Girard-Perregaux 1966 Tourbillon con Ponte d’Oro

t_a4_99535_52_111_bkba_lr

Immagine 1 di 2

Girard-Perregaux 1966 Tourbillon con Ponte d'Oro

L’erede del savoir-faire della tradizione dell’Alta Orologeria

L’orologio incarna la saggezza delle più grandi complicazioni e l’eleganza innata dei segnatempo di alta orologeria. Il nuovo Tourbillon con Ponte d’Oro di Girard-Perregaux è l’espressione di un patrimonio unico. Il meccanismo del tourbillon racchiude il savoir-faire della Manifattura realizzato con la precisione richiesta dai movimenti meccanici a carica automatica della Maison: il GP 09600.

Tale realizzazione meritava due edizioni molto limitate in oro bianco ed in oro rosa, testimoniando così l’esclusività dell’oggetto. Il suo diametro di 40 mm. accoglie un quadrante argentato con lavorazione « soleil » che ricorda i classici orologi dell’epoca. Quattro indici applicati conferiscono al quadrante un equilibrio estetico, mentre le lancette a foglia delle ore e dei minuti sorvolano sulla scena con eleganza. Il Tourbillon si presenta maestosamente ad ore 6.

Preziosamente decorato, ogni pezzo rispetta la raffinatezza dell’opera. La cassa, smussata e lucidata a mano, è equilibrata con viti di regolazione in oro, il ponte di scappamento ed il ponte d’ancora sono angolati e lucidati a mano. Questo nuovo segnatempo presenta una forma particolare del ponte del tourbillon, detta « bassiné », i cui bracci sono arrotondati.

L’artigiano leviga le estremità con destrezza e regolarità per dar loro una forma addolcita, semi-cilindrica prima di terminare il lavoro con gli strumenti tradizionali, come i «cabrons», le  pietre, la pasta di diamante e le punte in legno. Alla base di tutto vi è la storia del Tourbillon con Ponte d’oro ed il grande savoir-faire della Maison. All’interno della cassa si trova il famoso calibro Girard-Perregaux GP 09600 la cui architettura e le cui decorazioni si ispirano ai tourbillon da tasca del XIX secolo.

Questo nuovo Tourbillon con Ponte d’oro rende omaggio alla bellezza ed all’eccellenza tecnica di Girard-Perregaux, inserendo così, a mio modesto avviso, il suo nome tra le più belle realizzazioni di alta orologeria.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *