La Storia delle Case di Orologeria: Longines

Steffi Graf e Andre Agassi


Proseguiamo a raccontarvi la storia delle principali case dell’orologeria mondiale. Oggi vi introduciamo alla storia della Longines, arricchita tra l’altro da numerose foto anche d’archivio gentilmente concesseci dalla Casa.

Nel 1832 Auguste Agassiz entra a far parte del mondo della produzione orologiera associandosi a un comptoir con sede a Saint-Imier di cui diventerà rapidamente responsabile con la ragione sociale Agassiz&Co. La maison al tempo fabbricava segnatempo seguendo il metodo dell’établissage – secondo cui gli orologiai realizzavano i componenti degli orologi a casa propria – e sviluppa legami commerciali che le permettono di far arrivare i propri orologi anche in altri continenti, oltreoceano in particolare. Attorno al 1850, Ernest Francillon, nipote di Agassiz, rileva la direzione del comptoir. Assumendosi le responsabilità dell’ormai famosa società, riflette sulla possibilità di perfezionare i metodi di fabbricazione utilizzati nell’orologeria regionale. Le sue riflessioni lo portano a decidere di raggruppare, all’interno di un unico edificio, tutte le fasi necessarie alla finalizzazione dell’orologio, che sino a quel momento avvenivano in luoghi differenti. Francillon intendeva creare una vera unità produttiva nella quale poter assemblare e ultimare ciascun orologio, ricorrendo a processi meccanici di produzione. Per realizzare il suo progetto, nel 1866 acquista due lotti di terreno attigui, sulla riva destra del Suze (il fiume che attraversa la valle di Saint-Imier), nel punto chiamato Les Longines, località che nel 1867 darà il nome alla prima fabbrica. Ernest Francillon assume poi Jacques David, un giovane ingegnere suo parente, perché lo aiuti a sviluppare i macchinari necessari al perfezionamento della produzione di orologi. Intorno al 1870, le soluzioni industriali scelte da Francillon funzionano e da quel momento, la fabbrica prosegue il suo ininterrotto sviluppo sino ai primi decenni del XX secolo: nel 1911, la manifattura Longines dà lavoro a oltre 1100 operai e distribuisce i propri orologi in tutto il mondo. Le ricerche tecniche condotte presso Longines ottengono vari riconoscimenti, tra cui 10 Grand Prix, che conferiscono al marchio il titolo di maison orologiera “più premiata” in occasione delle esposizioni Internazionali e Universali, fino a quella di Barcellona nel 1929. Nel 1889, Francillon registra il marchio di fabbrica composto dal nome Longines e dalla clessidra alata. Oggi Longines è il marchio più antico, identico alla versione originale, ancora in attività depositato presso l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI). La maison orologiera utilizzava, fin dal 1867, un logo – la clessidra alata – e il marchio “Longines” come garanzia di qualità per contrastare i falsificatori che tentavano di sfruttare la sua notorietà.

Grazie alla competenza orologiera, sviluppata nel tempo, Longines ha progressivamente consolidato un legame privilegiato con il mondo dello sport protrattosi poi nell’arco del XX secolo.

La passione di Longines per gli sport equestri è iniziata nel 1878 con la produzione di un cronografo recante l’incisione di un fantino con il suo cavallo. Questo modello, molto amato dai fantini e dagli appassionati di cavalli e presente sui campi da corsa sin dal 1881, permetteva performance di precisione al secondo. Nel 1886 era già conosciuto e usato dalla maggior parte dei giudici sportivi. Inoltre nel 1926, il marchio partecipa per la prima volta in qualità di cronometrista al Concorso Ippico Internazionale Ufficiale di Ginevra.

Oggi, il coinvolgimento di Longines nell’equitazione comprende le corse ippiche, il salto a ostacoli e l’endurance. Il marchio ha siglato numerose partnership in qualità di cronometrista e partner ufficiale di competizioni prestigiose quali la H.H. Sheikh Mohammed bin Rashid al-Maktoum Endurance Cup e la maggior parte degli CSIO e CHIO della Coppa delle Nazioni, oltre al CSIO di Barcellona, il Dubai Show Jumping Championship, la President’s Cup presented by Longines e l’Emirates Longines Show Jumping League, il Longines Equestrian Beijing Masters, l’ Hong Kong Master e alcune tappe del Global Champions Tour. Nel 2000, Longines ha introdotto nel mondo equestre il Longines Press Award for Elegance che ogni anno premia i cavalieri e le amazzoni di salto a ostacoli più eleganti e di successo della stagione.

