Intervista al Presidente della Rado, Matthias Breschan

 

Inizierei chiedendole quali sono le sue esperienze prima di arrivare a Rado?

Subito prima di iniziare a lavorare per Rado ero presidente di Hamilton – un’altra delle brand che fanno parte del gruppo Swatch – dove ho lavorato per 7 anni.  Prima di Hamilton ho anche lavorato nel marketing e alle vendite per Swatch.

Quali sono le cose più significative che avete fatto recentemente per l’azienda?

Tutto ciò che ho realizzato per Rado è avvenuto in tempi recenti in quanto ho iniziato qui meno di due anni fa. I miglioramenti più importanti che abbiamo compiuto riguardano soprattutto la percezione della brand. Abbiamo fatto grandi passi avanti all’interno delle collezioni segnando per Rado e i suoi prodotti una nuova era senza però alterarne il DNA e senza  dimenticare mai il suo importante ruolo di pioniere  e leader nell’utilizzo dei materiali high-tech.

Potrebbe descrivere brevemente l’attuale collezione e dove l’azienda punta oggi?

L’offerta include orologi di forme e misure differenti, al quarzo o con movimento automatico, da uomo o da donna utilizzando diverse tipologie di materiali high-tech. Senza dimenticare i successi e le conquiste del passato, Rado guarda innanzitutto al futuro e i processi di sviluppo messi in atto negli ultimi anni rappresentano al meglio la direzione che vogliamo dare alla marca: materiali high-tech e design accattivanti capaci di dar vita a orologi di grande qualità per tutti i gusti.

Quali sono le caratteristiche che vi differenziano dagli altri band?

L’utilizzo dei materiali high-tech e un design unico e innovativo. Non posso non ricordare come Rado sia stato antesignano e apripista per molti altri brand grazie alla ricerca intrapresa con la ceramica high-tech. Grazie a 25 anni di esperienza, Rado non solo è pioniere ma è diventato un vero e proprio leader. I materiali che utilizziamo hanno contribuito a dare forma al design degli orologi. L’aspetto tecnologico dei prodotti ha quindi influito progressivamente sulle linee sviluppate e il design dei prodotti. Questa tendenza proseguirà nel futuro anche perché presenteremo nuovi materiali e nuovi design sul mercato. Ci aspettiamo ancora una volta che saremo guardati con attenzione dai nostri competitors e molto probabilmente saremo seguiti ma noi saremo i primi a apportare le novità

Quanto contano la ricerca e lo sviluppo per la vostra azienda?

Ricerca e sviluppo sono i valori fondativi della marca. Il nostro team di designer lavora a stretto contatto con il team di tecnici per studiare i materiali e le loro potenzialità. Senza ricerca e sviluppo Rado non sarebbe la marca che è diventata oggi.

Qual è il pezzo che meglio riflette lo spirito di Rado?

Ogni orologio Rado è iconico e rappresenta una tappa importante per la marca lungo il suo cammino. Nel corso della nostra storia abbiamo cominciato a lavorare con ceramica high-tech nel 1986, il nostro primo orologio completamente in ceramica high-tech è arrivato nel 1990, seguito di orologi in Ceramos™ e anche gli unici orologi in ceramica high-tech al plasma. Tutto ha avuto origine dal DiaStar, il primo orologio inscalfibile prodotto nel mondo. Se devo immaginare un prodotto che includa tutte queste diverse caratteristiche, il Rado HyperChrome rappresenta davvero il nuovo pezzo forte della nostra marca. La collezione caratterizzata da modelli in ceramica high-tech con lo stampaggio della cassa a iniezione e in un solo blocco interpreta alla perfezione lo spirito di innovazione, sfida e intuizione della marca e comprende una gamma di materiali che attingono all’esperienza e al know-how creati negli anni con lo sguardo sempre rivolto al futuro.

E’ possibile conoscere la vostra produzione su base annuale e i suoi piani per i prossimi anni? La sua risposta aiuterebbe i nostri lettori a comprendere la grandezza del brand.

Per dare un’ idea delle cifre e delle dimensioni partirei dal numero di negozi che Rado ha in tutto il mondo. È sempre un’ indicazione utile per capire un brand, in particolare per chi è appassionato di orologi e ha una conoscenza molto approfondita. Rado al momento ha oltre 70 store monomarca e è presente a livello mondiale in circa 5.000 POS.

Quali sono i vostri mercati principali oggi?

Come anche per altre marche l’Asia è al momento il mercato più forte per Rado con Cina e Hong Kong nella top list. Siamo anche molto forti in India, Middle East, Russia USA e Europa.

Qual è la più grande sfida che Rado dovrà affrontare nei prossimi anni?

La sfida più grande che ci siamo prefissati è continuare a sviluppare nuovi materiali e nuove metodologie nella produzione di orologi in grado di riflettere la nostra identità di brand.

Posso chiederle cosa indossa oggi?

Io indosso sempre  il cronografo Rado HyperChrome XXL black in ceramica high-tech nera.

Se la obbligassimo ad indossare un orologio di un’altra casa, cosa indosserebbe?

Per ora sono fedele al mio Rado HyperChrome, grazie!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Intervista al Presidente della Rado, Matthias Breschan

  1. Vorrei sapere dove andare ad aggiustare il mio cinturino dell’orologio rado sono andata da una concessionaria rado e mi ha detto che loro non riescono. Io abito a cesena (italia) posso anche spedirlo se mi dite dove

    Grazie e aspetto una vostra risposta

    Paola rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *