walden, Vice Presidente senior e Direttore generale del New Technology Group di Intel, e David Singleton, Vice Presidente di Android Engineering in Google. Perché scegliere Brunnen, con vista sul Rütli, nel cuore della Svizzera, come luogo simbolo in cui presentare l’orologio? Rütli in tedesco significa “Praticello“. È la culla della Svizzera ed è considerato monumento nazionale. Nel 1291, in questa radura sopra il Lago di Lucerna, i rappresentanti dei primi cantoni hanno pronunciato il giuramento di Rütli per siglare la loro alleanza. Nel tempo, Rütli è diventato un “santuario nazionale”. Ogni anno, il 1° agosto, la Svizzera celebra qui la sua festa nazionale ufficiale. Radunando qui i suoi partner della Silicon Valley e la stampa mondiale, Jean-Claude Biver ha voluto sottolineare questo profondo legame con gli autentici valori svizzeri.

Ma qual è l’essenza del TAG Heuer Connected Modular 45?  Il TAG Heuer Connected Modular 45 è stato progettato secondo la più pura tradizione orologiera svizzera. Si tratta di un orologio di lusso svizzero che si avvale di 150 anni di competenza e tradizione svizzera coltivata da TAG Heuer, un’azienda orologiera con sede a La Chaux-de-Fonds, culla dell’orologeria svizzera (e sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO). Continua a leggere

Piaget e la Festa del Papà: un regalo perfetto per tutti i papà

Piaget Polo S Chronograph

 

Anche se non indossano un mantello, non sono capaci di volare e non hanno la vista a raggi X, i papà sono sempre i papà. E il giorno della loro festa (19 marzo, San Giuseppe) è il momento giusto per dimostrargli quanto siano speciali con un regalo degno proprio di un super-eroe! Piaget ha voluto selezionare una serie di segnatempo maschili ed eleganti adatti a tutti gli stili, sia che si tratti di un papà dandy, di un papà avant-garde o di un papà game changer. Ve li descrivo.

 

Il papà dandy: Piaget Altiplano 60th Anniversary

Il leggendario orologio Piaget Altiplano è un regalo perfetto per i papà che apprezzano uno stile maschile abbinato ad un design classico. Con la purezza del suo quadrante, questo capolavoro ultra-piatto è rappresentazione di uno stile scevro da tutto ciò che è superfluo. In occasione del 60° anniversario di questo distintivo modello Piaget sono state prodotte delle varianti in blu, grigio e verde che fanno di questo segnatempo la scelta ideale per un papà dandy che apprezza l’eleganza classica con uno stile inedito.

 

l papà game changer: Piaget Polo S

Un papà che indossa il nuovo Piaget Polo S è attrezzato per affrontare qualsiasi avventura. Questo segnatempo in acciaio inossidabile, un’icona recentemente re-immaginata per coloro che sfidano costantemente le convenzioni, è il compagno ideale di quei papà game changer sempre pronti a riscrivere le regole. Continua a leggere

Longines Conquest V.H.P.: un nuovo successo al quarzo

Longines Conquest V.H.P.

 

Nel 1954, Longines sviluppa un primo orologio al quarzo che inaugura una lunga serie di record di precisione presso l’Osservatorio di Neuchâtel. Questo orologio sarà inserito nel celebre Chronocinégines, uno strumento pionieristico nella storia del cronometraggio che fornisce ai giudici un filmato comprendente una serie di istantanee al 1/100 di secondo, per permettere loro di seguire il movimento degli atleti fino al momento in cui questi tagliano il traguardo. Tutto questo porta Longines a presentare, nel 1969, l’Ultra-Quartz, il primo orologio da polso al quarzo progettato per essere producibile in serie. Il 1984 è un anno chiave per Longines nell’ambito dei progressi tecnologici con il calibro al quarzo inserito nel Conquest V.H.P. che ottiene a quei tempi il record di precisione. Sulla scia di questi successi storici, Longines ha presentato a Neuchatel, in Svizzera, il nuovo Conquest V.H.P., dotato di un movimento sviluppato in esclusiva dalla manifattura ETA. Continua a leggere