Longines può anche annoverare tra i suoi impegni alcune delle corse ippiche più famose e importanti quali il Prix de Diane Longines, la Dubai World Cup, il Qatar Prix de l’Arc de Triomphe, Royal Ascot, l’H.H.The Emir’s Trophy presented by Longines, il Longines Hong Kong International races, la Longines Singapore Gold Cup, il Melbourne Cup Carnival, il Gran Premio Longines, il Longines Handicap de las Américas, il Grand Prix Longines Lydia Tesio, il Longines Grosser Preis von Baden e il Kentucky Derby.

L’impegno di Longines nella ginnastica risale al 1912, quando il marchio presentò il sistema di cronometraggio elettromeccanico detto del “filo spezzato” alla Festa Federale Svizzera di Ginnastica. Da oltre vent’anni, Longines è partner ufficiale e cronometrista delle prove di ginnastica artistica e ritmica della Federazione Internazionale di Ginnastica (FIG). Creato nel 1997, Longines Prize for Elegance è conferito all’atleta – o alla squadra – giudicato più elegante nelle gare di ginnastica. Il marchio orologiero è fiero di poter annoverare la ginnasta Evgenia Kanaeva e la squadra maschile cinese di ginnastica artistica tra gli Ambasciatori dell’ Eleganza Longines.

Risale al 1933, a Chamonix, l’inizio del lungo rapporto tra Longines e lo sci alpino. Da allora, queste competizioni invernali sono state per Longines un’occasione per distinguersi in numerose innovazioni tecnologiche. In qualità di cronometrista ufficiale della Coppa del Mondo di sci alpino e dei Campionati Mondiali di sci della Federazione Internazionale di sci (FIS),Longines sancisce nuovamente un lungo sodalizio con questa disciplina. Lo sciatore norvegese Aksel Lund Svindal, campione olimpico e vincitore di numerosi titoli tra cui il Cristal Globe, rappresenta il marchio come Ambasciatore dell’Eleganza Longines.

Longines è partner ufficiale dei prestigiosi Internazionali di Francia del Roland-Garros dal 2007 e si impegna altresì alla scoperta dei campioni di tennis di domani, organizzando il torneo Longines Future Tennis Aces nella cornice degli Internazionali di Francia. Il marchio conta, tra i suoi Ambasciatori dell’Eleganza Longines, due leggende del tennis, Andre Agassi e Stefanie Graf. Grazie alle loro formidabili carriere e al loro costante impegno in prima persona attraverso la “Andre Agassi Foundation for Education” e la “Children for Tomorrow”, queste figure di spicco dello sport e dell’eleganza incarnano appieno la filosofia di Longines secondo cui “Elegance is an attitude”. Longines riconferma il suo sostegno alle giovani generazioni attraverso il Longines Rising Tennis Stars, un programma volto a sostenere la carriera tennistica di giovani promesse tra i 17 e i 23 anni provenienti da tutto il mondo.

Infine, Longines ricopre anche il ruolo di partner ufficiale della Coppa del Mondo e dei Campionati Mondiali della Federazione Internazionale di Tiro con l’Arco (FITA). In questa disciplina che richiede concentrazione, equilibrio, precisione e destrezza, il Longines Prize for Precision ricompensa i migliori arcieri al termine della stagione.

Le collezioni
Longines propone un’eleganza senza tempo, suo marchio di fabbrica, sulla base di una tradizione estetica rivisitata con un design raffinato e classico. I suoi segnatempo si ispirano a una storia ricca di audacia tecnica e stilistica elaborata all’interno della Maison, vasto laboratorio sempre attento allo sviluppo delle proprie creazioni. Marchio dalla vocazione internazionale fin dalla fondazione, Longines continua il proprio impegno orologiero in oltre 130, paesi rimanendo fedele ai propri valori storici. L’eleganza, suo valore fondamentale, rimane il principio che governa ancora oggi come in passato tutte le attività condotte nel mondo intero.
Oggi Longines crea segnatempo adatti alle esigenze dettate dalla modernità, in linea con i valori ai quali è sempre stato fedele e sui quali si basano i quattro pilastri della sua offerta: Elegance, Watchmaking Tradition, Sport e Heritage.

Elegance
Longines è fiera di annoverare Simon Baker tra i suoi Ambasciatori dell’Eleganza. L’attore australiano è stato insignito di questo incarico in occasione del Prix de Diane Longines 2012, evento all’insegna dello stile e dell’eleganza. L’attore entra così a pieno titolo nella famiglia degli Ambasciatori Longines insieme all’attrice inglese premio Oscar Kate Winslet.
Tra le altre personalità che incarnano i valori di Longines: l’icona di Bollywood Aishwarya Rai Bachchan, partner del marchio da oltre dieci anni, l’attrice e modella asiatica Chi Ling Lin, la star cinese Aaron Kwok Fu Shing e l’attrice d’origine russa Ingeborga Dapkunaite.

L’eleganza senza tempo di Longines risiede in un sapiente equilibrio tra raffinatezza e classicità. La maison, ad esempio, si è ispirata al movimento Art déco per immaginare calibri di forma tonneau, ovale o rettangolare. Sensibilità estetica e estrema cura del dettaglio hanno contribuito a forgiare un’immagine di eleganza grazie alla quale il marchio ha ricevuto numerosi premi a riconoscimenti.

Oggi, la linea Elegance è perfettamente rappresentata dalle collezioni Longines PrimaLuna, Longines DolceVita e La Grande Classique de Longines.

Watchmaking Tradition
Estetiche o tecniche, le innovazioni di Longines hanno elevato la clessidra alata del marchio a vero e proprio emblema del know-how orologiero e dell’eleganza.

Dalla nascita di Longines l’ambizione dei creatori, Auguste Agassiz ed Ernest Francillon, è rimasta intatta: intuire le tendenze, osare l’avanguardia tecnica ed estetica senza cedere al turbinio delle mode, puntare all’eccellenza senza rinunciare alla sobrietà.

Evidentemente, è anche dedicandosi alla costruzione e fabbricazione dei calibri che Longines ha forgiato la sua tradizione orologiera, introducendo tecnologie all’avanguardia come ad esempio lo sviluppo del suo primo calibro automatico nel 1945, il 22A, che rappresentava una rottura tecnologica coi principi seguiti fino a quel momento. Oggi Longines riattualizza i suoi strumenti di misurazione del tempo, come ad esempio il movimento ruota a colonne nel 2009 e il nuovo movimento cronografo ruota a colonne monopulsante, lanciato nel 2012. Così da Longines, il cronografo meccanico dotato di una ruota a colonne diventa un dispositivo capace di coniugare tradizione e tecnologia. Inoltre, con The Longines Master Collection Retrograde, il marchio è riuscito a introdurre un tecnica sofisticata negli orologi meccanici e a semplificarne l’uso.

The Longines Master Collection incarna a meraviglia il know-how tecnico ed estetico di Longines, mentre Longines evidenza si ispira all’epoca dell’Art Déco. Quanto a The Longines Saint-Imier Collection, questa serie di modelli esclusivi rappresenta un omaggio al borgo cittadino che ha visto il marchio nascere e svilupparsi il marchio.

Sport
L’impegno di Longines nel mondo dello sport ha inizio nel 1878 con il primo cronografo fabbricato dal marchio, il movimento 20H. La diversità di strumenti e sistemi di misurazione del tempo che il marchio non ha mai smesso di sviluppare nel corso degli anni ha avuto come diretta conseguenza il suo coinvolgimento in numerosi avvenimenti sportivi. The Longines Sport Collection celebra questo lungo e proficuo rapporto. Le linee Conquest e HydroConquest sono pensate per coniugare in modo esemplare la performance sportiva e l’eleganza delle forme.

Heritage
Oggi, Longines associa l’estetica originale dei suoi modelli storici più d’impatto alle tecniche orologiere più moderne. Gli esemplari Heritage sono un omaggio allo spirito pionieristico che anima gli orologiai di Longines fin dagli esordi. Il marchio ha accompagnato numerosi pionieri attraverso mari, cieli e terra. I segnatempo Longines affondano la loro essenza in questo know-how. Evidenziano la capacità di un marchio a durare nel tempo e di onorare la storia, con raffinatezza ed eleganza.

Tra i pezzi eccezionali della linea Heritage, il più famoso è indubbiamente il Lindbergh Hour Angle Watch, una riedizione dell’orologio sviluppato per il pilota americano Charles Lindbergh nel 1931. Longines Weems Second-Setting Watch, che rende omaggio al sistema di navigazione del comandante Philip van Horn Weems, e il Longines Twenty-Four Hours, riedizione di un orologio sviluppato negli anni Cinquanta appositamente per i piloti della compagnia Swissair, figurano tra i modelli emblematici della linea Heritage.

Fondata nel 1832 in Svizzera, nella cittadina di Saint-Imier, dove ha tuttora la propria sede, la Maison Longines celebra nel 2012 i suoi 180 anni di storia e esperienza nel settore orologiero vantando una solida tradizione sportiva in veste di cronometrista di campionati mondiali e partner di federazioni internazionali. Presente in oltre 130 paesi, Longines, marchio della clessidra alata e conosciuta per l’eleganza dei suoi segnatempo, fa parte di Swatch Group S.A., il primo marchio produttore di orologi a livello mondiale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “La Storia delle Case di Orologeria: Longines

  1. Tutto quanto detto sopra riguardante la storia degli orologi marca Longines è sicuramente reale. Mio padre Sica Armando di Catanzaro Marina, e i suoi quattro fratelli: tutti orefici sparsi per il mondo, Hanno venduto orologi Longines fino alla loro cessazione; continuando poi noi figli, la tradizionale vendita dei prestigiosi orologi LONGINES. E altre marche Svizzere di prestigio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *