Rolex Deepsea D-Blue

Rolex Deepsea D-Blue

In occasione dell’uscita del film DEEPSEA CHALLENGE 3D di National Geographic, che racconta la spedizione dell’esploratore e regista James Cameron (Titanic, Avatar) nel punto più profondo degli oceani, Rolex ha presentato una nuova edizione del suo modello subacqueo estremo Rolex Deepsea e lo ha dotato di un quadrante “D-blue” che ricorda i colori dei grandi fondali. Dal blu notte al nero più intenso, il quadrante riprende le delicate sfumature di quella zona di mondo sommerso dove scompare anche l’ultimo raggio di sole proveniente dalla superficie e si apre il nero degli abissi, un chiaro riferimento alla spedizione DEEPSEA CHALLENGE di James Cameron. In omaggio alla parternship che unisce Rolex e James Cameron, la dicitura “DEEPSEA” verde sul quadrante dell’orologio adotta il colore che il sommergibile assumeva sott’acqua. Il nuovo Rolex Deepsea è stato presentato lunedì 4 agosto a New York, in occasione della prima americana del film documentario, nella spettacolare scenografia della Hall of Ocean Life presso il Museo Americano di Storia Naturale, alla presenza di James Cameron e di numerose personalità del mondo dell’esplorazione subacquea e del cinema. DEEPSEA CHALLENGE 3D ripercorre la storica immersione di James Cameron nella Fossa delle Marianne, con il sostegno di Rolex e National Geographic.

ESPLORARE L’ULTIMA FRONTIERA
Il 26 marzo 2012, l’esploratore e regista James Cameron effettua un’immersione record in solitaria a 10.908 metri sotto la superficie dell’Oceano Pacifico, ai comandi del sommergibile DEEPSEA CHALLENGER. Rimane tre ore sul fondo per esplorare, effettuare prelievi e filmare per la prima volta in alta risoluzione quest’ultima frontiera dell’uomo. Gli scienziati stimano che il 95% degli oceani è tuttora inesplorato e custodisce i segreti della vita sulla Terra. I prelievi effettuati dalla spedizione hanno consentito di identificare non meno di 68 nuove specie. Il film documentario racconta l’avventura DEEPSEA CHALLENGE dall’inizio fino all’ultima delle tredici immersioni nel Pacifico. Questa spedizione ha aperto la strada a una nuova era delle esplorazioni scientifiche dei grandi fondali. Nessun essere umano, infatti, era mai tornato sul fondo della Fossa delle Marianne dal 23 gennaio 1960, data dell’immersione del batiscafo Trieste, la prima con uomini a bordo nel punto più profondo degli oceani. E quando l’umanità si avventura verso nuove frontiere sulla terra ferma o sott’acqua, la presenza di Rolex è una certezza.

ROLEX E I GRANDI FONDALI
Gli orologi Rolex sono legati sia alla spedizione del Trieste che a quella del DEEPSEA CHALLENGER. In entrambe queste storiche immersioni, un orologio Rolex sperimentale era fissato alla scocca del sommergibile e ha fatto fronte alla più colossale pressione subacquea del mondo, a circa undici chilometri di profondità. Entrambi i segnatempo sono emersi perfettamente funzionanti, testimoniando la supremazia di Rolex in materia di impermeabilità. Con la creazione nel 1926 dell’Oyster, il primo orologio da polso impermeabile al mondo, e successivamente con la presentazione degli orologi subacquei Professionali, l’Oyster Perpetual Submariner nel 1953, il Sea-Dweller nel 1967 e il Rolex Deepsea nel 2008, Rolex dimostra di aver avuto un ruolo pionieristico nella conquista dei grandi fondali.

L’OROLOGIO SUBACQUEO SUPERLATIVO
Il Rolex Deepsea, l’orologio subacqueo di nuova generazione, è impermeabile fino alla profondità estrema di 3.900 metri. La sua cassa Oyster di 44 mm, resa ancor più robusta dall’architettura brevettata Ringlock System, è stata progettata per andare oltre le più avanzate necessità dei sub professionisti. Il segnatempo definisce nuovi standard in termini di resistenza, di precisione, di funzionalità e di affidabilità. Il Rolex Deepsea è l’orologio che indossa James Cameron e che aveva al polso anche durante la spedizione nella Fossa delle Marianne. Inoltre, il Rolex Deepsea è servito da riferimento per la realizzazione del modello sperimentale Rolex Deepsea Challenge, impermeabile fino a 12.000 metri e testato in condizioni reali durante l’immersione di James Cameron, fissato al braccio articolato del suo sommergibile.

SUPERARE I LIMITI
Presentando la nuova versione del Rolex Deepsea con quadrante sfumato “D-blue”, Rolex celebra non solo la propria partnership con la storica spedizione di James Cameron, ma anche il proprio impegno per l’esplorazione, l’innovazione e la ricerca costante di superare i propri limiti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Rolex Deepsea D-Blue

  1. Una cosa non mi è chiara. Il quadrante è bicolore? Cioè inizia dalle 12 con il blu e duventa nero sul 6, o varia il colore in base all’incidenza della luce?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *