Zenith Heritage Cronometro Tipo CP-2

Zenith Heritage Cronometro Tipo CP-2

 

La storia della Manifattura Zenith è ricca di inestimabili tesori, modelli leggendari che hanno plasmato la storia dell’orologeria. A partire dall’inizio degli anni sessanta, le forze armate italiane hanno scelto Zenith per i piloti della marina e dell’aeronautica. Il distributore romano “A. Cairelli” ha gestito la consegna, alla Marina Militare e all’Aeronautica Militare Italiana, di 2.500 cronografi, ancora indossati dai piloti dei Lockheed F104 Starfighter alla fine degli anni settanta. Il cronografo militare, nome in codice TIPO CP-2, nella versione iniziale presentava 2 contatori e il suo diametro di 43 mm garantiva il livello di leggibilità necessario ai piloti. Il Calibro Zenith DP 146, che alimentava questo strumento di volo, era garanzia di affidabilità, un fattore determinante per la precisione delle missioni in cui veniva utilizzato. Il cronografo Zenith, un utilissimo strumento di supporto a integrazione degli strumenti di bordo installati nella cabina di pilotaggio, lasciava raramente il polso dei piloti anche quando non erano in missione, a testimonianza del profondo legame tra l’orologio e chi lo indossava. L’Heritage Cronometro TIPO CP-2 era universalmente apprezzato a ulteriore dimostrazione della competenza Zenith nella misura del tempo. A partire dall’inizio del XX secolo, gli eserciti di diversi paesi si sono affidati a Zenith per dotare le proprie forze armate di modelli che soddisfacessero le loro severe specifiche tecniche in termini di affidabilità, indicazioni, leggibilità e resistenza in qualsiasi situazione. In considerazione dell’instancabile entusiasmo degli appassionati per questo modello eccezionale, la Manifattura Zenith presenta una nuova serie limitata di 1000 esemplari di questo storico cronografo. Questa volta, dotato del movimento più iconico in assoluto: il famoso Zenith El Primero, un’altra pietra miliare che batte al ritmo di 36.000 alternanze/ora. Questa nuova versione del cronografo, che ripropone in tutto e per tutto lo spirito e le caratteristiche del suo predecessore, offre in più la comodità della carica automatica con una riserva di carica di 50 ore. La sua presenza al polso ne conferma il DNA militare e la sua perfetta ingegnosità lo rende un modello che sfida le mode e il tempo. Non manca niente alla sua straordinaria gamma di atout. Le lancette, disegnate per garantire una perfetta leggibilità anche nelle condizioni più difficili; la lunetta che consente una manipolazione affidabile e precisa; i pulsanti reattivi e facilmente accessibili, tutto testimonia il rispetto rigoroso delle drastiche specifiche tecniche imposte dalle forze armate. Alla fine degli anni cinquanta, le forze armate italiane hanno deciso di rinnovare i cronografi Tipo CP1 che erano l’equipaggiamento standard dei piloti dell’Aeronautica Militare Italiana e della Marina Militare. Le specifiche tecniche richiedevano un modello dalla perfetta leggibilità; una cassa da 43 mm che potesse essere indossata sopra le tute di volo dei piloti; accesso immediato e sicuro a pulsanti e lunetta; e, naturalmente, l’affidabilità dei cronometri più precisi.

Il calibro Zenith 146 DP a carica manuale era uno dei movimenti più noti e affidabili disponibili a quell’epoca. Il cronografo, chiamato TIPO CP-2 dalle Forze Armate italiane, fu fornito da A. Cairelli, il distributore romano della Manifattura. Indossati dai piloti del famoso Lockheed F104 Starfighter, questi orologi divennero una importante estensione degli strumenti di bordo presenti nella cabina di pilotaggio. I piloti ci si affezionarono al punto da indossarli sempre, anche quando non erano in servizio. La Manifattura fornì al distributore italiano 2.500 pezzi, alcuni dei quali tenuti di riserva e mai utilizzati. Questo spiega il fatto che alcuni di questi orologi non recano le lettere MM (Marina Militare) o AMI (Aeronautica Militare Italiana) incise accanto al numero di serie e alla referenza TIPO CP-2 sul fondello degli orologi utilizzati sugli aerei. Gli aerei Lockheed F104 Starfighter erano noti per essere pericolosi e i piloti erano indubbiamente lieti di avere con loro questi rassicuranti cronografi. Tutti i modelli avevano una precisione cronometrica come specificato dalle Forze Armate italiane. I cronografi Zenith TIPO CP-2 sono rimasti al polso dei piloti italiani fino alla fine degli anni settanta e pesino dei primi anni ottanta.

Ormai diventati un articolo da collezione tra i più ambiti al mondo, i cronografi TIPO CP-2 – spesso indicati dai collezionisti con il nome del distributore, “A. Cairelli” – sono universalmente considerati tra gli orologi più iconici della storia militare.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *